43 anni fa andava in onda la prima puntata dell’indimenticabile telefilm Happy Days, che ancora oggi è una delle serie più amate e ricordate

Il 15 gennaio del 1974, andava in onda sulla ABC la primissima puntata di Happy Days, sit-com prodotta da Garry Marshall, che celebrava il cosiddetto “sogno americano”. La serie ebbe un enorme successo di pubblico e andò in onda dal 1974 al 1984, arrivando alla sua 11esima stagione e totalizzando 255 episodi in tutto.

Trama e personaggi

happy days

Happy Days è ambientato a cavallo dagli anni ’50 e ’60 (presumibilmente dal 1951 al 1962) e narra le vicende della famiglia Cunningham, residente nella ridente cittadina di Milwaukee nel Wisconsin. I Cunningham, sono composti dal capofamiglia Howard (Tom Bosley), sua moglie Marion (Marion Ross), e dai figli Chuck, Richie (Ron Howard) e Joanie (Erin Moran). Il figlio maggiore, Chuck, comparve solo sporadicamente durante le prime due stagioni, per poi scomparire e lasciando il posto ai soli due figli adolescenti. La loro storia si intreccia poi con altri personaggi, in particolare con gli amici di Richie: Ralph Malph (Donny Most), Warren detto “Potsie” (Anson Williams) e Arthur Fonzarelli, detto Fonzie (Henry Winkler). Forse tutti non sanno, che quello che divenne il personaggio più amato, all’inizio avrebbe dovuto avere un ruolo marginale, ma poi si trasformò a tutti gli effetti in un membro aggiunto della famiglia. Punto di riferimento per tutti i ragazzi, e dove si svolgono la maggior parte delle vicende, è la tavola calda Arnold’s, di proprietà di Arnold Del Vecchio (Al Molinaro).

Colonna Sonora


Chi non si ricorda della bellissima sigla di Happy Days? È bene sapere però che non è sempre stata questa. La prima serie infatti, era musicata da Rock Around the Clock di Bill Haley (che aveva addirittura registrato una nuova versione del brano appositamente per la serie), che però fu presto rimpiazzata con la sigla originale. Ovviamente la colonna sonora era piena zeppa di brani leggendari, come Hound Dog di Elvis Presley, The Great Pretender dei The Platters, Bye Bye Love dei The Everly Brothers, e Mona Lisa di Nat King Cole tra i tanti.

Spin-Off

happy days mork

Il successo generato dalla serie, ne creò molte altre in cui si svilupparono le storie di alcuni personaggi, che nella serie originale avevano fatto in genere soltanto una comparsa. Il più famoso fu sicuramente Mork & Mindy, prima apparizione televisiva in assoluto del compianto Robin Williams, nelle vesti di un bizzarro alieno venuto sulla Terra. Per chi non lo sapesse, Mork fece la sua prima comparsa proprio in un episodio della quinta stagione di Happy Days, in un sogno di Richie. Gli altri furono Laverne & ShirleyLe ragazze di Blansky, Out of the Blue (mai andata in onda in Italia) e Jenny e Chachi.

Curiosità

happy days 2

In generale, quando gli sceneggiatori di una serie vogliono eliminare un personaggio e sono indecisi sul da farsi per spiegare la sua assenza finendo semplicemente per farlo scomparire nel limbo, è detto proprio Sindrome di Chuck Cunningham. Qualcuno si ricorda per caso del fratello di Richie e Joanie? No? Ecco, appunto.

Il detto Jumping The Shark (Saltare lo squalo) fa sempre parte del gergo cinematografico-televisivo e ancora una volta, deriva proprio da Happy Days. Il termine, è utilizzato normalmente per indicare il momento in cui una serie televisiva o una saga cinematografica, raggiunge il suo picco più basso o il suo punto di non ritorno. L’inconsapevole personaggio fautore della sua nascita fu proprio Fonzie, che in un episodio della quinta stagione saltò letteralmente uno squalo facendo sci nautico.

Tra le comparse illustri c’è anche quella di un giovane Tom Hanks, che in un episodio, interpretò un vecchio compagno delle elementari di Fonzie in cerca di vendetta dopo uno spiacevole episodio capitato durante la loro infanzia.

La rock band americana degli Weezer, nel 1994, rese omaggio alla serie tv con il video di Buddy Holly, diretto dal geniale regista Spike Jonze. Ovviamente la band non è mai apparsa in un episodio della serie, come molti erroneamente pensano.

Nel 2008, la cittadina di Milwaukee omaggiò il personaggio di Fonzie facendo erigere una statua di bronzo con le sue fattezze.

I protagonisti oggi

happy days 3

Quasi tutti i protagonisti principali, hanno continuato la loro carriera nel mondo dello spettacolo e non sono finiti nel dimenticatoio, anzi. Come tutti ben sappiamo, Ron Howard è diventato un famosissimo regista (lasciò la serie proprio per questo motivo) e ha vinto un premio Oscar per A Beautiful Mind, ma lo ricordiamo anche per Cocoon, Apollo 13, Cinderella Man, Il Codice Da Vinci, e recentemente per l’ottimo documentario sui Beatles Eight Days A WeekHenry Winkler, l’indimenticabile Fonzie, è produttore, regista e scrittore. Inoltre, ha recentemente recitato in moltissime serie televisive. Anche Anson Williams (Potsie) è diventato regista e ha diretto molti episodi di alcune serie tv degli scorsi anni, come Beverly Hills 90210, Melrose PlaceStreghe. Donny Most (Ralph Malph) è doppiatore e disegnatore di vignette satiriche. Marion Ross (la signora Cunningham) non ha mai smesso di lavorare sia nel cinema che in televisione, così come il suo “consorte televisivo” Tom Bosley, fino alla sua morte avvenuta nel 2010 per infarto.” Due anni fa, si è spento anche Al Molinaro (Arnold), all’età di 96 anni.

Author
Published
2 mesi ago
Categories
Cinema e Serie TV
Donata Bellan

Donata- l’età non si dice. Peter Pan al femminile. Laureata in scienze dei beni culturali prima e in visual cultures e pratiche curatoriali poi. Scrivo cose, faccio dolci, vado a concerti (troppi) e penso che i sabato sera più belli siano quelli passati con un buon vinile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *