MLS 2017: i 6 stadi più affascinanti del campionato USA!

Il primo giorno di un nuovo mese è accompagnato da una sorta di rito a cui non ci si può davvero esimere, perché urge cambiare la pagina del calendario, motivo per cui quella di Febbraio finisce inevitabilmente nel cestino per lasciare spazio al Marzo che avanza. Dicesi, un mese che molti di noi non vedevano l’ora di abbracciare, in quanto c’è un qualcosa destinato a prendere il via che farà felici tutti i devoti della parrocchia del pallone. Per la cronaca, è inutile che provate a pensare che stiamo celebrando la seconda semifinale di Tim Cup, dato che l’evento in questione va oltre gli italici confini. Anzi, è roba dell’altro mondo, perché stiamo parlando della MLS 2017. Sì, il soccer targato USA apre i battenti proprio nel mese di Marzo e lo farà con un fine settimana che porterà a molti notte insonne. Del resto, recita uno dei dieci comandamenti del tifoso che non di solo calcio nostrano vive l’uomo, ma c’è spazio anche per i campionati stranieri, motivo per cui alla MLS 2017 non possiamo rinunciare.

MLS 2017

Il pallone è pronto a rimbalzare sui prati d’America!

D’altronde, se c’è un pallone che rotola, allora, risulta assai difficile tenere lontano lo sguardo di chi ha in quella sfera una sorta di simbolo sacro. Certo, molti di noi continuano a pensare come la MLS sia una sorta di lega minore, eppure dall’altra parte del mondo il soccer sta entrando prepotentemente nella vita di tutti gli americani. Sì, i numeri degli spettatori alle partite del Team USA sono sempre in aumento con stadi pieni e ascolti da record, ma non bisogna dimenticarsi come sia un campionato in continua espansione. La MLS 2017, infatti, vedrà altre due nuove squadre ai blocchi di partenza per un totale di 22 pretendenti al titolo con Los Angeles FC pronta ad entrare nella prossima stagione, ma urge andare per gradi. Insomma, aspettando di capire se i Seattle Sounders FC conserveranno i gradi di campioni in carica oppure no,  proviamo a guardare agli stadi più interessanti e affascinanti di questa MLS 2017. D’altra parte, in America non hanno problemi ad erigere stadi di proprietà a differenza di quello che accade nel Bel Paese, ma questa è un’altra storia. Buona visione!

MLS 2017: la prima volta nel nuovo stadio per Kaká e compagni!

In quel di Orlando il soccer ad alto livello è arrivato ormai da due anni a questa parte, ma la MLS 2017 è quella in cui i Lions sono pronti a vivere una prima volta storica. Del resto, il 5 Marzo giocheranno la loro prima partita nella loro nuova casa, dato che fino ad ora erano ospiti al Citrus Bowl, ma è tutto tremendamente passato. Sì, Ricardo Kaká è lieto di aprire le porte dell’Orlando City Stadium dove il viola è, ovviamente, il colore dominante anche se non manca una sezione di seggiolini arcobaleno in memoria delle vittime all’attentato del Pulse Nightclub. Dicesi, uno stadio da 25.500 spettatori destinato ad essere spesso sold out, visto che i 18mila abbonamenti sono stati bruciati nel giro di poche ore con tanto di lista d’attesa composta da due mila persone tanto per ribadire quanto voglia di soccer ci sia in quest’angolo di Florida. Peccato, però, che i risultati tardano ad arrivare, poiché nelle due edizioni precedenti Orlando non ha mai raggiunto il traguardo dei play-off e la musica non dovrebbe cambiare nemmeno quest’anno. Del resto, i Lions sono dati vincenti in questa edizione della MLS 2017 con una quota di cinquanta tonda tonda, ma l’effetto nuovo stadio potrebbe cambiare le carte in tavola! Finezza che non è passata inosservata è il contenitore porta birra nel muro viola destinato ai tifosi più caldi. Per la cronaca, il debutto in MLS era avvenuto contro i NY City e sarà così anche domenica sera per una strana coincidenza.

Cartolina da quello che sarà il muro viola dei tifosi!

Benvenuta Atlanta nella MLS 2017!

Alzi la mano chi non ha mai sentito il grido “cento, cento” almeno una volta nella sua vita, in quanto La ruota della fortuna è un pezzo di storia della televisione italiana. Anzi, fa parte della nostra quotidianità, tanto da essere utilizzato anche per parlare della MLS 2017, poiché la quota che sancisce Atlanta United vincente è, guarda a caso, proprio cento. Dicesi, una scommessa sulla quale vale riflettere, in quanto in Georgia non vogliono sicuramente steccare alla loro prima apparizione nel mondo del soccer. Sì, la panchina risulta essere un pochino corta, eppure proprio da quelle parti si metterà comodo un certo Gerardo Daniel Martino. Semplicemente, El Tata Martino, uno che il calcio lo conosce bene, motivo per cui le partite del suo Atlanta United noiose non lo saranno mai. Altro motivo per guardare i rossoneri della MLS 2017 è la cornice nella quale disputeranno gli incontri casalinghi, dato che saranno di scena al Mercedes Benz-Stadium a partire dal 30 Luglio 2017. Dicesi, un’impianto da 1,5 miliardi di dollari che si ispira al Pantheon romano con tanto di vista sullo skyline di Atlanta nella zona est del campo, destinato a lasciare senza parole i 29.322 spettatori. Attenzione, lo stadio è da 71.000 posti per quando ospiterà le partite degli Atlanta Falcons con tanto di ampliamento a quota 83.000 per eventi come Super Bowl nel 2019 o partite degli USA.

Il Pantheon moderno di Atlanta…

Minnesota United al debutto “fuori casa” nella MLS 2017!

La seconda squadra che farà il suo debutto in questa MLS 2017 saranno i Minnesota United anche se non sarà una prima volta al gran completo, in quanto il loro stadio sarà disponibile solamente per la prossima stagione. Per la cronaca, saranno ospiti presso il TFC Bank Stadium, ma i lavori per il Minnesota United FC Stadium rapiscono sicuramente la nostra attenzione. Dicesi, uno stadio da 150 milioni di dollari con una capienza di 19.916 con possibilità di diventare 24.474 in una futura espansione, perché il soccer vuole occupare un ruolo da protagonista da quelle parti. Tutto facilmente raggiungibile in metropolitana grazie addirittura a due linee che passeranno di lì come Green Line e Linea A, ma la parte più interessante è che questa struttura sarà immersa nel verde con più di quattro spazi in cui sarà sicuramente un piacere passeggiare. Capolavoro d’architettura in vista!

Non male come progetto…

Il fantastico mondo dell’Avaya Stadium!

La città di San Francisco di cose da vedere ne ha eccome, ma se amate il calcio e siete da quelle parti nel pieno della MLS 2017, allora, urge armarsi di macchina. Del resto, a meno di un’ora di viaggio c’è quello che è uno degli stadi più particolari di tutto il movimento soccer americano, dato che stiamo parlando dell’Avaya Stadium. Dicesi, la casa dei San José Earthquakes che sono stati anche in grado di vincere il titolo negli anni 2001 e 2003, ma non è questo il sugo della storia. No, la parte più interessante è la forma ad U di quest’impianto da 18.000 posti con tanto di maxi-schermo dietro ad una delle due porte visibile da entrambi i lati così da permettere a chi è rimasto all’esterno di avere una particolare finestra sul rettangolo di gioco con tanto di pub annesso. Tanta roba!

Un modo singolare di seguire il match!

Uno stadio olimpico in quel di Vancouver!

In quel della MLS 2017 continuerà ad esserci una forte presenza canadese, visto che sono tre le squadre che si presenteranno ai nastri di partenza e due avranno sicuramente un ruolo da protagoniste. Del resto, i Toronto FC di Giovinco hanno sfiorato la vittoria nell’ultima finale persa ai calci di rigore dopo aver piegato Montreal Impact nella finale di conference, mentre dei Vancouver Whitecaps nemmeno l’ombra. Peccato, però, che proprio del loro stadio dobbiamo parlare, in quanto il BC Place è sicuramente una delle arene più affascinanti. D’altronde, è stata la casa delle cerimonie d’apertura e chiusura dei XXI Giochi olimpici invernali con la sua capienza di 54.320 spettatori. Certo, quando va in scena la MLS 2017 viene chiuso l’anello superiore e il pubblico può arrivare al massimo a 22.120 con tanto di maxi-schermo che pende dal centro del campo. Dicesi, una struttura alquanto particolare dove assistere ad una partita, mentre è sicuramente meno piacevole giocarci. Del resto, non c’è un vero e proprio manto erboso, in quanto la superficie sia erba sintetica denominata Tuf con parecchie recensioni negative dei diretti interessati.

Tutto pronto per il calcio d’inizio!

Providence Park e il suo clima rovente!

Non ci sono sicuramente dubbi su quale sarà lo stadio più caldo di questa MLS 2017, in quanto è facile e scontato puntare il dito su Providence Park. Dicesi, la casa dei Portland Timbers che hanno una delle tifoserie più affascinanti in quanto la Timbers Army è attiva e anche di molto. Coreografie e cori non mancano mai, esattamente come il rito di tagliare un pezzo di legno con annessa motosega dopo ogni gol. Sì, all’ex Jen-Wen Field ci sono tamburi, bandiere e anche motoseghe per un qualcosa di maledettamente interessante.

Scena d’ordinaria amministrazione…


Autore
Pubblicato il
4 mesi ago
Categorie
Sport
Paolo Nicoli

paolo-nicoliIl pallone è uno dei miei migliori amici, proprio come per il grande Oliver Hutton. Solo che a lui gli ha salvato la vita, mentre a me l’ha resa più emozionante.
Allevato nella periferia di Bergamo a pane e calcio, ho imparato a leggere non sui libri o sulle favole, ma sul rosa della Gazzetta. Mia madre, per tenermi fermo, mi parcheggiava davanti al televisore con la cassetta della finale Milan- Steaua Bucarest del 1989. Ho cullato il sogno di diventar giornalista sportivo fin dai banchi di scuola, dove riempivo le pareti con “La Gazzetta di Paolino”, un simpatico foglio di commento alla giornata di campionato. Venero Federico Buffa. La domenica consumo il sacro rito: salamella e partita. In America direbbero che ho contratto la “disease” da soccer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *