BuzzNews > Automotive > Le 5 auto cabrio più belle di sempre

Le 5 auto cabrio più belle di sempre

Le auto cabrio sportive, sono le più desiderate dagli appassionati

Arriva la bella stagione, le giornate si allungano e la voglia di salire a bordo delle nostre auto cabrio aumenta a dismisura. Viaggiare su un’auto con la capote abbassata, con il vento tra i capelli e con tutti i profumi che la natura ci regala, è il sogno di molte persone.

auto cabrio abarth-124-spider

Le cabriolet generalmente sono auto sportive, con motori performanti e con un design che mozza il fiato. Alcune auto cabrio hanno la capote in tessuto mentre altre hanno il tettuccio rigido e solo il gusto personale ci fa preferire l’una o l’altra. Nella storia automobilistica, sono molte le macchine cabrio che i costruttori hanno realizzato e alcune di esse sono diventate auto d’epoca di interesse storico.

Le cabriolet hanno una storia propria, che prosegue dal primo modello realizzato parecchi anni fa e che ancora oggi sono nei listini vendita delle varie case automobilistiche. Lo sviluppo delle auto cabrio, sia estetico che tecnico, è comunque sempre legato all’immagine originale del progetto, in modo tale da rimanere ben impresso nei cuori delle persone e sempre riconoscibile al primo sguardo. Vediamo ora quali sono le cabriolet che sono entrate di diritto tra le auto leggendarie.

Fiat 124 Sport & 124 Abarth Rally

La Fiat 124 Sport Spider è una cabrio sportiva progettatata da Pininfarina in collaborazione con Tom Tjaarda. Prodotta dal 1966 al 1985 negli stabilimenti di Pininfarina, l’auto cabrio di Fiat era destinata più che altro per il mercato americano, dove arrivò nel 1968. Sviluppata sulla base della Fiat 124 berlina, la Sport Spider era equipaggiata dal 4 cilindri bialbero da 1438 cc ed era in grado di sviluppare 90 cv a 6500 giri/min.

Nei test effettuati da Quattroruote, la Sport Spider cabrio riuscì a spuntare una velocità massima di 173 Km/h. Il motore era ospitato nel telaio della 124 berlina, appositamente modificato per riuscire a dare una maggiore rigidità torsionale, maggiore stabilità e migliorare la precisione di guida. Gli sviluppi di questa cabriolet sportiva nel tempo sono principalmente mirati alle prestazioni e a migliorare il telaio, le sospensioni e tutti i particolari che possono migliorare le prestazioni generali di questa auto cabrio.

auto cabrioAbarth 124 1972

Negli anni la 124 Spider migliora sempre di più e nel 1972 viene realizzata la 124 Abarth Rally. Questa versione speciale della cabrio Fiat, presenta differenti soluzioni tecniche per aumentare le doti sportive. Per aumentare la rigidità della vettura, la capote in tessuto, viene sostituita da un tetto rigido e viene modificato il retrotreno della macchina. La Fiat Abarth 124 Rally stradale presentata nel 1972, era motorizzata con il motore da 1756 c.c. che erogava 128 cv. Le versioni invece destinate alle competizioni, montavano propulsori molto più prestazionali, in grado di erogare 190/215 cv.

E’ poi il 1973 che nasce la Spider 124 Sport Abarth Rally nella livrea classica rossa con il cofano e baule in nero opaco. Questa cabrio restò nei listini Fiat fino al 1985 fino a quando nel 2016, venne presentata la nuova 124 Spider. La cabrio Abarth, studiata appositamente per tornare ai vertici di una categoria di auto speciali come le cabrio, punta a presentare un’auto di altissimo livello e per far questo, i tecnici Fiat hanno deciso di utilizzare componentistica di prim’ordine, come l’impianto frenante della Brembo. La 124 Sport Spider, ha fatto la storia dell’auto italiana e la storia continua…

Porsche 911 cabrio

La 911 rappresenta un’icona per la Porsche, che è rimasta sempre fedele al progetto originale. Tra le varie versioni presentate dalla casa di Stoccarda, le auto cabrio sono sempre amate dagli appassionati del marchio Porsche. Per vedere la prima Porsche 911 cabriolet, bisogna aspettare il salone di Francoforte del 1981, dove Porsche presentò una concept di un’auto cabrio a trazione integrale, e solo alla fine del 1982 vede la luce la prima macchina cabrio Porsche.

Il design di questa cabriolet è di Ferry Porsche, che voleva realizzare un’auto scoperta di taglio sportivo. Da quel momento, nei listini Porsche, sarà sempre presente un’auto cabrio. Le versioni delle 911 cabriolet avranno gli stessi aggiornamenti, sia tecnici che stilistici di tutte le altre Porsche.

Nel 1989, Porsche fa il primo restyling della 911, la cilindrata sale a 3600 c.c. e la potenza a 381 cv, e la cabrio viene proposta nella configurazione turbo.

auto cabrio Porsche 911 Turbo cabrio

Nel 1983 avviene il II° restyling della serie 993, l’ultima vera Porsche 911 perché il raffreddamento ad aria del motore boxer, viene abbandonato. Anche la 911 cabriolet viene coinvolta nel sostanziale aggiornamento che i tecnici Porsche decidono di fare. Oltre a rivedere l’estetica, si punta a rivedere la parte tecnica. Dalle competizioni vengono tratte idee per migliorare il reparto sospensioni e per la prima volta su un’auto di serie, si applica il fondo piatto per migliorare l’aerodinamica del veicolo.

La serie 996 presentata nel 1998, non ottenne grandi consensi da parte degli appassionati, in quanto il raffreddamento a liquido non piaceva. Inoltre le scelte stilistiche di questa vettura, si distaccavano notevolmente dalla linea originale della classica 911. Fu così che nel 2005 Porsche decise di fare un nuovo restyling con l’intento di ritornare allo stile delle vecchie Porsche. Anche la cabrio della 911 riprenderà le forme tanto amate dal pubblico.

auto cabrio porsche-911-carrera-4s

Negli anni successivi tutti gli aggiornamenti estetici, sono stati fatti prestando la massima attenzione a non deludere nuovamente i clienti. Gli sviluppi tecnici invece sono sempre proseguiti per migliorare le prestazioni, anche delle varie 911 cabrio. L’evoluzione tecnologica, lo stile unico e inconfondibile della 911, la rendono una delle auto cabrio più ambite ed amate.

Mazda MX-5: Miata o Eunos Roadster?

Comunque la si voglia chiamare, questa cabrio nipponica rappresenta un altro pezzo di storia dell’auto. La Mazda MX-5 è una cabrio a due posti prodotta dal 1989 e ancora tutt’oggi presente nei listini della casa automobilistica giapponese. La Miata, questo è il nome dato dagli appassionati a questa vettura, è un’auto cabrio che si è ispirata allo stile delle cabriolet italiane ed inglesi, ed è la macchina cabriolet più venduta al mondo.

auto cabrio mazda-mx5

Da quando è stata presentata la prima serie nel 198, la MX-5 ha fatto sognare tanti appassionati di auto cabriolet. Con linee molto equilibrate, questa cabrio risulta molto compatta e ben rifinita. La prima versione era equipaggiata con un 1.6 litri da 115 cv e 136 Nm di coppia. Negli anni, le cilindrate aumentano così come i cavalli vapore che i motori sviluppano, in modo tale da poter competere con la concorrenza.

Bel 1994 i tecnici nipponici, decisero di aggiornare il motore della cabrio, e optarono per il 1.8 litri da 131 cv. Fu poi nel 1997 che il centro stile della casa del Sol Levante, decise di fare il primo restyling della MX-5 per renderla più personale ed affascinante. Aggiornamenti tecnici si hanno più che altro sulla seconda versione della Miata, mirati più che altro ad aumentare la rigidità del telaio. Esteticamente, l’elemento che viene modificato e che salta subito all’occhio, è l’eliminazione dei fari a scomparsa.

Nel 2001, la modifica più sostanziale è quella che riguarda il motore, che nonostante non ci sia stato un aumento della cilindrata, la potenza saliva a 147 cv, grazie al VVT (Variable Valve Timing).

auto cabrio Mazda_MX-5_01

E’ poi nel 2005 che avviene il terzo restyling della Miata. Per quanto riguarda l’estetica, i progettisti del centro stile, si ispirano alla linea della Mazda RX-8 e alla prima MX-5 e riescono a dar vita ad un nuovo cabrio, restando però fedeli al progetto originale. Le modifiche e gli aggiornamenti continuano a proseguire e nel 2014 viene presentata la IV° serie di un’auto cabrio sempre molto bella ed originale.

Nel 2016, la nuova Mazda MX-5  Roadster, ottiene due premi prestigiosi : “World Car of the Year” e ” World Car Design of the Year 2016″. Per aggiudicarsi tali premi, Mazda si è ispirata al Kodo-Soul of Motion, la filosofia dell’arte in movimento. La nuova MX-5 RF è una cabrio molto bella e grintosa.

Bmw Z3: Istant Car

La Bmw Z3 è un’auto cabrio che fin dal suo debutto, è piaciuta così tanto alle persone, che è stata nominata “Istant car”. Una Istant car, è un’auto che avendo determinate caratteristiche ed un’estetica molto bella, entra immediatamente nelle auto di interesse storico.  La Z3 è un’autovettura cabrio a 2 posti prodotta dal 1996 a 2002, negli stabilimenti statunitensi della Bmw. Per il lancio sul mercato di questa bellissima auto, il marketing bavarese decise di puntare sul film di James Bond, intitolato Golden Eye.

auto cabrio bmw-z3

In questi 6 anni di produzione, svariate sono state le modifiche apportate a questa Roadster, tutte atte a migliorare un’auto già perfetta. Le motorizzazioni proposte da Bmw, vanno dal 2.8 litri a 3.2 litri e nel 1998 fu presentata in versione “M”, che era in grado di competere con auto del calibro della Porsche 911.

Nel 1999 ci fu il primo restyling, che riguardava principalmente la parte posteriore dell’auto. I tecnici Bmw, si concentrarono sul bilanciamento dei pesi, in modo tale da ottenere un’auto più equilibrata che fosse in grado di dare il meglio di se stessa in ogni condizione. Nel biennio successivo, le modifiche di aggiornamento della Bmw Z3 cabrio, riguardano esclusivamente i motori. Tutti le modifiche apportate ai propulsori sulle auto cabrio della gamma Z3, erano finalizzate per migliorare l’esperienza di guida ed aumentare il feeling tra auto e pilota.

auto cabrio z3m

La Z3 M Roadster è la versione più potente tra le varie cabrio di questo modello, ed oggi è tra le auto più ricercate tra i collezionisti di auto d’epoca. La Bmw Z3 uscirà di produzione nel 2002 e per onorarla, Bmw ha realizzato una versione speciale “color sepia metallic”, che è esposta nel museo Bmw. La Z3 cabrio è e sarà sempre menzionata come una delle auto più belle mai prodotte.

Mercedes-Benz SLK

Prodotta da 1996, la Mercedes SLK è un’auto cabrio con tetto rigido, di estrazione sportiva, molto compatta e leggera, ed era una diretta concorrente della Bmw Z3, e i tecnici fecero di tutto per competere ad armi pari con la Bmw. All’esordio le motorizzazioni disponibili su questa auto cabriolet erano 3, un 2.0 litri aspirato, un 2.0 litri ed un 2.3 litri con compressore volumetrico. Le potenze variano da 136 cv a 193 cv per le versioni Kompressor.

auto cabrio-Mercedes-Benz-SLK

Nel 2001 ci fu un primo restyling della Mercedes SLK e venne aggiunto il motore a 6 cilindri più performante per completare la gamma. Anche AMG presentò una versione più potente e sportiva della SLK cabrio. A listino venne inserita la SLK 32 AMG, con motore V6 da 3200 c.c. che erogava 354 cv e con una velocità massima di 250 Km/h autolimitata.

Nel 2004 i tecnici Mercedes modificarono l’SLK nella parte anteriore apportando soluzioni che derivavano dal Team di F1 McLaren. Anche nel 2008 fecero un aggiornamento estetico/motoristico e i progettisti dedicati allo sviluppo dei motori, lavorarono su due unita per migliorare le prestazioni. Seguono altri aggiornamenti, ma quello che modifica maggiormente l’estetica di questa auto cabrio, avviene nel 2012, donandole un aspetto molto aggrssivo e racing. Viene presentata la SLK 55 AMG, una vera auto cabrio racing.

AUTO CABRIO slk 55 amg

Equipaggiata con il V8 da quasi 5500 c.c. che eroga 421 cv, questa Mercedes è la più performante tra tutte le SLK mai prodotte. La SLK rimarrà nei listini Mercedes fino al 2016, quando poi verrà sostituita dalla SLC. Anche la SLK cabrio è una vettura di grande prestigio storico, molto ricercata dagli appassionati.

Tutte le auto cabrio che sono state progettate e realizzate dalle varie case automobilistiche, hanno rappresentato il sogno di molti automobilisti. In questo articolo sono state presentate solo 5 modelli speciali di auto cabrio, ma ce ne sono parecchie altre che andrebbero menzionate, ma così facendo, avrei potuto andare avanti all’infinito a scrivere. Nessuno me ne voglia male, ma ho scelto quelle che per me sono le più rappresentative di un settore molto particolare.

 

 

 

 

 

 

Pubblicato il
1 mese ago
Categorie
Automotive
Roberto Valdemburg

Appassionato di auto e di tutto ciò che le riguarda, dopo diverse esperienze lavorative in questo settore in aziende che progettano e producono componentistica specifica, ho deciso di intraprendere la carriera di Automotive Web Author e Automotive Digital Manager. Sono convinto che il digitale sia l’arma migliore per dare innovazione al settore automobilistico. Passione e competenza mi accompagnano in ogni mio articolo.

2 comments on “Le 5 auto cabrio più belle di sempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *