Il momento d’oro dell’architettura a Milano

Nuove architetture a Milano ridisegnano lo skyline della città da bere. Se mancate dal capoluogo lombardo da qualche anno sarete sorpresi da quanto sia cambiato il profilo meneghino. In particolare 10 nuovi edifici hanno modificato l’assetto urbano nell’ambito della riqualificazione territoriale di diversi quertieri.

I due progetti responsabili della rivoluzione architettonica sono stati in particolar modo il Progetto Porta Nuova e la riqualificazione della zona dell’ex-Fiera. I grattacieli che popolano le due aree sono firmati da architetti di fama internazionale ed hanno ottenuto prestigiosi riconoscimenti. Il risultato più grande però è aver portato una nuova forma di abitare gli spazi e aver rinnovato i punti di incontro urbani. Conosciamo allora le nuove architetture a Milano che hanno modificato le abitudini dei milanesi e dei turisti.

Nuove architetture a Milano

 

 1.  Nuove architetture a Milano: la Torre Libeskind

Con un’altezza di 173 metri la Torre progettata dall’Architetto americano Daniel Libeskind affiancherà la Torre Hadid e la Torre Isozaki. Il Curvo, com’è detto per la sua forma, concluderà il Bussness District del nuovo quartiere City Life, sorto nell’area dell’ex-fiera.

2. Nuove architetture a Milano: la Torre Hadid

Nuove architetture a Milano

La Torre Hadid è già visibile in tutto il suo splendore. Il grattacielo disegnato dall’Architetto Zaha Hadid è stato scelto come sede dal Gruppo Generali. Come le due sorelle anche la torre Hadid viene identificata con un appellativo, Lo Storto. Seppure storta la Torre Generali, come viene anche chiamata, raggiunge i 175 m di altezza.

3.  Nuove architetture a Milano: la Torre Allianz

Nuove architetture a Milano

La terza delle tre torri che si ergono in Piazza delle Tre Torri è la Torre Allianz. Il Dritto, soprannome perfettamente calzante, affianca la Torre Hadid e la Torre Isozaki nel Bussness District del moderno quartiere City Life. La Torre è di proprietà del Gruppo Allianz ed è frutto della collaborazione dell’Architetto giapponese Isozaki e dell’Architetto Italiano Andrea Maffei.

4.  Nuove architetture a Milano: il Bosco Verticale

Nuove architetture a Milano

Una delle più note tra le nuove architetture a Milano è il Bosco Verticale. Lo Studio Boeri lo ha pensato come ecosistema introdotto nella metropoli per riportare la biodiversità in città e migliorare il microclima urbano. La soluzione adottata è un bosco di 2000 specie tra alberi ed arbusti che si sviluppa verticalmente sulla superficie dell’edificio.

La Torre D e la Torre E colorano di verde il Centro Direzionale di Milano del recente quartiere Porta Nuova. Il grattacielo ad appena due anni dall’inaugurazione è diventato uno dei simboli di Milano.

5.  Nuove architetture a Milano: la Torre Solaria

Nuove architetture a Milano

Il tre è il numero perfetto anche per  le nuove architetture a Milano. Il  Centro Direzionale di Milano si è popolato tra il 2009 e il 2014 di tre torri: la Torre Solaria, la Torre Solea e la Torre Aria. La Solaria ospita nei suoi 143 m di altezza appartamenti e spazi comuni ricreativi: sala home theatre, sala biliardo, sala lettura, area bimbi, area yoga ed area per meeting di lavoro. Un sogno reso reale dall’Architetto Bernardo Fort-Brescia dello Studio Arquitectonica.

6.  Nuove architetture a Milano: la Torre Unicredit

Nuove architetture a Milano

 

La più rappresentativa delle nuove architetture a Milano è forse la Torre Unicredit. Non solo perché con i suoi 231 m è il grattacielo più alto d’Italia, ma per ciò che simboleggia. L’edificio studiato dall’Architetto César Pelli è infatti diventato un nuovo punto di riferimento della città.

Dalla sommità della guglia che lo sovrasta, lo Spire, lo sguardo spazia dal Centro Direzionale al vicino Corso Como alla città. Le sue superfici specchianti sono visibili a distanza e l’edificio risalta nella notte grazie ai led che la ricoprono colorandosi in diverse tonalità a seconda delle occasioni.

7.  Nuove architetture a Milano: la Torre Diamante

Nuove architetture a Milano

 

Il Progetto Porta Nuova ha arricchito le nuove architetture a Milano anche con un un diamante in cemento, acciaio e vetro. Si tratta della Torre Diamante o Diamantone che è stata così ribattezzata per la sua forma sfaccettata. La Diamond Tower è un lavoro dell’Architetto Kohn Pedersen Fox ed è sede del Gruppo BNP Paribas.

8.  Nuove architetture a Milano: Palazzo Lombardia

Nuove architetture a Milano

In Piazza Città di Lombardia, nei pressi di Via Melchiorre Gioia, la Giunta regionale della Lombardia ha trovato sede in Palazzo Lombardia. Una delle nuove architetture a Milano è stato un successo degli Architetti Pei Cobb, Freed & Partners, Caputo Partnership e SDPartners.

Il complesso unitario di diversi edifici è il primo ad aver ricevuto il premio dal Ctbuth. Il Council of Tall Buildings and Urban Habitat di Chicago ha premiato il Palazzo Lombardia nel 2012  come miglior grattacielo d’Europa per la sua sostenibilità e innovazione.

9.  Nuove architetture a Milano: la Torre Unipol

Nuove architetture a Milano sono ancora in stato embrionale. La Torre Unipol sarà terminata nel 2019, ma segnerà lo skyline meneghino. Infatti l’opera dell’Architetto Cucinella si distinguerà non tanto per altezza (120 m contro i 231 della vicina Torre Unicredit), ma per ecosostenibilità.

I materiali usati saranno legno e vetro a comporre 23 piani. Ciascuno di essi affaccerà con una terrazza su un atrio centrale con sale riunioni ed alberi. La facciata sarà caratterizzata da griglie a X e sulla sommità una serra accoglierà fiori e piante.

10. Nuove architetture a Milano: la Torre Arduini

Ancora non è certo se la Torre progettata dall’Architetto Libeskind si concretizzerà. Al momento al suo posto a City Life sorge Orticola, un orto botanico in città. Per i più curiosi è possibile seguire l’andamento dei lavori monitorando il sito City Life Milano.

Author
Published
1 mese ago
Categories
Arte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *