BuzzNews > Tecnologia > Hi-Tech > MacBook Pro 2018: non ci saranno importanti aggiornamenti

MacBook Pro 2018: non ci saranno importanti aggiornamenti

MacBook Pro 2018: niente nuovi modelli o grossi update

Era la fine di ottobre 2016 quando Apple introduceva i nuovi MacBook Pro, la cui novità principale è stata indubbiamente la Touch Bar, che ha sostituito i tasti funzione nella parte superiore della tastiera tradizionale con uno strumento dinamico e che cambia a seconda delle azioni e delle necessità dell’utente. Durante lo scorso anno, il 2017, le novità per la linea MacBook Pro non sono state – come prevedibile – tantissime, limitandosi all’upgrade di processori e schede grafiche dei computer già esistenti. Anche per la linea MacBook Pro 2018 potremmo assistere ad una strategia simile.

macbook pro 2018

macbook pro 2018

Come riportato recentemente da Digitimes (via 9to5Mac), infatti, l’azienda di Cupertino non avrebbe intenzione, nell’anno appena cominciato, di effettuare importanti aggiornamenti alla linea “Pro” dei suoi computer portatili. Nel report si afferma infatti che Apple starebbe rivedendo per il nuovo anno gli ordini relativi a MacBook, spostandoli da Quanta a Foxconn, con lo scopo di ridurre i costi di produzione ma anche di ridurre il rischio. L’aumento degli ordini a Foxconn potrebbe significare, per l’azienda, non avere update o nuovi modelli in programma per l’anno intero, riuscendo quindi a rispondere alla domanda anche qualora Foxconn incontrasse problemi di produzione.

Digitimes rivela poi come in precedenza le quote di ordini fossero distribuite tra Foxconn (20 percento) e Quanta (80 percento) in maniera fortemente sproporzionata, ma che in futuro la divisione delle quote dovrebbe essere equa. Ciò significherebbe una perdita, per Quanta, del 30 percento degli ordini relativi a MacBook Pro, e di conseguenza un + 40 percento per Foxconn. Lo scenario di Digitimes è perfettamente in linea con le strategie Apple, che preferisce avere più produttori e assemblatori, in modo da ridurre il rischio da eventuali problematiche di ognuno, puntando anche al risparmio economico, dato dalla concorrenza tra i vari produttori stessi.

Niente nuovi modelli o grossi update significa che non vedremo nuovi MacBook, nuove idee e caratteristiche in termini di design, e niente grandi novità in termini di caratteristiche tecniche. Quello a cui potremmo assistere, come lo scorso anno, sono novità in termini di migliorie interne, come la possibilità di installare sui MacBook Pro 2018 processori più potenti o grafiche di qualità superiore.

Nel frattempo, MacBook Air compie 10 anni

Mettendo da parte MacBook Pro, però, vediamo come nelle scorse ore Apple sia stata protagonista di un importante anniversario: i 10 anni di MacBook Air. Un computer con cui l’azienda di Cupertino (tanto per cambiare) ha rivoluzionato la concezione di computer portatile, dicendo addio al lettore CD. Una tendenza, quella dell’abbandono del lettore CD, che inzialmente non fu molto apprezzata, ma che nel lungo periodo ha dato ragione alla Mela, al punto che è stata ripresa nei 10 anni successivi più e più volte, in diversi modelli, lanciando la tendenza di computer sempre più sottili e di grande design; dispositivi leggeri, semplici e comodi da trasportare, sempre più sottili. Una tendenza che Apple ha portato, non a caso, anche su MacBook Pro a partire dal 2012, sino ad arrivare ai più recenti e minimali computer con la USB Tipo-C.

Pubblicato il
4 mesi ago
Categorie
Hi-Tech
Andrea Careddu

Andrea CaredduSono nato nel 1994 in una piccola città del centro Sardegna. Dopo il Diploma sono fuggito dall’Isola e ora, dopo la laurea in Informazione, Media e Pubblicità all’Università di Urbino, studio sempre ad Urbino Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Appassionato originariamente solo di videogames e console, mi occupo da ormai diversi anni di tecnologia, con particolare attenzione a smartphone e computer. Mi piace esprimermi però anche su tematiche più impegnate e vicine a cultura e società, con la speranza un giorno di scrivere per professione. Mi puoi leggere su ACareddu.it e News and Coffee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *