BuzzNews > Tecnologia > Web & Social Media > Instagram, per i business possibile programmare i post

Instagram, per i business possibile programmare i post

Instagram, fine dei salti mortali per programmare

Negli anni soprattutto per le aziende, la creazione e la gestione di post su Instagram nella propria comunicazione è sempre stata qualcosa di molto oscuro. Infatti, la piattaforma non ha mai avuto né consentito ufficialmente la programmazione dei post, considerando la stessa come una pratica da contrastare, perché contraria all’idea di condivisione di un momento, all’idea dell’azione in tempo reale: vedo, scatto, condivido. Certo è che questo potrebbe funzionare (e nemmeno tanto bene) con un privato, ma con un’azienda decisamente no, visto che la pianificazione dei contenuti è fondamentale a livello strategico.

Così le aziende stesse (e i social media manager relativi) hanno dovuto utilizzare servizi di terze parti non proprio ottimali dal punto di vista della sicurezza, oppure fare dei grandi giri, come quello di Hootsuite, ovvero programmare i post che però non vengono pubblicati ma arrivano sullo smartphone con una notifica, già pronti per la pubblicazione che però deve essere manuale. O ancora, da quando sono state introdotte le bozze, preparare i post e lasciarli qui pronti per la pubblicazione. Insomma, non è stato un sistema molto comodo, ma le cose su Instagram stanno cambiando ufficialmente.

Ecco, finalmente, la programmazione dei post

La piattaforma di condivisione immagini ha infatti annunciato ufficialmente l’introduzione della possibilità di programmare i post su Instagram, una notizia che ha fatto sicuramente tanto piacere a chi utilizza questo strumento. Non a tutti però, perché si tratta di una funzionalità accessibile (per il momento) solo agli utenti business. Come affermato in occasione del lancio della funzionalità dal CEO di Hootsuite sul blog di Instagram Business, la programmazione dei post per Instagram è stata la principale richiesta dei 16 milioni di utenti del servizio, che ora possono gestire grandi volumi di contenuti, diversi membri dei team di gestione di un account e più account con facilità ed in sicurezza.

instagram pianificazione hootsuite

instagram pianificazione hootsuite

E non è un caso che la citazione su post del blog Business di Instagram sia del CEO di Hootsuite, perché la possibilità di programmare i post è limitata ai servizi partner di Facebook e dello stesso Instagram. Un esempio su tutti è proprio Hootsuite. La funzionalità dunque non è integrata sull’applicazione, ma nelle API della piattaforma, anche se è viva la speranza per l’introduzione della pianificazione direttamente in-app – difficile prevedere come, si creerebbe una situazione abbastanza caotica rispetto alla semplicità attuale dell’app stessa.

Altra interessante informazione, stavolta proveniente dal sito USA The Verge, è che la possibilità di programmare i post è sì, al momento, limitata ai profili business, ma verrà estesa ai profili standard entro inizio 2019. Come già accennato, è sensato che Instagram non abbia introdotto prima questa funzionalità, in nome della condivisione in tempo reale. Sono stati però nei mesi scorsi diversi gli elementi che hanno mostrato un cambio di direzione, da Snapchat che non differenzia graficamente i post creati al momento o caricati dalla galleria, alla possibilità di caricare Instagram Stories con contenuti più vecchi di 24 ore.

Il real time sembra essere passato un po’ in secondo piano, in favore del mantenimento degli utenti e della possibilità per gli stessi di pubblicare più contenuti. Se sia o meno la strada giusta sarà il tempo a dirlo, sicuramente si aprono più porte per la creazione di contenuti, così come sarà più semplice gestire i post per le aziende con la programmazione ufficialmente disponibile, anche se limitata al momento alle foto, escludendo video e Stories.

Pubblicato il
3 mesi ago
Categorie
Web & Social Media
Andrea Careddu

Andrea CaredduSono nato nel 1994 in una piccola città del centro Sardegna. Dopo il Diploma sono fuggito dall’Isola e ora, dopo la laurea in Informazione, Media e Pubblicità all’Università di Urbino, studio sempre ad Urbino Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Appassionato originariamente solo di videogames e console, mi occupo da ormai diversi anni di tecnologia, con particolare attenzione a smartphone e computer. Mi piace esprimermi però anche su tematiche più impegnate e vicine a cultura e società, con la speranza un giorno di scrivere per professione. Mi puoi leggere su ACareddu.it e News and Coffee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *