La colazione del runner. Il pasto fondamentale per ogni atleta è la colazione, non va mai dimenticata 

Come in ogni sport, per mantenersi in forma e ottenere eccellenti risultati bisogna partire dalla prima colazione. Questo è il primo e fondamentale pasto della giornata, non deve mai mancare.

1. La colazione del runner: Perché fare colazione è importante 

Dopo 7-8 ore di sonno dobbiamo inserire benzina nel nostro motore, l’organismo ha bisogno di fare il pieno di energie per la ripresa dell’attività fisica. La colazione del runner dovrà essere un pasto completo ed abbondante che consenta di affrontare  l’intera mattinata. Se si prevede di andare a correre, poi, occorrerà prestare una particolare cura nella sua preparazione perché un corpo abituato a una sana ed equilibrata colazione ha migliori prestazioni fisiche e mentali. Consumare un’abbondante colazione è certamente una buona abitudine, se poi amiamo correre non possiamo proprio permetterci di saltarla, essa è indispensabile. Una regola generale e sempre valida è che i pasti non si saltano e non si devono mai dimenticare, in particolare la colazione.

È giusto ribadire che nella prima mattinata non deve mancare l’assimilazione di alimenti, quindi mai correre a digiuno. In teoria bisognerebbe consumare la colazione due ore prima di andare a correre, ma se disponiamo di poco tempo o se possiamo correre solo nelle prime ore del mattino, alzarsi due ore prima sarà alquanto improbabile. In questo caso una fetta biscottata integrale potrebbero fare al caso nostro, in alternativa una barretta energetica o della frutta seccaSe dalla tua corsa alla colazione passano più di due ore, non deve mancare uno spuntino per introdurre un po’ di energia.

2. La colazione del runner: Qualche consiglio per una buona colazione 

Un runner, come tutti gli sportivi, deve essere molto attento alla propria alimentazione perché i tempi si migliorano soltanto con il sacrificio e con un sano nutrimento. La colazione del runner rispetta la regola del giusto equilibrio tra carboidrati, grassi e proteine e si basa sostanzialmente sul tipo mediterraneo che appunto comprende proteine, carboidrati e grassi. Forse non esiste una regola precisa per una colazione perfetta, ma esistono alcune tracce da seguire, per esempio la maggior parte dei nutrizionisti sportivi dice che deve essere composta dal 60% di carboidrati, il 30% di grassi, il 10% di proteine.

Tra i carboidrati possiamo optare per delle fette biscottate o del pane integrale e al posto dello zucchero è meglio usare miele. Consiglio un bicchiere di latte di soia o ad alta digeribilità o uno yogurt magro, non deve mancare anche un frutto di stagione. Infine è importante l’assimilazione dei grassi buoni con una piccola porzione di frutta secca, noci, mandorle o nocciole. Sono sempre da preferire i prodotti integrali e non raffinati in quanto migliori per la salute e più facili da digerire. Ricordiamoci che quando pensiamo di uscire per un lungo o per una gara di parecchi km e saremo quindi soggetti ad intenso sforzo fisico, dovremo introdurre nel nostro corpo molte più energie del solito. Bisogna fare sempre attenzione a ciò che si mangia, sarà fondamentale per le nostre performance, ma soprattutto per la salute.


Pubblicato il
9 mesi ago
Categorie
Running & Fitness
Massimiliano Faroldi

Nato a San Secondo nella provincia di Parma il 23/03/1983, cresciuto a Fiorenzuola d’Arda. Ho un intrapreso un percorso di studi artistico. A Parma mi sono Diplomato come Maestro e Grafico pubblicitario, a Milano ho frequentato il triennio di Grafica d’Arte presso l’Accademia delle belle arti di Brera. Ho completato gli studi con un biennio in Fotografia presso la scuola Bauer. Attualmente mi occupo di Graphic Design e di Fotografia.

Le mie grandi passioni sono: natura, fotografia e sport. Amo il paesaggio e ogni genere di sport, in particolare ho una venerazione per la corsa. Da parecchi anni sono un Runner amatoriale, mi piace raccontare esperienze personali e dare consigli per arricchire il viaggio di chi vuole avvicinarsi a questa splendida disciplina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *