BuzzNews > Lifestyle > Lady Gaga Joanne: la recensione del nuovo album

Lady Gaga Joanne: la recensione del nuovo album

La recensione del nuovo, attesissimo, album di Lady Gaga Joanne.

Ne avevamo parlato per ben tre articoli, un trittico al passo con le notizie più succose ed ora eccolo, finalmete il nuovo album di Lady Gaga Joanne è disponibile per tutti i Little Monsters e non solo.

Dopo il “disastro” di ARTPOP del 2013, Lady Gaga poteva benissimo sollazzarsi all’ombra della musica pop danzereccia, portando alla luce un Born this way pt.2, un seguito del fortunatissimo album che l’ha consacrata nell’Olimpo del pop.

lady gaga joanne foto instagram

la cover del nuovo album di Lady Gaga Joanne

E invece, Stefani Geranotta ha alzato un gigantesco dito medio che nemmeno quello di Piazza Affari a Milano fatto dall’artista Maurizio Cattelan può eguagliare.

Haters, non vi temo. Ed ecco un album che svela un nuovo lato di Lady Gaga: il lato coutry.

Che il nuovo lavoro di Lady Gaga sia un’iniziazione che la farà entrare nella squad di Taylor Swift regina del country 2.0?

Di fatto sta che se c’era chi si aspettava di ballare musiche tipo Paparazzi, Pokerface o Bad Romance, dovrà attendere ancora perché Stefani Germanotta ha deciso di darsi alla musica country folk.

Dopo l’esperienza jazz con Tony Bennett, Lady Gaga prova a percorrere la strada di Miley Cyrus e Taylor Swuft, con un sound pop, conutry e a tratti folk, cosparso di immancabili ballads strappacuore.

Come accadde nel 2010 per The Fame Monster, anche in questo album Lady Gaga duetta con una delle cantanti più amate del momento. Se nel 2010 fece Telephone con Beyoncé, accompagnato con un video di 9 minuti tra galere, allure lesbienne e omicidio, 6 anni dopo l’album di Lady Gaga Joanne contiene un duetto con Florence Welch, cantante dei Florence+the Machine.

Ma come saranno le canzoni dell’ultima fatica di Lady Gaga?

lady gaga joanne foto instagram

tracklist dell’album

Diamond Heart

Una ballata ritmata, giusto per far capire al pubblico di che cosa stiamo parlando. Ha un giusto gusto pop che sconfina sul grunge, insomma, una canzone che se la cantava Courtney Love sarebbe andata molto bene lo stesso.

Bella, ha il giusto ritmo che prende, quella melodia che ti entra nella testa.

A-YO

Nata per essere un singolo, assolutamente, catchy al punto giusto, pop-dance con accenni country, come insegna Taylor Swift.

lady gaga joanne foto instagram

cover del singolo A-YO

Ma A-YO ha qualcosa in più del solo ritornello ballabile: è nuova. Insomma, ci siamo scordati le quadriglie e i balli di gruppo? A-YO si presta benissimo. Dopo 2 ascolti già la si sa e si è pronti, camicia check alla mano, bicchiere di whisky sul bancone e jeans slavati, a ballare, che sia sulla pista o a casa da soli in stanza.

A-YO è la nuova These boots are made for walking!

Joanne

Ballata super intima che nemmeno il cantautore intimista Jay Brannan potrebbe pensare, o forse propio lui e Bob Dylan potevano farla.

Dove pensi di andare ragazza? dice Gaga, la canzone è stupenda, intima, non c’è Lady Gaga la regina della dance mondiale, ma c’è Stefani Angelina JOANNE Germanotta al microfono.lady gaga joanne foto instagram

John Wayne

Altra catchy song. Il mood “ballerina di night dei film di Tarantino” non può non uscire. Dance, country, pop, tutto quello che Gaga voleva insirire in questo ultimo lavoro.

Dancin’ in circles

La prima cosa che si sente? Un certo ritmo tipo “All that she wants”. Unico brano tropical-reggae, ottimo per balli di gruppo nel campeggio alle 15 del pomeriggio in piscina il 4 luglio.

Perfect Illusion

Lead single che però non ha fatto il botto…anczi l’ha fatto al contrario. Non è piaciuta molto, e forse è quella canzone un po’ estranea al resto dell’album, anche se quando viene ascoltata nel contesto, è molto meglio che presa da sola.

Come singolo, non è il meglio, è una canzona più da warm up, infatti è la n°6 dell’album (nonostante ci sia molta più Gaga dancereccia delle ere che furono).

Million Reasons

Fazzoletti alla mano, questa è la ballad più emozionale ed emozionante.

Million Reasons è la canzone più country dell’album, puro stle dei acantanti come Blake Sheldon e addirittura Dolly Parton, dea del country.lady gaga joanne foto instagram

Sinner’s Prayer

Piccolo capolavoro.

Nel suo Lemonade, Beyoncé si cimenta nei sound della Louisiana con Daddy’s Lesson. Gaga entra nei suoni Johnny Cash, True Blood con questa canzone.

Una degna chiusura del trittico aperto da Madonna con Devil’s Pray.

Come to Mama

Il titolo potrebbe far pensare ad una canzone ghetto feat Nicki Minaj, invece è una cosa alla Daniel Powter, una happy song come non se ne sentivano dai primi 2000.

Hey Girl

Unico duetto dell’album, assieme a Gaga, Florence Welch. Se non si può chiedere di più, va bene questo. Da scrivere tra i duetti mistici come Zucchero+Dolores O’Riordan e Queen+David Bowie.lady gaga joanne foto instagram

Angel Down

Forse la canzone più debole dell’album, ma comunque una buona ballad di chiusura che fa piacere sentire, specie se si è stanchi dai balli scatenati stile cowboy fatti fino ad ora ascoltando questo buonissimo album.

A discapito della musica da discoteca, Lady Gaga ha creato una perla di buona musica.

Pubblicato il
1 anno ago
Categorie
Lifestyle
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *