Il Fuorisalone debutta all’Isola Design District

L’Isola Design District è la novità dell’edizione del Fuorisalone 2017. Come di consueto la fiera del Salone Internazionale del Mobile di Rho sarà affiancata da esposizioni, workshop ed eventi che si svolgeranno in tutta la città durante la Design Week.

Dal 4 al 9 aprile designer emergenti, artigiani e professionisti delle industrie creative si ritroveranno presso gli showroom di aziende di arredamento e design e in spazi espositivi più o meno tradizionali. Anche quest’anno si prevede una grande affluenza di visitatori e scommettiamo che la nuova location non deluderà.

Fuorisalone 2017: qualcosa di nuovo

Isola Design District

Il Bosco Verticale del quartiere Isola

Il Fuorisalone conquista una nuova area della città. Si tratta del quartiere Isola che sarà animato da un fitto calendario di iniziative. Gli splendidi edifici saranno la cornice di incontri con artigiani e designer internazionali. Il mondo del design abbraccerà la moda, il food e la tecnologia.

Il tema dell’ecologia per esempio coinvolge professionalità diverse volte ad escogitare sistemi innovativi. Il Fuorisalone 2017 affronta la tematica attraverso l’opera dell’artigiano Pietro Algranti. Nelle sue mani i materiali di scarto rivivono come arredi di ultima generazione.

All’ombra del Bosco Verticale i giovani designer avranno l’opportunità di farsi conoscere esponendo i loro progetti presso lo studio fotografico di Gianni Rizzotto. Il suo loft quest’anno sarà sede della seconda edizione del Milano Design Market e dell’installazione Suspended Garden costituita dalle lampade Schneid vincitrici del German Design Award.

Isola Design District oltre a Brera Design District

Un distretto del design ormai storico: Brera

Calcheranno le scene del palcoscenico di Piazza Gae Aulenti creativi provenienti da tutto il mondo. Il Giappone sarà protagonista con la presenza di designer del calibro di Kensaku Oshiro. Il Fuorisalone sarà l’occasione per presentare la sedia da lui disegnata per il ristorante Keisuke Matsushima di Nizza presso il nuovo studio di Via della Pergola.

L’Isola Design District oltre a costituire un’ulteriore vetrina per prodotti di design costituirà un polo d’arte. Diverse sono infatti le mostre organizzate. Spicca Obstacles and Solutions negli spazi dello storico locale Frida. Gli ostacoli e le soluzioni a cui si riferisce il titolo dell’esposizione sono quelli affrontati dai designer durante la progettazione dei prodotti. Le creazioni di designer affermati affiancheranno quella delle nuove leve.

Anche gli studenti iscritti al Politecnico di Milano – Scuola di Design avranno la possibilità di partecipare iscrivendosi al concorso Isola Is con il quale potranno ideare un piano di comunicazione visiva del quartiere. Il mondo dell’Università sarà coinvolto anche in questa edizione con l’invasione di campo presso i cortili della Statale. Qui, come da 19 a questa parte, sarà allestita una installazione artistica.

Fuorisalone 2017

Isola Design District oltre al Salone del Mobile

Fiera di Milano Rho, sede del Salone Internazionale del Mobile

Il Fuorisalone è una manifestazione che riscuote ogni anno molto successo. Non tutti sanno però che la sua storia comincia oltre trent’anni fa. L’idea è nata dalla volontà di affiancare il Salone Internazionale del Mobile con una serie di eventi al di fuori della sede fieristica.

La loro organizzazione autonoma avrebbe così coinvolto anche gli showroom della città. Di anno in anno i quartieri coinvolti sono aumentati fino ad otto. Tortona, Brera, Ventura e Ventura Centrale si animano durante la Design Week con iniziative del mondo del design, del food, del fashion e della comunicazione.

Dagli anni ’80 le aziende di arredamento e design hanno promosso sul mercato internazionale i loro prodotti al Salone Internazionale del Mobile, fiera che dal 2006 ha sede nell’avveneristico polo di Rho. I brand emergenti  spopolano per le vie della città nell’ambito di un progetto di marketing territoriale e urbano in continuo divenire.

Il Fuorisalone 2017 sarà caratterizzato dalla contaminazione tra soggetti di provenienza territoriale e di settore diversi come avviene nella società attuale.

Author
Published
1 mese ago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *