Borghi più belli d’Italia: Sambuca di Sicilia

Siete mai stati a Sambuca di Sicilia? Non sarà affacciato sul mare ma il piccolo paese nell’entroterra agrigentino merita di essere visitato. Perché? È uno dei borghi più belli d’Italia.

Sambuca di Sicilia

Credit: Mboesch

Avreste mai detto che in Sicilia le bellezze non si trovano solo nelle vicinanze del mare o nelle grandi città brulicanti di storia e di cultura come Catania, Palermo o Siracusa? Anche le zone meno conosciute possono rivelarsi piene di sorprese. E’ il caso di Sambuca di Sicilia, il comune ubicato tra Palermo, Agrigento e Marsala.

Sambuca di Sicilia: il Borgo dei Borghi 2016

Dove si trova Sambuca di Sicilia? Sulla rotta Agrigento-Trapani. Il pittoresco comune di Sammuca (in siciliano) è circondato da colline, vigneti, uliveti, dal Monte Genuardo e dal Lago Arancio. Un luogo incantevole là dove meno te lo aspetti.

Il fascino di Sambuca non è sfuggito alle tante persone che lo hanno votato come “Borgo dei Borghi 2016”, il premio che la trasmissione televisiva Kilimangiaro (Rai3), in associazione con il club dei Borghi più belli d’Italia, assegna ogni anno. Un altro importante riconoscimento ottenuto, dopo quello aggiudicatosi nel 2015 nel torneo organizzato dalla trasmissione Mezzogiorno in famiglia (Rai2).

Sambuca di Sicilia: cosa vedere

Nei pressi di Sciacca e Melfi, Sambuca di Sicilia svela ai visitatori le sue chiare origini arabe. All’interno del quartiere saraceno si ritrovano le caratteristiche viuzze, “li sette vaneddi”, che serpeggiano tra le abitazioni. Dell’antico castello dell’emiro Zabuto, purtroppo, non rimane che qualche rovina. Al suo posto, però, troverete il Belvedere, una terrazza panoramica dalla quale ammirare tutto il panorama circostante.

Sambuca di Sicilia

Credit: Guzman

Cosa vedere ancora a Sambuca di Sicilia? Le tante chiese, i palazzi storici ed i musei.

Cominciate la visita dal centro storico. Il Palazzo Panitteri, risalente al XVII sec., è un ex fortino ed un’ex dimora religiosa che oggi accoglie il museo archeologico “Palazzo Panitteri. Oltre alla collezione di reperti risalenti al periodo greco-punico, e alla Demetra dalle Belle Chiome, simbolo del museo, troverete una sala molto interessante: la Taberna. Le degustazioni enogastronomiche organizzate da Strade del vino “Terre Sicane” sono un appuntamento immancabile.

Sempre nella parte centrale del borgo troverete il palazzo Ciaccio, il palazzo Navarro (del 1600) ed il palazzo dell’Arpa (ora sede comunale). Ad impreziosire questa parte di Sambuca di Sicilia vi sono tanti altri palazzi dalle pompose facciate barocche.

Tra gli edifici da vedere a Sambuca non dimenticate il teatro comunale L’Idea, in stile liberty, costruito a metà ‘800. Seriamente compromesso dal sisma del 1968, è stato completamente restaurato ed oggi, oltre a spettacoli teatrali, L’idea ospita importanti manifestazioni culturali e musicali.

Sambuca di Sicilia

Credit: Mboesch

Per quanto riguarda l’architettura religiosa, tra le tante, vi segnaliamo la chiesa di San Michele Arcangelo al cui interno è conservato il fercolo ligneo di San Giorgio che uccide il drago. La chiesa del Carmine è famosa per la statua della Madonna dell’Udienza, la patrona del paese. Da vedere sono anche l’opulenta chiesa di Santa Caterina d’Alessandria e la chiesa della Matrice.

Cosa visitare nei dintorni 

Sambuca di Sicilia

Credit: Ennio Gurrera

Non lasciatevi scappare l’affascinante area archeologica del Monte Adranone. Sulla cima si trovano i resti dell’antica città greco-punica di Adranon (400 a.C.), uno dei siti archeologici più prestigiosi della Sicilia. La cinta muraria, la Necropoli con la Tomba della Regina, il Santuario e le zone commerciali sono imperdibili.

Altra chicca è il fortino di Mazzallakkar a ridosso del lago Arancio. Costruito all’inizio del IX sec., presenta 4 torri circolari sormontate da una cupola. Le mura di protezione sono alte più di 3 metri. Particolarità di questa costruzione araba è il fatto di essere semi-sommersa dalle acque del Lago Arancio per oltre 6 mesi l’anno. In estate, quando l’acqua è meno alta, potrete contemplare meglio quest’edificio affascinante.

Vicino a Torre di Cellaro non fatevi scappare un’altra particolarità della zona: troverete più di un antico mulino ancora funzionante.

Parchi ed escursioni

Gli amanti della natura a Sambuca di Sicilia avranno di che svagarsi. Nelle vicinanze del borgo potrete passeggiare nel bosco del Pomo ed in quello della Resinata. Una gita al Monte Genuardo vi rimarrà impressa nella mente. Il terreno è caratterizzato dalla presenza della lava a cuscino conseguente all’eruzione avvenuta 135 milioni di anni fa. Raggiungendo la sommità del monte, seguendo itinerari di trekking immersi tra aceri e querce, potrete ammirare dall’alto parte della costa meridionale della Sicilia.

Le specialità enogastronomiche

Sambuca di Sicilia

Sambuca di Sicilia

Sfruttate la presenza dei vigneti nelle campagne intorno al Lago Arancio per un tour tra le cantine e le masserie della zona. Vengono prodotti in quest’area Merlot e Chardonnay pregiati.

Concedetevi poi un assaggio della vastedda, il tipico formaggio a pasta filante della Valle del Belice, ed ovviamente non rinuniciate alle minni di virgini, il caratteristico dolce del borgo di Sambuca di Sicilia. Una sorta di bignè di pasta frolla con gocce di cioccolato, zuccata, crema di latte e cannella. Il tutto ricoperto da una cascata di codette colorate. Irresistibili.


Pubblicato il
1 mese ago
Categorie
Borghi d'Italia
Melissa Meletto

“Durante lo scorso autunno un branco di anatre, almeno una quarantina, si posarono proprio al centro del lago affianco a casa nostra, e mentre stavano lì successe questa cosa stranissima. La temperatura si abbassò di colpo fino a far gelare il lago, e le anatre volarono via portandosi dietro il lago, e si dice che ora quel lago si trovi da qualche parte in Georgia”.

“Towanda!”

 

Pomodori verdi fritti alla fermata del treno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *