BuzzNews > Benessere > Conosciamo le tisane: cosa sono e come prepararle

Conosciamo le tisane: cosa sono e come prepararle

Metodi di preparazione e consigli per beneficiare dei principi attivi delle tisane

Le tisane sono miscele benefiche conosciute sin dall’antichità, il cui utilizzo si è diffuso enormemente grazie al potere curativo e lenitivo di numerose problematiche legate allo stile di vita contemporaneo. Ma cos’è una tisana?

Non è solo una bevanda calda, ma un preparato che si ottiene diluendo in acqua calda (a volte anche in acqua fredda) gli estratti dei principi attivi di alcune piante. Gli estratti si ricavano dalle radici, dalle foglie, dai fiori e da altre parti della pianta e proprio seguendone le caratteristiche, cambiano i modi per la realizzazione di una tisana.

bustine tisane

Tisane – Infusi

Come si prepara una tisana

La tisana è una preparazione liquida realizzata dall’infusione, decozione o macerazione, di erbe e si può preparare con una o più erbe. Esistono diversi tipi di tisane a secondo del modo di estrazione a cui si ricorre:

Per infusione

Si utilizzano differenti parti della pianta, come i fiori, frutti e foglie, essiccate e sminuzzate allo scopo di estrarre i principi attivi. Lasciate in acqua bollente per alcuni minuti (il tempo varia a seconda dell’utilizzo e della parte utilizzata) . Se si utilizzano sfuse, vanno poi filtrate con un colino, oppure inserite nei colini da infusione. Non vanno mai bollite direttamente per non perdere i principi attivi che sono volatili.

Per decotto

Si utilizza per le piante officinali più dure, come corteccia, radici o semi che vengono tagliate e fatte bollire per un tempo variabile tra 5 e 15 minuti e poi filtrate con un colino dopo aver fatto raffreddare.

Per macerazione

Si utilizzano in genere i fiori che devono diventare solubili per estrarne i componenti. Vengono lasciati in acqua fredda e poi opportunamente filtrati.

Possiamo preparare in casa le nostre bevande, rivolgendoci a un’erboristeria che ci fornirà il mix di erbe adatte per il problema da lenire o per il nostro gusto, scegliendo preferibilmente erbe biologiche, senza sostanze chimiche. Vanno conservate in recipienti di vetro o sacchetti di carta in un luogo fresco e al buio ed è consigliabile prendere l’abitudine di non dolcificarle, gustandole amare o al massimo con un po’ di miele. Basteranno poi una teiera e un colino.

tisane teiera bicchiere

Un momento di relax

Controindicazioni

Trattandosi di un rimedio del tutto naturale, dal potere blando, non ha grandi controindicazioni da evidenziare. Se la tisana viene assunta moderatamente e con criterio, può essere un valido rimedio ad alcuni dei nostri malesseri. Tuttavia le erbe possono avere interazione con i farmaci e con alcune patologie. Bisogna sempre chiedere consiglio al proprio medico a tal proposito, se si hanno patologie particolari. I nostri bimbi possono avere benefici dalle tisane che facilitano la digestione e il transito intestinale, ma con moderazione e sempre dietro parere favorevole del pediatra. Anche in gravidanza e durante l’allattamento le tisane vanno assunte con moderazione e dietro consulto col ginecologo. Sarebbe preferibile, inoltre, non superare i tempi di infusione consigliati e non miscelare più di 5 erbe.

Ora che abbiamo conosciuto come preparare queste fantastiche miscele, non rimane altro che acquistare una bella tazza, mug o bicchiere particolare, per gustarne appieno l’aroma e godere di un momento benefico di meritato relax di mente e fisico.

Autore
Pubblicato il
1 settimana ago
Categorie
Benessere
Marta Ricci

Dopo gli studi, lavoro nella finanza e nella mediazione creditizia per molti anni, ma è un mondo che decido di abbandonare perché ai numeri ho sempre preferito le lettere. Scrivo e straparlo delle avventure femminili in un blog con lo pseudonimo di Emme Bouclès e ho all’attivo un libro romance. Speaker radiofonica nel passato, nel presente vivo tra Milano e Roma, sono campionessa di corsa al treno. Il futuro cerco di anticiparlo interrogando le stelle! Divoratrice di libri e film, ho una smodata passione per i dolci. Raramente esco di casa sprovvista del mio sorriso, ma spesso dimentico le chiavi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *