BuzzNews > Viaggi > Meraviglie naturali a rischio scomparsa: 11 luoghi da vedere prima che sia troppo tardi

Meraviglie naturali a rischio scomparsa: 11 luoghi da vedere prima che sia troppo tardi

Meraviglie naturali a rischio scomparsa: 11 luoghi da vedere prima che sia troppo tardi

Meraviglie naturali a rischio scomparsa. La Terra è piena di luoghi talmente stupendi e unici da togliere il fiato. Purtroppo, però, l’azione dell’uomo sta seriamente compromettendo l’esistenza stessa di queste bellezze. Scopriamo quali sono le 11 meraviglie naturali da vedere prima che sia troppo tardi e, conoscendole, contribuiamo a salvaguardarle!

 

1. Meraviglie naturali a rischio scomparsa: le Maldive

Meraviglie-naturali-a-rischio-scomparsa

Credit: Jonathan Palombo

Meraviglie naturali a rischio scomparsa: le Maldive. Famose in tutto il mondo per le spiagge fantastiche ed il mare cristallino, le Maldive, nell’Oceano Indiano, sono purtroppo uno dei luoghi a rischio scomparsa. Forse non tutti lo sapranno, ma il riscaldamento globale ed il conseguente innalzamento del livello dei mari, minacciano seriamente di sommergere questi splendidi atolli. Inoltre, le barriere coralline maldiviane, meta tanto amata dai subacquei, sono già messe a dura prova dallo sviluppo costiero, dal turismo e dall’inquinamento.

 

2. Meraviglie naturali a rischio scomparsa: la Foresta Amazzonica

Meraviglie-naturali-a-rischio-scomparsa

Credit: lubasi

Meraviglie naturali a rischio scomparsa: la Foresta Amazzonica. In Sud America, la Foresta pluviale tropicale dell’Amazzonia, il “polmone” della Terra, è a rischio scomparsa già dagli anni ’40 del 1900. La deforestazione sistematica di questa zona, per sfruttarne le risorse minerarie e forestali, sta mettendo a repentaglio l’ecosistema amazzonico e la sua biodiversità. Ad oggi più di un quinto della Foresta Amazzonica è già stato distrutto.

 

3. Meraviglie naturali a rischio scomparsa: il Parco nazionale di Yellowstone

Meraviglie-naturali-a-rischio-scomparsa

Credit: Greg Willis

Meraviglie naturali a rischio scomparsa: il Parco nazionale di Yellowstone. Lo Yellowstone, il parco più antico del mondo, è situato tra Wyoming, Montana e Idaho, negli Stati Uniti, ed è famoso per i suggestivi geyser  (ve ne sono più di 300). A minacciare questo Patrimonio dell’Umanità è principalmente l’innalzamento delle temperature registrato negli ultimi 50 anni. Questo fenomeno va a toccare l’intero ecosistema dello Yellowstone, alterandone la flora e la fauna, il livello dei fiumi e aumentando il rischio di incendi nel parco. Inoltre, dobbiamo ricordare che alcuni dei suoi abitanti sono in via di estinzione: la lince e soprattutto l’orso grizzly. Diventato simbolo del parco, è conosciuto da tutti i bambini come Yoghi, l’orso golosone dei cartoni animati.

 

4. Meraviglie naturali a rischio scomparsa: l’Antartide

Meraviglie-naturali-a-rischio-scomparsa

Credit: nomis-simon

Meraviglie naturali a rischio scomparsa: l’Antartide. A sud del Circolo Polare Artico troviamo l’Antartide, il continente ricoperto al 98% da ghiacci. Gli studi scientifici collegati all’innalzamento delle temperature causato dall’effetto serra, hanno registrato un aumento esponenziale dello scioglimento dei ghiacciai e la conseguente messa a repentaglio dell’habitat delle specie che vi abitano. Nel prossimo futuro, il consequenziale innalzamento del livello dei mari potrebbe avere un impatto catastrofico su tutto il pianeta.

 

5. Meraviglie naturali a rischio scomparsa: il Mar Morto

Meraviglie-naturali-a-rischio-scomparsa

Credit: Octavio Ruiz Cervera

Meraviglie naturali a rischio scomparsa: il Mar Morto. Tra Israele e Giordania troviamo il Mar Morto, un  lago salato posto in una depressione a circa 400 metri sotto il livello del mare. Il Mar Morto è celebre per la sua caratteristica di far galleggiare le persone sulla superficie (fenomeno dovuto alla forte concentrazione di sale presente nell’acqua). Anche il Mar Morto è nell’elenco delle meraviglie naturali a rischio scomparsa, in quanto il livello delle acque è in costante diminuzione; si teme infatti che nel medio-lungo termine il Mar Morto sarà completamente asciutto.

 

6. Meraviglie naturali a rischio scomparsa: il Ghiacciaio di Rebmann – Kilimangiaro

Meraviglie-naturali-a-rischio-scomparsa

Credit: Paul Shaffner

Meraviglie naturali a rischio scomparsa: il Ghiacciaio di Rebmann sul Kilimangiaro. Nella Tanzania nord-orientale si trova il Kilimangiaro, la montagnia più alta dell’Africa e uno dei vulcani più alti della Terra. Sulla sua cima troviamo il Ghiacciaio di Rebmann, un ghiacciaio perenne che purtroppo nel corso del XX secolo ha visto diminuire drasticamente la sua superficie. E’ quindi anch’esso uno dei luoghi da vedere prima che sia troppo tardi.

 

7. Meraviglie naturali a rischio scomparsa: le Foreste pluviali di Atsinanana – Madagascar

Meraviglie-naturali-a-rischio-scomparsa

Credit: Jeff Gibbs

Meraviglie naturali a rischio scomparsa: le Foreste pluviali di Atsinanana nel Madagascar. La parte orientale del Madagascar è occupata dalle Foreste pluviali di Atsinanana: 6 parchi nazionali le cui foreste sono state inserite nel Patrimonio dell’Umanità per via della loro biodiversità e delle specie a rischio che vi vivono (in particolare: lemuri, ippopotami pigmei e tartarughe giganti). Essendo il Madagascar uno dei paesi più poveri del mondo, gli uomini hanno saccheggiato le poche risorse naturali presenti per poter sopravvivere. Oltre a questo eccessivo sfruttamento delle ricchezze ambientali, l’esistenza delle Foreste pluviali di Atsinanana è messa in serio pericolo dalla deforestazione, dai roghi appiccati a fine agricolo e dall’erosione del suolo.

 

8. Meraviglie naturali a rischio scomparsa: il Ghiacciaio Mendenhall – Alaska

Meraviglie-naturali-a-rischio-scomparsa

Credit: Gillfoto

Meraviglie naturali a rischio scomparsa: il Ghiacciaio Mendenhall in Alaska. Altro ghiacciaio a rischio scomparsa, per via dell’innalzamento delle temperature, è quello di Mendenhall, situato vicino alla città di Juneau, capitale dell’Alaska. Studi effettuati dimostrano che il ghiacciaio Mendenhall è arretrato di almeno 4 km dal 1500 ad oggi. Se questo fenomeno non verrà arrestato, il ghiacciaio è destinato a scomparire e con esso, le suggestive grotte di ghiaccio, finora visitabili percorrendo un sentiero che conduce sotto il ghiacciaio.

 

9. Meraviglie naturali a rischio scomparsa: la Barriera Corallina del Belize 

Meraviglie-naturali-a-rischio-scomparsa

Credit: royalbelize.com

Meraviglie naturali a rischio scomparsa: la Barriera Corallina del Belize. Nel Mar dei Caraibi troviamo la Barriera Corallina del Belize, la più grande dell’emisfero boreale. Questa fa parte del Sistema di Barriere Coralline Mesoamericane (che comprende ben 7 riserve marine), ed è inserita nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità. A mettere a rischio l’esistenza di questa barriera corallina sono l’inquinamento delle acque, la pesca ed il turismo incontrollati. Inoltre, l’aumento della temperatura dell’oceano sta causando lo sbiancamento dei coralli e la consequenziale morte di questi. Secondo recenti studi, il 40% di questa barriera corallina è già stato compromesso.

 

10. Meraviglie naturali a rischio scomparsa: la Regione Floristica del Capo

Meraviglie-naturali-a-rischio-scomparsa

Credit: Edweed-

Meraviglie naturali a rischio scomparsa: la Regione Floristica del Capo. In Sudafrica, nella Provincia del Capo, troviamo la Regione Floristica o Floreale del Capo, affacciata sia sulla costa atlantica che su quella indiana. Questa regione conta circa 9.000 specie di piante diverse, delle quali il 69% è esclusivo di questa zona. La Regione Floristica del Capo presenta quindi una biodiversità talmente eccezionale da richiedere grande attenzione e protezione per mantenerla inalterata. I cambiamenti climatici, l’azione dell’uomo e l’introduzione di specie esotiche la stanno già gravemente alterando.

 

11. Meraviglie naturali a rischio scomparsa: Kauai

Meraviglie-naturali-a-rischio-scomparsa

Credit: Christopher Michel

Meraviglie naturali a rischio scomparsa: Kauai. L’isola più antica delle Hawaii è Kauai, nota anche col nome di “The Garden Isle“. Non a caso vi sono stati girati numerosi film; tra i più noti: I predatori dell’arca perduta (1981) con Harrison Ford, Jurassic Park (1993) e la Disney vi ha ambientato il film d’animazione Lilo e Stitch (2002). Di origine vulcanica e uno dei luoghi più umidi del mondo, Kauai offre panorami mozzafiato grazie alla grande varietà di paesaggi e ambienti che coabitano sull’isola: foreste pluviali, profondi canyon, deserti, paludi e spiagge bianche. Come le Maldive, anche Kauai rischia di essere sommersa a causa dell’innalzamento del livello del mare, dovuto al rialzo delle temperature.

Pubblicato il
2 anni ago
Categorie
Viaggi
Tag
Melissa Meletto

“Durante lo scorso autunno un branco di anatre, almeno una quarantina, si posarono proprio al centro del lago affianco a casa nostra, e mentre stavano lì successe questa cosa stranissima. La temperatura si abbassò di colpo fino a far gelare il lago, e le anatre volarono via portandosi dietro il lago, e si dice che ora quel lago si trovi da qualche parte in Georgia”.

“Towanda!”

 

Pomodori verdi fritti alla fermata del treno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *