BuzzNews > Lifestyle > Hyundai IONIQ, la fusione di innovazione, eco-sostenibilità, tecnologia

Hyundai IONIQ, la fusione di innovazione, eco-sostenibilità, tecnologia

Hyundai IONIQ: l’innovazione alla portata di tutti

Dopo averne parlato per mesi, finalmente è giunto il giorno della IONIQ: Hyundai ci ha fatto toccare con mano la sua grande novità, un’auto dove l’eco-sostenibilità e la tecnologia più all’avanguardia si incontrano per dare vita ad un progetto del tutto innovativo. Il gioiello della casa coreana è stato presentato nel contesto prestigioso di Villa Erba: seguendo l’hashtag #IONIQattitude, si potrà seguire tutto quanto viene condiviso a proposito dell’auto.

IONIQ è un progetto sviluppato pensando alla tecnologia, al design, all’ambiente e quindi anche alla società di oggi. Sicuramente IONIQ rispecchia a pieno la filosofia dell’azienda coreana basato sulla continua ricerca di innovazione e un futuro sostenibile al servizio delle persone. Dietro al claim “New Thinking. New Possibilities” c’è molto di più: c’è una missione di Hyundai che ha portato allo sviluppo di un prodotto che incarna in se il concetto di e-mobility. IONIQ è una vera e propria pietra miliare delle auto in serie con tre diverse motorizzazioni elettriche: IONIQ ibrida, IONIQ ibrida plug-in e IONIQ elettrica.

Hyundai Ioniq

Hyundai IONIQ: un design aerodinamico

La Hyundai IONIQ si propone come nuova berlina innovativa, racchiudendo in se tutti i comfort della guida convenzionale insieme a quelli che sono i vantaggi ambientali ed economici della guida elettrica, inseriti in un design dalle forme sofisticate e allo stesso tempo accattivanti e raffinate. La carrozzeria nasce da uno studio attento degli aspetti aerodinamici, ed è composta da componenti dalle alte prestazioni che insieme garantiscono una perfetta armonia. Osservando a fondo le forme, sembra che ogni singolo particolare sia stato scolpito dal vento, tanto da conferirle linee morbide, eleganti ma allo stesso tempo aggressive. Lo studio della linea ha permesso di raggiungere un ottimo risultato in termine di coefficiente aerodinamico (Cx), che è garantito anche dalla “coda quasi tronca”, pari a 0,24: questi le garantisce di posizionarsi ai vertici della sua categoria.

Hyundai IONIQ

Molto interessanti sono i fari e la mascherina forata che insieme ad un muso appuntito le conferiscono un’aspetto aggressivo e sportivo, che si bilancia con l’elegante morbidezza delle linee della carrozzeria. Inoltre le motorizzazioni della IONIQ si distinguono anche con una serie di colori dai dettagli differenti: blu sull’ibrida, argento sulla plug-in e rame sull’elettrica.

Gli interni multimediali della IONIQ

L’abitacolo della Hyundai IONIQ è multimediale: sono infatti disponibili i sistemi operativi Android Auto e Apple CarPlay, insieme alla possibilità di caricare il proprio telefono wireless. Ciò che colpisce di più degli interni è sicuramente la plancia sviluppata in orizzontale con uno schermo da 7 pollici, abbinato ad un volante ergonomico dotato di inserti cromati che accentuano la sensazione di sportività. Anche negli interni Hyundai ribadisce la sostenibilità costruttiva con l’utilizzo di materiali Ecologici e sempre eleganti.

Hyundai Ioniq

Anche in chiave di sicurezza la IONIQ non bada a spese. Tutte le motorizzazioni sono dotate del sistema di frenata autonoma d’emergenza, il sistema di mantenimento della corsia di marcia e il controllo dell’angolo cieco che avvisa quando un’auto sta sopraggiungendo da una corsia parallela. Molto interessante anche il cruise control adattivo, che è in grado di adattare la propria velocità di crociera con quella dell’auto che precede, assicurando così il mantenimento della distanza di sicurezza.

La IONIQ ibrida e la versione elettrica saranno disponibili rispettivamente tra fine settembre e fine ottobre 2016. Per la versione Plug-in invece, è previsto il lancio in Italia nella primavera 2017.

Per capire meglio cosa c’è dietro la IONIQ, A Cernobbio, durante l’evento per la stampa, ne abbiamo parlato con Paolo Tamborini, Head of Product di Hyundai Motor Company Italy.

Il disegno di un’auto ibrida è bene o male “obbligato”. Cosa differenzia la IONIQ dalle altre?

Obbligato dipende dai punti di vista. Oggi alcuni competitors stanno trasportando i contenuti tecnologici su aspetti più tradizionali. È ovvio che se si vogliono raggiungere livelli di efficenza importanti l’aerodinamica e quindi il design sono fortemente impattanti: IONIQ rappresenta di fatto una sorta di grande compromesso in tal senso. Ottenere un coefficiente di resistenza dichiarato di 0,24 all’aria significa a ver fatto tantissimo da questo punto di vista.

Quando diciamo che l’aerodinamicità ha impattato fortemente sulle scelte del design è una cosa corretta.

“Certo. Quei  valor, quegli obiettivi di aerodinamica sono irraggiungibili se non si prendono tutta usa serie di accorgimenti che non sono solo la copertura del fondo della vettura ma ovviamente ci sono dei parametri a livello di disegno di carrozzeria che sono assolutamente da rispettare.

Guardando l’auto ciò che risalta è la sua aggressività. Cosa lega l’eleganza degli interni all’aggressività esterna?

La sportività è uno degli elementi chiave: efficenza da una parte, perchè ovvio stiamo parlando di vetture ibride – elettriche, dall’altra parte però design e piacere di guida che si lega con il concetto di sportività secondo me. E quindi è perfettamente azzeccato il ragionamento.

La mia tesi universitaria si basava sull’ecosostenibilità Non l’ho fatto perchè era una tendenza ma perchè ci credo. Voi avete sposato realmente questo concetto?

Attualmente stiamo iniziando. Questo è un progetto estremamente credibile anche a dimostrazione che lo sforzo si sta appunto concretizzando non sono solo parole ma è un progetto molto completo e credibile. E mi sembra che questa vettura lo dimostri a pieno.

[Photo by Hyundai Italia]

Pubblicato il
1 anno ago
Categorie
Lifestyle
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *