BuzzNews > Automotive > Guida autonoma: partnership Bmw, Fca, Intel e Mobileye

Guida autonoma: partnership Bmw, Fca, Intel e Mobileye

Guida autonoma: proseguono gli studi

Come scrivevo qualche tempo fa nell’articolo dedicato alla guida autonoma, questo è un progetto globale che coinvolge tutti i costruttori di auto e le grandi aziende di tecnologie cognitive e che è sempre in evoluzione.

La guida autonoma è come la corsa all’oro e nessuno ne può rimanere escluso. La joint-venture tra Bmw, Intel e Mobileye, che da tempo si sta occupando di questo progetto, si arricchisce con la partecipazione di Fca.

Guida autonoma Fca

A questo punto del progetto, questa partnership, deve sviluppare la guida autonoma al livello 3 e 4, iniziando a fare i test su strada entro la fine del 2017.

Il progetto della guida autonoma è stato suddiviso in 5 livelli:

  • Livello 1: La gestione dell’auto è completamente gestita dal conducente che riceve solamente delle informazioni relative ad eventuali pericoli.
  • Livello 2: L’automobile governa accelerazione e frenata assistita e anticollisione e tutto il resto è gestito dal guidatore.
  • Livello 3: L’auto è in grado di guidare da sola, gestendo accelerazione, frenata e direzione. Il guidatore può intervenire nell’eventualità si presentino delle problematiche.
  • Livello 4: L’auto ha le stesse funzionalità del livello 3, con in più il controllo del traffico. Il conducente può riprendere il controllo totale dell’auto.
  • Livello 5: L’auto si guida completamente da sola, è la presenza del guidatore è inesistente.

Guida autonoma

Fca contribuirà con risorse di ingegneria è metterà a disposizione 40 autovetture per lo studio del software necessario per raggiungere il livello 3 della guida autonoma. Oltre agli aspetti tecnici che Fca dovrà affrontare, sarà suo compito iniziare a mettere le basi per le future strategie di vendite sul mercato del nord America, in quanto ad oggi è la casa automobilistica con i maggiori volumi di vendita.

Forte dell’esperienza acquisita con Google sempre nell’ambito della guida autonoma, Sergio Marchionne è giustamente convinto che il contributo da parte di Fca possa dare degli ottimi risultati e ha dichiarato: ” per migliorare la tecnologia di guida autonoma è fondamentale dar vita a partnership tra produttori di autoveicoli e fornitori di tecnologie e componenti”.

A supprto di quanto detto, è intervenuto il presidente del consiglio di gestione Bmw Harald Kruger, dichiarando: “con Fca come nostro partner, rafforziamo il nostro percorso per creare con successo la più rilevante soluzione avanzata, trasversale ai costruttori automobilistici, per i livelli da 3 a 5 sul piano globale”.

Facendo leva su i punti di forza che ogni azienda partecipante al progetto di guida autonoma ha, è unendo le singole competenze, credo si riesca ad ottenere degli ottimi risultati. Vedremo gli sviluppi di questo progetto è speriamo di vedere al più presto un’auto che si guida da sola.

Guida autonoma

Pubblicato il
1 mese ago
Categorie
Automotive
Roberto Valdemburg

Appassionato di auto e di tutto ciò che le riguarda, dopo diverse esperienze lavorative in questo settore in aziende che progettano e producono componentistica specifica, ho deciso di intraprendere la carriera di Automotive Web Author e Automotive Digital Manager. Sono convinto che il digitale sia l’arma migliore per dare innovazione al settore automobilistico. Passione e competenza mi accompagnano in ogni mio articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *