BuzzNews > Intrattenimento > Musica > Il Sax suona per la prima volta: era il 28 giugno 1846

Il Sax suona per la prima volta: era il 28 giugno 1846

Il 28 giugno 1846, ben 171 anni fa, suonava per la prima volta il sax (sassofono)

Il Sax prende il nome dal suo stesso inventore: Antoine-Joseph “Adolphe” Sax, un esperto costruttore di strumenti, ma anche un musicista di grande talento.

Adolphe Sax

adolph sax

Adolphe Sax (6 novembre 1814 – 4 febbraio 1894) è stato un designer belga di strumenti musicali e musicista (clarinettista), meglio noto per aver inventato il sassofono.

Era nato a Dinant in Vallonia nel Belgio e anche suo padre, Charles-Joseph Sax, era un costruttore di strumenti. Adolphe cominciò a costruire i suoi strumenti sin dalla giovane età e studiò flauto e clarinetto presso l’Ecole Royale de Musique di Bruxelles.

Dopo aver lasciato la scuola, Sax iniziò a sperimentare nuovi progetti di alcuni strumenti, mentre suo padre continuava a produrre strumenti convenzionali per portare soldi in famiglia. La prima invenzione importante fu un miglioramento del disegno del clarinetto basso, che brevettò a soli 20 anni.

Nel 1841 Sax si trasferì definitivamente a Parigi dove cominciò a lavorare su una nuova serie di strumenti aprendo un modesto negozietto sulla Rue St. George. Si interessò attivamente all’Opera e creò egli stesso una banda per la quale progettò e realizzò molti strumenti speciali. La sua superiorità su tutti gli altri strumenti musicali a Parigi era così schiacciante che dovette presto ampliare i suoi alloggi in modo da gestire i numerosi ordini.

Essendo un musicista era consapevole della disparità tonale tra le corde e i fiati, ma soprattutto tra ottoni e legni. Sax aveva bisogno di uno strumento che avrebbe bilanciato le varie sezioni. La sua risposta al problema fu un corno con il corpo di uno strumento d’ottone e il boccaglio di uno strumento a fiato di legno. Quando combinò questi due elementi, nacque il sassofono.

Nel 1946 Sax depositò il brevetto per «una famiglia di strumenti a venti chiavi detta dei Sassofoni» che comprendeva otto strumenti.

La “battaglia delle bande”

Il sassofono divenne finalmente noto e parte integrante di tutte le bande a partire dalla cosiddetta “battaglia delle bande”. La banda dell’esercito francese all’epoca utilizzava ancora strumentazione “tradizionale”. Sax vide questo come un’opportunità per mostrare al mondo come il sassofono potesse migliorare la qualità tonale in tutte le bande. Suggerì quindi un concorso tra una banda dell’esercito composta dalla strumentazione orchestrale originale, contro una banda con una strumentazione che includeva sassofoni. La banda di Sax, composta da trentotto uomini (rispetto alla più numerosa dell’esercito francese di quarantacinque membri), travolse letteralmente la folla di 20.000 persone accorse a Champ de Mars e incantò la giuria. Quel giorno, il sassofono fu ufficialmente introdotto nella banda dell’esercito francese e presto anche in tutte le altre bande.

Anatomia dello strumento

anatomia sax

Il sax è una di mezzo tra il clarinetto (di cui conserva il bocchino), l’oboe e il flauto, ma realizzato completamente in ottone. Dopo diverse prove, Adolphe Sax scelse questo materiale in quanto il legno presentava una serie di problematiche relative all’usura, soprattutto per quanto riguardava i cambiamenti di clima e di umidità.

Lo strumento è composto da cinque elementi principali: il bocchino, il collo, il fusto, le chiavi e la campana.

Normalmente il sax  viene suonato in piedi , mentre nel caso di modelli più pesanti da seduti ed è mantenuto al collo del musicista tramite il cosiddetto collarino.

Autore
Pubblicato il
5 mesi ago
Categorie
Musica
Donata Bellan

Donata- l’età non si dice. Peter Pan al femminile. Laureata in scienze dei beni culturali prima e in visual cultures e pratiche curatoriali poi. Scrivo cose, faccio dolci, vado a concerti (troppi) e penso che i sabato sera più belli siano quelli passati con un buon vinile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *