BuzzNews > Lifestyle > Mario Dice: la Lucrezia Borgia della Primavera 2018

Mario Dice: la Lucrezia Borgia della Primavera 2018

Mario Dice si ispira a Lucrezia Borgia per la collezione Primavera Estate 2018

Per Mario Dice, la donna della prossima primavera ha un nome: Lucrezia Borgia.

Per la sua collezione Primavera Estate 2018, il designer Mario Dice ha scelto come punto di riferimento e come musa, una delle donne più controverse e misteriose della storia italiana, l’enigmatica figlia di Papa Alessandro IV.

La dualità di questo personaggio che ha ispirato libri, film e adesso anche la moda, rivive negli abiti della collezione SS18 di Mario Dice, che celebra così una femminilità forte e assertiva.

mario dice ss18 mfw

Mario Dice SS18

La vita pubblica e privata della figlia illegittima di Papa Borgia, figura emblematica del suo tempo, donna del mistero divisa tra castità e peccato, tra preghiera e veleno, ispira la nuova collezione SS18 di Mario Dice, nome del prêt à couture italiano che si è fatto notare in questi anni grazie alle sue creazioni che portano il mondo dell’Alta Moda nel prêt à porter.

Per la sua nona collezione, Dice sceglie tessuti unici da lui stesso pensati e creati, nati da trame preziose intessuti su antichi telai e che hanno il compito di stupire, confondendo lo spettatore in un gioco dove ci che è, nasconde la sua vera essenza alla vista.

mario dice ss18 mfw

Giochi di tromple l’oeil, patchwork preziosi, organza che appare come pizzo Sangallo, ariosi camicioni che diventano abiti, corsetti e pantaloni, abiti da casta dama rinascimentale trasparenze azzardate, nella collezione c’è tutto e il suo contrario.

La musa di Mario Dice era una donna devota, ma anche una figura passata alla storia per la sua sensualità. Lucrezia Sforza, Lucrezia d’Aragona, Lucrezia d’Este, una donna sposata tre volte con mariti dal cognome altisonante, una vita fata di eccessi e di rinunce. Lucrezia la mantide, Lucrezia la santa.

Il dettaglio, il colore, i volumi della collezione Mario Dice SS18

L’eleganza e la cura per il dettaglio tpici della couture, trasportati nel mondo del pronto per essere indossato. Il lavoro di Mario Dice è pazzesco anche in questa collezione. A riprendere il tema del dualismo della figura di Lucrezia Borgia, c’è la contrapposizione della palette colori, la convivenza di volumi diversi in una sola collezione, il lavoro di ricamo e l’uso dei tessuti.

mario dice ss18 mfw

C’è l’accoppiata bianco e nero, luce e ombra, ma anche l’etero del blu che ricorda il cielo, colore introspettivo per antonomasia, il colore dell’anima, e la sensualità spudorata del peonia, non un rosso aggressivo, ma anche per questo più sensuale e che irretisce l’occhio.

Ci sono i ricami ton sur ton posti su trasparenze tattiche e che regalano quel vedo-non vedo su abiti che accarezzano il corpo in maniera sensuale. I colori che da casti si trasformano in florilegi o piume di pavone, gli abiti scivolati e rinascimentale castità, cedono il passo a pantaloni a sigaretta e spacchi, schiene nude e spalle scoperte.

Le star che vestono Mario Dice

mario dice ss18 mfw

Gli abiti di uno dei giovani stilisti da tener sott’occhio, sfilano sui red carpet di tutto il mondo e vestono le donne più belle dello spettacolo. Ilary Blasi, Ana Laura Ribas e Caterina Balivo, la cantante Annalisa sul palco di Sanremo, sono solo alcune delle donne nostrane che hanno indossato gli abiti Mario Dice. Oltreoceano, l’attrice Lana Parilla (la Regina della serie C’era una volta), Demi Lovato, Gwen Stefani…tutte impazziscono per gli abiti firmati dallo stilista italiano. Celine Dion ha sfoggiato un look black&white con cintura oro durante una delle sue apparizioni nella scorsa Haute Couture Fashion Week di Parigi.

 

foto Maryo Della Corte
Pubblicato il
3 mesi ago
Categorie
Lifestyle
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *