Negli ultimi anni, grazie al successo cinematografico della Marvel, abbiamo visto una crescita esponenziale del mercato dedicato al fumetto supereroistico: l’acquisizione da parte della Disney della Marvel Comics e, successivamente, la nascita del ciclo di film della Marvel Studios (casa produttrice dei campioni di incassi Avengers o Iron Man 3) ha conquistato le masse rendendo commerciale il fumetto supereroistico.
Grazie soprattutto al successo di Avengers, al terzo posto tra gli incassi più alti della storia del cinema dietro Titanic e Avatar di Cameron, i comics dei super-uomini hanno raggiunto un ampio raggio di nuovi lettori, rinsaldando un fandom che fino a quel momento era composto di soli appassionati di nicchia.

Ma siete sicuri di sapere tutto sui vostri amati supereroi? Vi sfidiamo a conoscere le curiosità elencate di seguito!

1. La Vedova Nera e Iron Man hanno girato un sex tape

Cominciamo con qualcosa di bollente: forse non tutti sanno che la Vedova Nera e Tony Stark nei fumetti hanno avuto una relazione che va ben oltre la platonica attrazione apparsa nel film Iron Man 2. Nella serie Ultimate viene girato (con l’inganno) un sex tape che li ritrae insieme e che ha una distribuzione virale, arrivando addirittura alla tv nazionale.

Considerando che Tony nell’Universo Marvel è considerabilie l’equivalente di un “vip” nel Multiverso Marvel questa situazione è molto specchio degli attuali problemi di sicurezza che molte star del cinema e della tv si son ritrovate ad affrontare. Molto lungimirante!

Captain America & Hitler

2. Captain America ha preso a pugni Hitler

Probabilmente non tutti sanno che il fumetto supereroistico nasce negli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale come propaganda anti-nazista e anti-comunista. I supereroi rappresentano la giustizia americana che sconfigge le brutture della dittatura e Captain America, per eccellenza l’esempio di eroe patriottico e giusto, non poteva esimersi dal punire a suon di cazzotti il dittatore tedesco!

Iron Man Demone della Bottiglia

3. Negli anni ’80 i supereroi erano più cattivi

Dopo la Seconda Guerra mondiale entrò in vigore un codice censorio, il cosiddetto Comics Code, che nel tentativo di preservare il pubblico più giovane bandiva dai fumetti la violenza e la negatività. Verso la fine degli anni ’70 questo codice viene abolito così la Marvel decide di dare un’aura più dark e maledetta a molti dei suoi supereroi, gettando anche le basi per il fumetto underground (anche per dimostrare che gli eroi sono uomini e non degli esseri perfetti, ed in quanto uomini anche loro possono cadere in “tentazione” e sbagliare).
Provate a leggere un Iron Man anni ’80, non vedrete mai Tony Stark stare troppo lontano dalla sua bottiglia di whiskey!

avengers

4. Robert Downey Jr. nei panni di Tony Stark spesso non segue il copione

Che uno degli investimenti migliori dei Marvel Studios sia stato Robert Downey Jr. si è capito subito dal fenomenale successo del primo Iron Man (che, diciamocelo, ha spianato la strada a tutto quello che c’è stato dopo). All’attore, che grazie al suo potere contrattuale proprio per l’interpretazione dell’uomo in armatura sta vivendo un momento molto felice per la sua carriera, viene lasciata molta libertà di improvvisazione, soprattutto per quanto riguarda le battute e alcune peculiarità di Tony.

Basti pensare che la fobia di non prendere cose che gli porgono gli altri è un fastidio provato dallo stesso attore e che i famosi mirtilli offerti da Tony a chiunque in Avengers non sono altro che lo snack di Downey che, affamato durante le riprese, decide di integrarlo nel copione.

 

guida ai diritti marvel

5. Gli Avengers, gli X-Men e Spiderman non potranno mai essere nello stesso film (o anche solo nominati!)

Quando nel 2012 uscì il film di Avengers il pubblico si stupì della mancanza nel team di eroi amatissimi come Wolverine o Spiderman (che nella versione a fumetti sono parte integrante della squadra). Non tutti sanno che la loro presenza non sarebbe possibile in quanto le tre saghe appartengono a diversi detentori di diritti: la Marvel mantiene i diritti di Avengers ma in passato aveva ceduto alla 20th Century Fox quelli degli X-Men e alla Sony quelli di Spiderman. Si vocifera per rinsaldare guai finanziari.

dr destino

6. Il personaggio di Darth Vader (Star Wars) è ispirato al supercattivo Dr. Destino

E’ uno dei cattivi che più hanno influenzato l’immaginario popolare eppure, Darth Vader il supercattivo di Star Wars, pare sia stato ispirato dal villain Dr. Doom (Dr. Destino).

Che George Lucas sia un appassionato di fumetto non è una novità, e adesso che entrambi i personaggi appartengono alla Disney magari possiamo parlare di riunione di “famiglia”…

nick fury

7. L’immagine di Nick Fury è stata “rubata” a Samuel L. Jackson

L’impressionante somiglianza tra l’attore Samuel L. Jackson e la sua controparte supereroistica Nick Fury non è casuale: in fase di restlyling del personaggio venne usato come modello proprio il famoso attore americano che, una volta scoperto il “furto” di immagine, contattò la Marvel per far presente che la cosa non lo offendeva ma che si aspettava una chiamata nel momento in cui Fury sarebbe comparso in qualche film. Un ottimo investimento se si pensa che il Comandante Fury è una presenza quasi fissa nell’Universo Cinematico Marvel!

Author
Published
2 anni ago
Categories
Intrattenimento
Paola Bisogno

paola-bisognoGraphic &Web Designer. Salernitana esportata a Milano. Ossessionata da telefilm, libri e design. Una tesi di laurea su Iron Man. Un numero improponibile di fumetti letti negli ultimi diciassette anni. E il sogno, nonostante tutto, di riuscire un giorno a disegnarne uno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *