BuzzNews > Tecnologia > Web & Social Media > Instagram Stories: cosa sono e come crearne una

Instagram Stories: cosa sono e come crearne una

L’importanza dei contenuti temporanei

Mai sentito parlare delle Instagram Stories? Probabilmente sarete in pochi a rispondere negativamente a questa domanda, mentre se dovessi chiedere quanti sanno cosa siano effettivamente, il numero di risposte negative potrebbe salire, e questo non è motivo di stupire. Le Instagram Stories infatti, così come tutti i contenuti temporanei introdotti negli ultimi anni sui principali social media, sono indirizzate principalmente ad un target giovane, e derivano da Snapchat e dai suoi snap, i sostanzialmente il primo tipo di contenuto temporaneo ed effimero che sia diventato mainstream.

Questo stesso tipo di contenuto è molto intrigante per i più giovani, spesso definiti come in fuga da Facebook, in cerca quindi di piattaforme in cui non sia necessario programmare o riflettere troppo prima di pubblicare un post. Questo è ciò che negli anni scorsi è stato offerto da Snapchat e, più di recente, da Instagram (ma anche WhatsApp, Facebook, Messenger) con le Instagram Stories.

Come creare post Instagram Stories

Creare una Instagram Stories è semplicissimo. La funzionalità è limitata alla versione mobile del social media, percioò avrete bisogno di uno smartphone o un tablet, e di aver scaricato l’applicazione Instagram (da Google Play su Android o App Store su iPhone/iPad). A questo punto – ovviamente – è necessario che abbiate un account Instagram. Se non ne avete uno non vi preoccupate, la sua creazione è estremamente semplice, potete anche scegliere di accedere via Facebook per non dover inserire manualmente tutte le informazioni.

Ora siete pronti, e potete creare il vostro primo contenuto su Instagram Stories. Le storie possono essere create utilizzando contenuti non precedenti alle ultime 24 ore, oppure utilizzando direttamente la fotocamera interna di Instagram, per creare il contenuto in-app (consiglio questa seconda opzione, con cui è possibile accedere più semplicemente alle funzionalità di Instagram Stories). Per pubblicare un contenuto dal rullino fotografico bisogna comunque passare per la camera interna di Instagram, alla quale si accede, dalla home, con uno scorrimento da sinistra verso destra. A questo punto potrete accedere, con uno swipe verticale, ai contenuti delle ultime 24 ore. Oppure, come già detto, scegliere uno dei formati offerti da Instagram e creare sul momento la vostra storia.

Le tipologie di Instagram Stories

Sono diverse le tipologie di contenuti che è possibile creare utilizzando le Instagram Stories. Aprendo la fotocamera interna dell’app vi troverete di default nella modalità Normale, con cui registrare un video o scattare una foto esattamente come dalla fotocamera del vostro smartphone: basta un clic per scattare una foto, mentre per registrare un video è necessario mantenere la pressione sul bottone apposito. Di fianco al pulsante di scatto (vale in tutte le modalità) ci sono: a sinistra impostazione flash/scena notturna e accesso al rullino, a destra invece tasto per passare dalla camera interna a quella esterna (e viceversa) e tasto per attivare le animazioni del volto in realtà aumentata.

instagram stories

Fonte immagine: Instagram

Scorrendo, sotto al pulsante della registrazione, verso sinistra o destra, troverete diverse modalità oltre a quella Normale. A sinistra è situata la modalità In diretta, che consente come dice il suo nome di iniziare una trasmissione in livestreaming che, una volta terminata, sarà disponibile e quindi visibile da parte degli utenti per le successive 24 ore.

Scorrendo verso destra troverete invece la modalità Boomerang, che vi consente praticamente di creare dei brevi video che una volta terminati tornano indietro nella loro riproduzione, a partire da 10 foto scattate in sequenza. Basta premere il tasto centrale e la funzionalità scatta e assembla le immagini automaticamente. Nessuno sforzo.

Ancora a destra troverete la modalità All’indietro che, come dice il nome stesso, consiste nella registrazione di un video che poi verra riprodotto al contrario. Immaginate per esempio di riprendere un gatto che salta giù da un muretto: nella riproduzione sembrerà che il gatto stia saltando sopra il muretto, all’indietro, sfidando ogni legge della fisica.

Ultima ma non in ordine di importanza, la modalità Senza tenere premuto, che vi permette di registrare un video più liberamente, non avendo l’obbligo di tenere il dito sopra il pulsante della registrazione come già visto nella modalità Normale.

Come personalizzare il contenuto

Se avete scattato una foto alla Tour Eiffel (o registrato un video), probabilmente qualcuno lo avrà già fatto prima di voi, dunque il vostro contenuto rischia di essere abbastanza monotono e ripetitivo. È a questo punto che Instagram Stories consente di scatenare la vostra creatività, offrendo diversi strumenti per la personalizzazione, che trovate nella parte superiore della schermata nella fotocamera di Instagram, solo dopo aver registrato, scattato, o scelto il contenuto dalla galleria che volete pubblicare. Non dimentichiamo anche gli effetti applicabili ai contenuti, per cui è sufficiente fare swipe orizzontalmente, sempre una volta scelto il contenuto.

instagram stories

Fonte immagine: Instagram

I tool offerti da Instagram Stories sono:

  • Adesivi: includono tutte le emoji e sticker interattivi per luoghi ed hashtag
  • Disegni manuali: è possibile disegnare o inserire scritte manuali nei vostri contenuti
  • Testo: se non siete grandi artisti, potete utilizzare del testo scritto digitalmente (possibile anche taggare altri utenti con l’editor testuale utilizzando la classica formula @nomeutente)

Perché su Instagram il formato funziona meglio di Facebook

Come già accennato in apertura di questo post, le Instagram Stories non sono l’unica tipologia di contenuto temporaneo all’interno delle app di proprietà Facebook, anzi. Negli ultimi mesi i contenuti di questo tipo sono stati integrati su Messenger (Day), su WhatsApp (Status) e anche sull’app principale Facebook. Se avete mai fatto caso a quanti dei vostri amici utilizzino effettivamente e con continuità le storie di Facebook, probabilmente avrete notato che la quantità di contenuti non è minimamente paragonabile a quella di Instagram Stories. Perché?

Le storie funzionano su Instagram per maggiore coerenza con la piattaforma. 💡 Click to Tweet

In breve questa è la motivazione. Su Instagram il contenuto principe è visuale: che sia un video, un video in diretta, una foto, un insieme di foto, in ogni caso è visuale. Su Facebook invece ci sono i link, le news, gli aggiornamenti di stato, i gruppi, ecc. Instagram e le Instagram Stories funzionano perfettamente (tanto che le Instagram Stories hanno più utenti di Snapchat) perché il contenuto temporaneo è perfettamente integrato con la piattaforma stessa, e va a potenziare un insieme di funzionalità che già di per sé erano estremamente interessanti per gli utenti.

Pubblicato il
1 mese ago
Categorie
Web & Social Media
Andrea Careddu

Andrea CaredduSono nato nel 1994 in una piccola città del centro Sardegna. Dopo il Diploma sono fuggito dall’Isola e ora, dopo la laurea in Informazione, Media e Pubblicità all’Università di Urbino, studio sempre ad Urbino Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Appassionato originariamente solo di videogames e console, mi occupo da ormai diversi anni di tecnologia, con particolare attenzione a smartphone e computer. Mi piace esprimermi però anche su tematiche più impegnate e vicine a cultura e società, con la speranza un giorno di scrivere per professione. Mi puoi leggere su ACareddu.it e News and Coffee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *