BuzzNews > Lifestyle > Scarpe col tacco: come portarle e non soffrire

Scarpe col tacco: come portarle e non soffrire

Le scarpe col tacco sono un simbolo di seduzione e uno dei capisaldi dell’universo femminile.

Tutte le donne, prima o poi, si lasciano sedurre dal fascino delle scarpe col tacco. Gli stilisti ne creano sempre di nuove e bizzarre, in vernice o in pelle, scamosciate o in gomma, in raso o con applicazioni preziose.

Sulle scarpe col tacco si possono riversare litri di fantasia creativa. E anche la forma del tacco è investita da questa ondata di creatività. Non basta più un semplice stiletto alla Roger Vivier. Ora il tacco è spesso, in materiale differente dal resto della scarpa, con una forma che ricorda oggetti del quotidiano (tacco a orma di accendino o rossetto) o monumenti famosi come la Tour Eiffel.

scarpe col tacco louboutin

iconica scarpa “ballerina pump” di Christian Louboutin

Ad oggi, se si pensa alle scarpe, ci sono tre nomi (principalmente) che vengono in mente: Christian Louboutin, maestro delle scarpe da sogno delle star, quelle con la suola rossa iconica, Manolo Blahnik, artista conosciuto anche grazie alla serie Sex & the City, e l’italiano Giuseppe Zanotti.

scarpe col tacco

bozzetti di Manolo Blahnik

Ma come si fa a scegliere quali scarpe col tacco comprare?

Innanzitutto, se bisogna comprare una scarpa col tacco, la si deve cercare verso sera: a fine giornata il piede è inubbiamente più gonfio e quindi, se la scarpa vi calzerà a pennello, è quella giusta. Non scegliete mai una scarpa che vi sembra troppo comoda: tenderà a scivolarvi via.

Lady Gaga e Carrie Bradshaw camminano con disinvoltura su tacchi vertiginosi, ma per raggiungere quella maestria, bisogna cominciare da altezze minori di quelle delle mirabolanti (e meravigliose) scarpe Armadillo create da Alexander McQueen, con un tacco di 30cm. Cominciate da 7cm. Con l’allenamento arriverete anche al mitico tacco 12.

scarpe col tacco

le Armadillo shoes in passerella

Camminare sui tacchi è un esercizio fisico da non sottovalutare, tanto che ci sono palestre che organizzano corsi di fitness sui tacchi. Ma anche senza iscriversi a questi particolari corsi, la camminata su tacco può rivelarsi una sfida per l’equilibrio e il corpo. Cercate di intervallare differenti altezze, in modo che soprattutto la schiena non sia sottoposta a sforzi che possono diventare pericolosi per la postura.

Se poi non siete abituate e fate fatica, aiutate la vostra vanità con dei cuscinetti di silicone o gel da mettere nella scarpa.

In fine, non cercate di resistere o di seguire le leggi della gravità alla lettera, l’effetto potrebbe essere quello disastroso delle “donne tirannosauro”, che si aggirano su funambolici tacchi con un passo simile a quello di chi cammina sui carboni ardenti, o di chi passeggia su un tappeto di uova e fa attenzione a non romperle.

Sul tacco, attitude fierce, sempre!

 

Pubblicato il
1 anno ago
Categorie
Lifestyle
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *