BuzzNews > Benessere > Musei di Milano: l’elenco completo per l’arte milanese

Musei di Milano: l’elenco completo per l’arte milanese

Musei di Milano: le ricche collezioni

I musei di Milano sono un patrimonio per l’arte milanese, nazionale ed internazionale. Nel corso della storia della città meneghina le famiglie più facoltose hanno acquistato opere inestimabili. Esse hanno formato collezioni uniche, tesori che sono stati ceduti al comune o ad altri enti dando vita a numerosi musei.

Il Cristo morto di Mantegna, La canestra di frutta e La cena in Emmaus di Caravaggio sono solo alcune delle tele conservate nei musei di Milano. L’arte moderna è dunque ben rappresentata. Anche l’arte contemporanea però vanta musei e spazi espositivi di grande rilievo. Non solo tele e sculture, ma anche design e scienza sono protagonisti dei musei milanesi.

Musei di Milano: Pinacoteca di Brera

Il Cristo morto di Andrea Mantegna alla Pinacoteca di Brera

Ecco i maggiori musei di Milano e le opere più importanti in essi conservate.

Musei di Milano: l’arte moderna

I musei di Milano di arte moderna conservano pezzi la cui fama li ha resi icone. Basti pensare alla Pala Montefeltro, il capolavoro di Piero della Francesca, nota anche come Pala di Brera. La tavola centrale infatti è esposta in uno dei musei più rappresentativi di Milano.

La Pinacoteca di Brera è radicata nella storia milanese sin dalla sua fondazione. Voluta da Maria Teresa d’Austria doveva essere un supporto all’istruzione degli alunni dell’Accademia di Belle Arti. Qui si ripercorre l’arte nazionale dal primo Rinascimento. Da Mantegna di cui si ammira Il Cristo Morto al cognato Giovanni Bellini con la sua Pietà. Fino al Rinascimento maturo de Lo Sposalizio della Vergine di Raffaello e alla Cena in Emmaus di Caravaggio. Come non citare poi Il bacio di Hayez, simbolo del Romanticismo e Rissa in Galleria di Boccioni, opera in cui rivive la città.

Musei di Milano: la Pinacoteca di Brera

Musei di Milano: la Pinacoteca di Brera

Tra i musei di Milano di arte moderna maggiormente legati alla città c’è anche la Gam, Galleria d’arte moderna. Di particolare interesse è la collezione dell’Ottocento. La Galleria espone le tele di artisti che hanno segnato il contesto milanese. Si possono ammirare i neoclassici Appiani e Canova, Hayez e il divisionista Segantini. Seguono Medardo Rosso e i divisionisti Previati e Segantini.

La Pinacoteca Ambrosiana già dal nome comunica il suo legame con Milano. A istituirla fu il Cardinale Federico Borromeo donando la sua collezione alla Biblioteca Ambrosiana. La Pinacoteca possiede Il musico, uno dei lavori di Leonardo. L’artista lombardo Caravaggio è presente con una delle sue tele più note, La canestra di frutta. La collezione è costituita inoltre da numerosi quadri del Seicento lombardo. Nel tempo si è poi arricchita di opere dell’Otto e Novecento. Per i più curiosi la Pinacoteca riserva due chicche: i guanti indossati da Napoleone a Waterloo e la ciocca di capelli di Lucrezia Borgia.

Musei di Milano: la Pinacoteca Ambrosiana

La canestra di frutta di Caravaggio

Un altro grande collezionista è all’origine di uno dei musei di Milano più importanti, il Museo Poldi Pezzoli. Un’opera su tutte che non si scorda è La dama del Pollaiolo che non a caso è stata scelta per il logo del museo.

I musei di Milano: l’arte contemporanea

Milano è anche arte contemporanea. Negli ultimi anni sono sorti in città molti spazi che accolgono opere contemporanee ed installazioni. Al Pac, Padiglione di Arte Contemporanea, sono andati ad aggiungersi il Museo del 900, l’Hangar Bicocca e il Museo Fondazione Prada.

Il primo ha raccolto diverse collezioni milanesi riunite nel Palazzo dell’Arengario. Esso è stato completamente ristrutturato in maniera magistrale. Il percorso museale ripercorre la storia dell’arte del Novecento. Si parte dal Quinto stato di Pelizza da Volpedo, proseguendo per i futuristi. Si prosegue con gli esponenti del movimento Novecento arrivando poi all’arte cinetica. Particolarmente suggestiva la sala dedicata a Fontana da cui si gode della splendida vista sulla Piazza Duomo.

L’Hangar Bicocca è uno spazio espositivo fondato come organizzazione no profit dalla Pirelli nel 2004. Occupa uno spazio industriale riconvertito. Ospita l’installazione permanente di Anselm Kiefer I sette Palazzi Celesti 2004 – 2015. Inoltre ad accogliere i visitatori all’esterno è la scultura Sequenze del maestro Fausto Melotti.

Musei di Milano: l'Hangar Bicocca

I sette Palazzi Celesti 2004 – 2015 di Anselm Kiefer

Presenza storica tra i musei di Milano di arte contemporanea è invece la Triennale. Al suo interno il Triennale Design Museum da nove anni illustra la storia del design italiano. Nel farlo si rinnova ogni anno con riallestimenti che rivisitano la collezione in base a una tematica di tendenza. L’attuale edizione Woman in Italian design è dedicata alle donne del design italiano.

Musei di Milano: non solo arti visive

I musei di Milano non si limitano alle arti visive. La storia è protagonista del Museo del Risorgimento. La scienza invece è di casa nella meravigliosa cornice del Museo Civico di Storia Naturale. Ovviamente non si può dimenticare il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci. Un team di studiosi ha riprodotto i progetti del genio italiano in 130 modelli che qui si conservano.

Musei di Milano: Museo civico di Storia Naturale

Musei di Milano: Museo civico di Storia Naturale

Appena un anno fa è stato inaugurato il Mudec, Museo delle Culture. Il museo sorge in una struttura ricavata dalla riconversione dell’ex area industriale Ansaldo. Il progetto è dell’arch. Chipperfield che però ne ha disconosciuto la paternità. La collezione permanente è dedicata all’etnografia. Le esposizioni temporanee si riconnettono a tale tema come quella in corso su Basquiat.

Musei di Milano: la Milano da bere

Alla movida notturna della città partecipano anche alcuni musei. Il Museo del ‘900, il Mudec e Palazzo Reale il giovedì e il sabato prolungano il loro orario di apertura alle 22. Visitare un museo è un’ottimo modo per passare una serata diversa approfittando anche dei caffè di design situati al loro interno.

Autore
Pubblicato il
8 mesi ago
Categorie
Benessere
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *