Il design italiano vuo’ Fa’ L’Americano

Il design italiano punta al mercato statunitense. I motivi sono la crescita generale dell’economia e soprattutto un consistente aumento delle vendite di prodotti di arredo – design negli Stati Uniti nel 2016. Inoltre dopo il tracollo dell’export verso gli USA nel 2009, nel 2015 è stato toccato il record di crescita delle esportazioni.

Il mercato immobiliare americano in ripresa fa ulteriormente ben sperare. Ciò anche in relazione al fatto che gli Stati Uniti non hanno una produzione interna di mobili di fascia alta.

Al di là dei dati economici, i designer italiani hanno da sempre conquistato i cuori degli Americani. Le loro creazioni sono apprezzate come i capi d’alta moda. Gli abiti firmati dalle griffe italiane e gli arredi frutto della creatività del nostro Paese colpiscono l’immaginario del Paese a stelle e strisce.

Il design italiano punta al mercato USA

Il mercato statunitense e l’amore per il design italiano

Il mercato statunitense delle costruzioni e della compravendita immobiliare cresce, ma gli USA non hanno una loro produzione di arredo – design. Infatti il Paese è il principale importatore di prodotti di arredamento al mondo. Allora perché non approfittarne. Oltretutto le linee di arredamento prodotte in Italia piacciono molto oltreoceano.

Certamente la competizione è forte da parte della grande distribuzione e dei paesi emergenti. Tre quarti dei mobili acquistati dagli americani provengono dalle maggiori catene che sono cresciute non poco negli ultimi anni. Il secondo attacco all’esportazione italiana in USA arriva dalle nazioni leader nella produzione di merci a prezzi concorrenziali.

Così l’Italia non è attualmente sul podio tra gli esportatori di mobili negli Stati Uniti. Però detiene il primato per quanto riguarda la fascia alta del mercato.

L’arredo – design italiano alla conquista del west

Il design italiano punta al mercato USA

Il design italiano ha cominciato quindi la conquista del Paese a stelle e strisce già dal 2016. La politica protezionistica di Trump non fa paura dato che almeno per il momento non sono previsti dazi sulle importazioni per i prodotti di design.

L’Italia dopo la costa est punta soprattutto alla conquista del mercato della costa ovest: la California, Los Angeles e San Francisco. Ambisce anche al mercato del Mid – West con l’Oregon e Chicago e al ricco Texas. Si sa che il mito italiano in terra americana ha sempre avuto il suo fascino e il nostro design è un po’come una garanzia di qualità; ma perché? Al successo hanno contribuito diversi fattori tra cui il grande schermo.

L’arredo – design italiano in salsa americana

Da sempre la moda e l’arredamento italiani sono considerati di buon gusto. Sarà per l’effetto nostalgia dei ruggenti anni ’60 quando il design italiano andava forte e produceva pezzi ancora fonte di ispirazione; sarà per le forme caratteristiche che uniscono funzionalità ed estetica; ma l’arredo – design italiano va tutt’ora alla grande. Anzi. I pezzi firmati dai designer del Bel Paese entrano nelle case statunitensi anche attraverso il grande schermo.

La magia del cinema ha contribuito a celebrare pezzi iconici che sono apparsi in scenografie di film di grande successo. La lampada Arco dei fratelli Achille e Piergiacomo Castiglioni per esempio appare in ben tre pellicole girate recentemente. Arco arreda il lussuoso appartamento del miliardario play boy Tony Stark protagonista di Iron man interpretato da Robert Downey Jr. Inoltre aggiunge eleganza al salotto in una scena del film Closer con Natalie Portman, Julia Roberts, Jude Law e Clive Owen e nel fantasy Twiligh.


Autore
Pubblicato il
4 mesi ago
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *