Scopriamo le più belle mezze maratone italiane, vediamo le migliori.Le più belle mezze maratone d’Italia

Le più belle mezze maratone d’Italia: agli amanti della corsa, non dispiacerà correre in luoghi nuovi, scenari naturalistici in paesi bellissimi. Scopriamo alcune tra le Half marathon più accattivanti d’Italia, che bisogna assolutamente correre una volta nella vita!

Mezza Maratona di Cremona

Per la 17º edizione Half marathon di Cremona, la città ha pensato a nuove suggestioni. L’idea e’ stata quella di mettere insieme le qualità e le peculiarità architettoniche, storiche e ambientali del territorio. Gli organizzatori hanno ricercato il miglior equilibrio tra bel contesto, bel percorso e minor disagio possibile per tutti gli altri. La partenza e subito l’imponenza delle colonne del teatro Ponchielli, il rapporto intimo con il fiume Po e il centenario ponte In ferro al terzo chilometro, il Morbasco al 17º per ricordarci che siamo una città di pianura attraversata dall’acqua, la campagna del Bosco ex Parmigiano in comune di Gerre de’ Caprioli con uno strepitoso orizzonte sulla città stessa. Le emozioni architettoniche sono racchiuse nel tragitto cittadino dove il Torrazzo la torre campanaria più alta d’Europa la fa da protagonista, al sesto chilometro da Piazza Cadorna, al 10º chilometro da via Manzoni e Piazza Roma dove ci sarà il cambio della staffetta, al 19′ km  da Corso 20 settembre. Scorci assolutamente unici e di rara bellezza. Aggiungiamo la bella chiesa romana di S. Michele, il delizioso tempietto di S. Luca, il passaggio tra S. Agata e Palazzo Cittanova dove laicità e Fede si specchiano come all’arrivo in Piazza del Comune. Tuttavia l’immagine simbolo è quella di vicolo S. Omobono e la chiesa sullo sfondo del patrono laico della città. Novità e bellezze aiuteranno tutti i Runner a rendere più “leggera” la fatica di un tracciato che sarà anche veloce e performante. L’evento è stato organizzato per dare al runner un’ esperienza indimenticabile, grazie alla passione e l’amore verso la corsa.

Mezza Maratona di Fontanellato (Maratona delle terre Verdiane)Le più belle mezze maratone d’Italia

Si parte da Salsomaggiore, città termale che per eccellenza unisce sport, bellezza e benessere ospita la Verdimarathon: la competizione, giunta alla 19º edizione, si disputa a febbraio e porta i podisti a correre tra le colline parmensi, ripercorrendo i luoghi di Giuseppe Verdi, uno dei massimi compositori italiani conosciuto in tutto il Mondo, e termina non a caso a Busseto. All’origine si chiamava la Maratona dei luoghi verdiani oggi è diventata Maratona delle terre verdiane oppure ½ delle Terre verdiane. La scelta di voler far arrivare a Fontanellato la Mezza Maratona ha fatto posizionare la partenza con le altre gare a Salsomaggiore. Si parte alle ore 9.00 da via Matteotti, un lungo rettilineo che permette ai maratoneti di poter impostare il proprio ritmo con tranquillità. Veloci sino a Ponte Ghiara, poi dritti fino a costeggiare l’ospedale di Vaio e si transita sotto il ponte della Ferrovia fino alle porte di Fidenza. Prima una rotonda in via Trento per immettersi sulla via direzione Piacenza, dopo 200 metri circa si devia in via Berzieri poi a sinistra Via Frate Gherardo con lo spettacolare passaggio davanti al duomo di Fidenza. Si sale sino in piazza GaribaldiI qui i corridori proseguono in direzione Via Berenini per poi portarsi in Via Gramsci, direzione stazione per fuoriuscire dalla città imboccando il sottopassaggio della Ferrovia e prendere via Marconi. La strada piana li porta sino al 1° Cavalcavia del tracciato, per poi dirigersi alla rotatoria verso Toccalmatto e si sale per il 2° ed ultimo cavalcavia che al 18 Km oltrepassa l’A1. L’arrivo a Fontanellato sarà anticipato da una doppia rotonda e dalla provinciale proveniente dall’Emilia, in prossimità dell’ufficio postale di fianco alla Rocca Sanvitale è posizionato l’arrivo della Mezza Maratona.febbraio 2017.

Mezza Maratona di PiacenzaLe più belle mezze maratone d’Italia

Il 7 maggio del 2017 si correrà la 22º edizione della mezza maratona di Piacenza. La 22º edizione vedrà nuove iniziative e idee, mentre gli eventi che hanno riscontrato maggior successo verranno consolidati. Prima fra tutte la gara agonistica di 21,097 km, il percorso è stato rinnovato quasi completamente. Verrà riproposto Corriperpiacenza, 5 km con partenza ed arrivo da Palazzo Farnese. Corsa assolutamente non competitiva, ma con tempo cronometrato. Non potrà mancare la Camminata delle Associazioni/Pedibus che ha portato in piazza Cavalli circa 7000 persone dando vita ad una festa che ha emozionato tutti. A queste iniziative si aggiunge la camminata non competitiva per l’UNICEF che si svolgerà sabato pomeriggio. Ognuna delle quattro manifestazioni sarà legato ad un progetto di solidarietà. Piacenza negli ultimi anni ha imparato a valorizzare le tante attrattive che possiede e che può offrire a visitatori attenti. La novità più importante per gli atleti è la scelta di realizzare partenza e arrivo nel centro di Piacenza. Non si tratta solo di cambiare il percorso o la logistica di accoglienza. L’obiettivo è dar vita ad una festa che coinvolga tutta la città: tutti devono avere la possibilità di avvicinarsi a questo sport, imparare a comprenderlo e, chissà, iniziare a praticarlo. Riuscire a portare a termine una Mezza Maratona è sicuramente qualcosa di grande e di conseguenza uno dei momenti più emozionanti è l’arrivo. Spesso stanchi, a volte distrutti, ma con la indescrivibile soddisfazione di avercela fatta. L’anello che costituisce il primo tratto di percorso, i 5 km che sono anche il percorso completo della non-competitiva Corriperpiacenza, attraversa alcune delle principali vie di Piacenza. Dal Monumento ai Pontieri al Pubblico Passeggio dopo aver costeggiato un paio di giardini pubblici, per arrivare a Corso vittorio Emanuele. Dopo il primo passaggio in piazza Cavalli e davanti a palazzo Farnese si affronta un tratto di argine del fiume Trebbia, vera palestra di running per i piacentini. Poi una serie di lunghi viali rendono il percorso più veloce, per poi ripercorrere il Pubblico Passeggio, corso Vittorio Emanuele e raggiungere il tappeto rosso che ti guiderà fin sotto il portale di arrivo. E’ il vero “centro” di Piacenza, luogo dove dove si svolgono tutte le iniziative più importanti. Davanti alla statua di Alessandro Farnese sarà posizionato il portale di arrivo. Come dicevamo il percorso è veloce, tutto pianeggiante tranne per un paio di cavalcavia.

Mezza Maratona di Chia LagunaLe più belle mezze maratone d’Italia

Domenica 30 aprile si svolge la sesta edizione di questa spettacolare mezza maratona nel sud dell’isola sarda, una gara in rosa nel blu più magico della Sardegna. La location è senza dubbio una delle più paradisiache che esistano, quando sei lì non vorresti far altro che correre e rilassarti sulla spiaggia guardando il blu del mare. Per la Chia Laguna Half Marathon è sempre forte la presenza dei top runner, quest’anno in particolar modo la compagine femminile. Dove il mare è più blu vi sarà dunque una gara certificati secondo gli standard Fidal/IAAF. In particolare quello della mezza accende i veri agonisti, con i primi 10 km filanti, una parte centrale fatta di dislivelli tipici dell’ambiente costiero sardo e gli ultimi 3 km rapidissimi. La gara più partecipata di Sardegna torna anche in questo 2017 per meravigliare tutti i partecipanti con i suoi colori, i suoi profumi e suoi incredibili panorami. I tre percorsi (21k, 10k e 5k) si snoderanno attraverso uno degli angoli più sorprendenti della Sardegna. Lo start delle 9.30 darà il via a 5 gare, la mezza maratona (21,097 km) agonistica, i 21 km non competitivi, la 10 km agonistica e la 10k corsa non competitiva e infine una piacevole 5km non competitiva adatta a tutti. La Chia Laguna Half Marathon è anche un’occasione per abbinare una breve vacanza a mare e sport, approfittando magari del ponte del primo maggio. Il percorso è incredibilmente splendido, ondulato con alcune salite impegnative ma lo spettacolo che si presenta quando si scollina fa venire voglia di fermarsi, non per la fatica, bensì per le fantastiche vedute: prima tra tutte l’incantevole baia di Tuerredda, con i suoi colori che spaziano dal turchese al blu profondo dei fondali. Il tratto finale, piatto e velocissimo, porta all’arrivo situato davanti al Chia Laguna Resort. I percorsi sui 5 e sui 10 km, invece, si sviluppano lungo le strade che costeggiano l’oasi naturale di Chia, una laguna popolata da una vasta colonia di fenicotteri che si affaccia su un favoloso mare blu. Entrambi i tracciati sono piatti e veloci.

Published
1 settimana ago
Categories
Runner
Massimiliano Faroldi

Nato a San Secondo nella provincia di Parma il 23/03/1983, cresciuto a Fiorenzuola d’Arda. Ho un intrapreso un percorso di studi artistico. A Parma mi sono Diplomato come Maestro e Grafico pubblicitario, a Milano ho frequentato il triennio di Grafica d’Arte presso l’Accademia delle belle arti di Brera. Ho completato gli studi con un biennio in Fotografia presso la scuola Bauer. Attualmente mi occupo di Graphic Design e di Fotografia.

Le mie grandi passioni sono: natura, fotografia e sport. Amo il paesaggio e ogni genere di sport, in particolare ho una venerazione per la corsa. Da parecchi anni sono un Runner amatoriale, mi piace raccontare esperienze personali e dare consigli per arricchire il viaggio di chi vuole avvicinarsi a questa splendida disciplina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *