BuzzNews > Tecnologia > Hi-Tech > Le migliori app per pagare con lo smartphone in negozio

Le migliori app per pagare con lo smartphone in negozio

Il tempo dell’utilizzo del denaro fisico, delle monete e delle banconote, appare ormai sempre più lontano. Già da diversi anni, con l’utilizzo di carte di credito e bancomat (all’estero più che in Italia, dove spesso e volentieri manca nei negozi il POS o è disponibile solo per spese a partire da una certa soglia) abbiamo assistito ad una diminuzione nella presenza e nell’utilizzo della cartamoneta, in favore del denaro virtuale. Solo alcuni mesi fa, anche in Italia è stato introdotto il sistema di pagamenti da smartphone Apple Pay, ed è proprio questa la direzione che ora i pagamenti stanno sempre più prendendo, quella degli smartphone e dei dispositivi mobili. Ma quali sono le migliori app per pagare con lo smartphone in negozio?

È opportuno fare questa distinzione, perché non solo parliamo di sistemi di pagamento che – per esempio, come detto prima, con carta di credito o prepagata – possano essere utilizzati per pagare online, ma delle migliori app per pagare con lo smartphone fisicamente, in negozio. Le alternative sono diverse, perciò andiamo alla scoperta delle stesse. Ciò che ha fatto e fa la differenza, come affermato in un interessante approfondimento di GQ Italia è stata l’introduzione dei POS dotati di chip NFC (Near Field Communication) per i pagamenti contactless. Piano piano i chip sono stati introdotti anche negli smartphone, sia su sistema operativo Android che su iPhone, con Apple che ha creato un apposito software di pagamenti, il già citato Apple Pay.

Apple Pay

Apple Pay è l’ultimo sistema per ordine di arrivo in Italia. Sono state già al lancio diverse le banche con cui il sistema funziona, così come i negozi. Tra gli istituti di credito ci sono UniCredit, Carrefour Banca e Boon, Mediolanum, ed entro l’anno arriveranno anche American Express, Carta BCC, Expendia Smart, Fineco Bank, Hype, Widiba e N26. Tra i negozi in cui è accessibile il servizio, invece, ci sono AutoGrill, Carrefour, Auchan, Oviesse, Mediaworld, Eurospin, e tanti altri. Apple Pay, come dice il nome, è disponibile solo per dispositivi con sistema operativo iOS, quindi iPhone e iPad.

Satispay

Satispay è un sistema disponibile sia per Android che per iOS e Windows Phone, quindi praticamente su tutti e tre i sistemi operativi per smartphone più utilizzati. Questo la rende a mio avviso la migliore tra le migliori app per pagare con lo smartphone. Per attivare l’applicazione è sufficiente inserire il proprio documento d’identità, codice IBAN e codice fiscale. Tutte le operazioni al di sotto di 10,00 euro sono gratuite, mentre a quelle superiori alla soglia viene applicata una commissione di 0,20 centesimi di euro. La comodità è nel fatto che non è necessario avere una carta di credito o un conto corrente in una particolare banca – come nel caso di Apple Pay – ma è sufficiente avere un IBAN e l’app sul proprio smartphone.

le migliori app per pagare con lo smartphone

Fonte immagine: Vodafone Medien https://www.flickr.com/photos/vodafone_de/

PosteMobile

L’app PosteMobile su sistema operativo Android, abbinata alla SIM NFC dell’operatore telefonico PosteMobile, consente di effettuare pagamenti in negozio utilizzando la stessa tecnologia Near Field Communication per pagare contactless, semplicemente affiancando lo smartphone al POS NFC.

Vodafone Pay

In maniera simile a quanto visto per PosteMobile, l’app Vodafone Pay consente di effettuare pagamenti tramite NFC agli utenti in possesso di una SIM NFC Vodafone. Disponibile solo su sistema operativo Android utilizzando l’app Vodafone Wallet.

MySi App

CartaSì ha lanciato di recente MySi App per sistemi operativi Android e iOS, che consente di effettuare pagamenti in negozio tramite NFC avvicinando lo smartphone al POS ed inserendo un codice segreto direttamente sullo smartphone stesso.

Pubblicato il
3 settimane ago
Categorie
Hi-Tech
Andrea Careddu

Andrea CaredduSono nato nel 1994 in una piccola città del centro Sardegna. Dopo il Diploma sono fuggito dall’Isola e ora, dopo la laurea in Informazione, Media e Pubblicità all’Università di Urbino, studio sempre ad Urbino Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Appassionato originariamente solo di videogames e console, mi occupo da ormai diversi anni di tecnologia, con particolare attenzione a smartphone e computer. Mi piace esprimermi però anche su tematiche più impegnate e vicine a cultura e società, con la speranza un giorno di scrivere per professione. Mi puoi leggere su ACareddu.it e News and Coffee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *