BuzzNews > Intrattenimento > Il matrimonio di Diana e Carlo: le nozze reali più famose del ‘900

Il matrimonio di Diana e Carlo: le nozze reali più famose del ‘900

Il matrimonio di Diana e Carlo in diretta televisiva mondiale incolla al video oltre 750 mila telespettatori. E’ il 29 Luglio 1981

Matrimonio Diana e Carlo

Matrimonio Diana e Carlo – Il pubblico esulta

1.  Il matrimonio di Diana e Carlo – L’evento mediatico

Spiagge vuote e salotti pieni in Italia. In altre parti del mondo è notte fonda. Lady Diana Spencer sposa Carlo d’Inghilterra. E il mondo si ferma a guardarli. Più di 750 milioni di telespettatori hanno gli occhi puntati sulla prima cerimonia privata trasmessa in diretta televisiva mondiale.

Se la Casa Reale britannica abbandona l’understatement che caratterizza da sempre l’aristocrazia locale, le ragioni sono da ricercare nel momento storico che il Regno Unito sta vivendo: la profonda recessione economica, l’alto tasso di disoccupazione, la politica “lacrime e sangue” della Tatcher, hanno fatto perdere smalto alla Corona. Serve qualcosa che riporti in auge l’immagine della Casa Reale, e con essa quella di tutto il Paese, agli occhi del mondo. Cosa meglio di un grande sogno collettivo, un evento mediatico dal sapore anacronistico, per dar lustro a quello che nell’immaginario universale, resta il Paese delle tradizioni?

Se si escludono i “sudditi” dell’ex Impero Britannico, i legami del resto del mondo con la Corona sono piuttosto labili. Come mai allora questo interesse planetario per un evento, non certo destinato a cambiare il corso della storia?

Matrimonio do Diana e Carlo - annuncio

Matrimonio di Diana e Carlo – L’annuncio

2.  Il matrimonio di Diana e Carlo – L’inizio della favola

Solo pochi mesi prima, il 24 febbraio, Buckingam Palace annunciava ufficialmente il fidanzamento del Principe Carlo con Lady Diana Spencer. I media non mancano di sottolineare come la giovane aristocratica dal sorriso timido che appare in video al fianco del Principe, prima di essere una Lady sia una maestra d’asilo, ex bambinaia ed ex cameriera. Il video dei “piccioncini”, che vestiti come due ragazzi qualunque, si scambiano effusioni abbandonando la proverbiale riservatezza inglese, fa il resto: l’identificazione popolare è immediata. Gli adulti degli anni ’80 son cresciuti a suon di favole tradizionali, e questa sembra la più bella delle favole. Non è un caso se, da quel momento occhi e simpatie di tutto il mondo punteranno su quella che verrà affettuosamente ribattezzata “Lady D”

Matrimonio di Diana e Carlo - Cerimonia

Matrimonio di Diana e Carlo – Cerimonia

3.  Il matrimonio di Diana e Carlo – La cerimonia

Sono le 11.20 quando Lady D, sulle note della marcia nuziale di Jeremiah Clarke, percorre la navata della Cattedrale di St. Paul con i suoi dieci strati di crinolina, 10.000 perle cucite sull’abito e uno strascico di 7,62 metri.

La tradizione vuole che i matrimoni Reali si svolgano nell’Abbazia di Westminster, ma la chiesa è troppo piccola per contenere i 2650 illustri invitati alla cerimonia. Non sarà questa l’unica tradizione infranta nelle nozze reali. Per la prima volta nella storia della Corona, infatti, alla pronuncia dei voti matrimoniali, la principessa non promette obbedienza allo sposo. La piccola Lady D, che fino a poco prima dispensava saluti alla folla con lo sguardo intimidito è scomparsa.

Fuori dalla Cattedrale una folla di 600.000 persone, di cui alcune decine di migliaia accampate dalla notte precedente per conquistare un posto in prima fila, partecipa al matrimonio di Diana e Carlo. I venditori di souvenir spacciano senza sosta tazze, piatti, t-shirt e altra paccottiglia commemorativa kitsch, a sudditi e turisti avidi di dimostrare “I was there”. Da qui in avanti, tutte le nozze reali saranno pretesto per la produzione di questo splendido merchandising.

Un bagno di folla accompagna il corteo nuziale al termine della cerimonia, e il tradizionale – quanto imbarazzato – bacio dal balcone di Buckingam Palace, alle 13.10, è un autentico trionfo.

4.  Il matrimonio di Diana e Carlo – Le  gaffes

Che il matrimonio di Carlo e Diana non cominci sotto i migliori auspici lo lasciano presagire due gaffes durante la cerimonia che, lette col senno di poi, appaiono singolari.

La principessa infatti, durante la lettura della promessa matrimoniale, sbaglia il nome del futuro sposo, chiamandolo “Philip Charles” anziché “Charles Philip”.  

Carlo, dal canto suo, durante la professione dei voti matrimoniali, promette di condividere, anziché i propri beni terreni, quelli della futura sposa.

Matrimonio di Diana e Carlo - inizia la luna di miele

Matrimonio di Diana e Carlo – Inizia la luna di miele

5.  Il matrimonio di Diana e Carlo – La luna di miele

La scritta “Just married” attaccata da Andrew e Edward al landò, strappa un ultimo sorriso alla folla mentre gli sposi attraversano Westminster Bridge diretti al treno che li porterà a Romsey – Hampishire, prima tappa della luna di miele.

Due giorni dopo, a bordo del Britannia, gli sposi fanno rotta su Gibilterra, ultima colonia britannica in territorio spagnolo. C’è chi vuol vedere in questo affronto alla Real Casa, l’origine della sfortuna che perseguiterà il matrimonio di Carlo e Diana, iniziato all’insegna del “c’era una volta”, ma terminato senza il classico “e vissero felici e contenti”.

Pubblicato il
12 mesi ago
Categorie
Intrattenimento
Dinia Battellini

Più intelligente che intellettuale, più femmina che femminista, laureata in Filosofia della Nonna e Ingegneria Low Tech. Quando scrive le scappa la mano e i suoi post superano in lunghezza “I fratelli Karamazov”. Se andate di fretta evitateli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *