BuzzNews > Tecnologia > Hi-Tech > Instagram Stories: non solo Superzoom, anche Stop Motion (Passo Uno)

Instagram Stories: non solo Superzoom, anche Stop Motion (Passo Uno)

Instagram Stories continua a crescere: doppiato Snapchat

Le Instagram Stories, nate clonando gli Snap di Snapchat, sono sicuramente il tipo di contenuto che, negli ultimi anni, ha avuto maggiore successo tra quelli dei social media. Già da qualche mese abbiamo parlato, in merito al confronto tra queste due piattaforme, del sorpasso di Instagram Stories su Snapchat in termini di utenti. Il perché? Credo onestamente sia da ricercare nella tipologia delle due piattaforme, in quanto Instagram è riuscita ad aggiungere un contenuto completamente coerente e funzionale alla piattaforma già esistente, che in essa si è integrato come il pezzo mancante di un puzzle, perfettamente.

In una piattaforma già visuale, che però era vista per molti utenti come formale, la cui pubblicazione di contenuti necessitava di pianificazione, è stata inserita una tipologia di contenuto coerente, come già detto, che arricchisce la stessa di informalità, di genuinità dei contenuti, di immediatezza. Meno filtri su Instagram Stories, dettati soprattutto dalla temporaneità dei contenuti, visto che le Stories, come ben sappiamo, spariscono dopo 24 ore.

Nella recente comunicazione dei risultati finanziari trimestrali, come riportato dal sito statunitense TechCrunch, vediamo come le Instagram Stories abbiamo raggiunto e superato i 300 milioni di utenti, arrivando quasi a doppiare Snapchat (i cui ultimi dati parlano di 173 milioni di utenti). Una crescita enorme e costante per le storie, che registrano un riscontro particolarmente positivo anche su WhatsApp, anche qui toccando quota 300 milioni di utenti. Questo dato è molto interessante, perché praticamente ci racconta il successo di creare delle storie che siano visibili solo da coloro che hanno il nostro numero di telefono, quindi da un pubblico più intimo, ristretto.

instagram

Fonte immagine: Wokandpix https://pixabay.com/it/users/Wokandapix-614097/

Novità senza sosta

Periodicamente su Instagram arriva una nuova funzionalità. Qualche giorno fa, in occasione del rilascio degli adesivi a tema Halloween, è stata introdotta, proprio su Instagram Stories, la nuova modalità di scatto Superzoom. Si tratta di un ingrandimento della visuale della fotocamera progressivo, con tanto di colonna sonora a supportare il climax. Può essere utilizzata in diverse modalità di creazione contenuti, anche con creatività: per esempio per mostrare lo sguardo “assassino” del proprio gatto che cerca di dormire sul divano, o l’avvicinamento di grosse nuvole cariche di pioggia all’orizzonte.

C’è stata anche, però, la distribuzione di un altro strumento, che come riportato da The Verge, sarebbe però per il momento solo in fase di test. Il nuovo strumento, visibile nell’immagine in cima al post (che io ho sulla mia app Instagram – mi trovate come @acareddu) consente di scattare una serie di fotografie che, come nella più tradizionale delle immagini animate, verranno poi messe in serie dall’applicazione a formare una sorta di video da pubblicare sulla propria Storia (o scaricare e pubblicare altrove, ovviamente). La nuova funzionalità si chiama Stop Motion, mentre nella versione italiana è stata chiamata Passo Uno, anche se in futuro, qualora e quando questa dovesse essere rilasciata ufficialmente, potrebbe presentare un nome differente.

Anche in questo caso, con Passo Uno, sono tante le possibili applicazioni: in generale, mostrare un avvenimento in maniera dinamica ma per punti chiave, senza dover registrare video che, magari, potrebbero contenere dei momenti morti, o in cui sono presenti degli elementi che disturbano la composizione del contenuto che si vuole creare. Instagram, insomma, continua a fornire agli utenti strumenti per dare sfogo alla propria fantasia, e a noi utenti questo non può che far piacere.

Avete già la nuova funzione Passo Uno? Se si, cosa ne pensate? Ditecelo con un commento sotto al post!

Pubblicato il
2 settimane ago
Categorie
Hi-Tech
Andrea Careddu

Andrea CaredduSono nato nel 1994 in una piccola città del centro Sardegna. Dopo il Diploma sono fuggito dall’Isola e ora, dopo la laurea in Informazione, Media e Pubblicità all’Università di Urbino, studio sempre ad Urbino Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Appassionato originariamente solo di videogames e console, mi occupo da ormai diversi anni di tecnologia, con particolare attenzione a smartphone e computer. Mi piace esprimermi però anche su tematiche più impegnate e vicine a cultura e società, con la speranza un giorno di scrivere per professione. Mi puoi leggere su ACareddu.it e News and Coffee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *