Quale paesaggio preferiamo: mare, città o montagna?

E’ importante godersi il paesaggio mentre si corre. E’ provato che correre in mezzo a un bellissimo paesaggio ci farà sentire meglio e sarà meno faticoso. Allenandosi in un bel luogo si corre più a lungo perchè c’è bisogno di meno ossigeno, dunque il cuore e i polmoni si sforzano meno. L’importante è correre all’aria aperta ed anche la mente ne trarrà giovamento.

1. Godersi il paesaggio mentre si corre: Correre in montagnaGodersi il paesaggio mentre si corre

Durante le vacanze estive, molti runner optano per il mare, ma chi sceglie la montagna può indubbiamente godere di viste indimenticabili. La corsa in montagna è davvero piacevole, soprattutto durante i mesi primaverili quando le temperature sono miti e il paesaggio si colora di variopinte fioriture. Consiglio di rallentare e di gustare appieno il paesaggio, inoltre respirando a pieni polmoni l’aria fresca e ricca di ossigeno, il nostro corpo non potrà fare altro che esserci grato. Allenarsi in montagna potrà rivelarsi impegnativo perchè i percorsi sono in pendenza e irregolari e le insidie sono dietro l’angolo. Anche se ci sentiremo bene sarà opportuno non strafare, i percorsi disconnessi richiedono un maggiore sforzo muscolare, quindi è bene procedere per gradi e con la dovuta cautela e cercare di evitare le ore più buie. Chi ha la pelle delicata dovrebbe proteggerla con un’adeguata crema solare senza dimenticarsi di bere tanta acqua. Correre in montagna con le giuste precauzioni, può offrire la possibilità di rigenerare la mente. I paesaggi sono mozzafiato, l’aria è pura e libera dalla fastidiosa umidità, la corsa sarà davvero piacevole.

2. Godersi il paesaggio mentre si corre: Correre al mareGodersi il paesaggio mentre si corre

A chi non piacerebbe correre sulle rive del mare durante un’incantevole tramonto o alle prime luci dell’alba? Con paesaggi così sarà davvero piacevole e faremo meno fatica, inoltre un bel paesaggio ci fornirà nuove energie mentali. Tuttavia, anche il runner amante del mare dovrà fare attenzione. E’ buona cosa iniziare l’attività fisica nelle prime del mattino, evitando le ore più calde, utilizzando il cappellino o la bandana e non dimenticando di avere con sé dell’acqua fresca o trovare punti di ristoro. Praticare attività fisica in vacanza vuole dire esplorare luoghi nuovi, sarà bello correre liberamente senza vincoli, consiglio comunque di non perdere mai di vista il lungomare per non perdersi. Non tutti i runner amano correre sul lungomare, alcuni preferiscono avventurarsi nell’entroterra, in questi casi sarà sufficiente fare un giro di perlustrazione nei giorni precedenti o farsi accompagnare da qualcuno del posto. In ogni caso l’importante è godersi la vista del paesaggio e divertirsi godendo di ciò che la natura ci regala.

3. Godersi il paesaggio mentre si corre: Correre in cittàGodersi il paesaggio mentre si corre

Molti runner, non hanno la possibilità di godersi il paesaggio tra i monti o al mare per vari motivi, in questi casi non resta che correre in città. Correre in città non è molto emozionante e gratificante, il paesaggio è caotico e spesso ripetitivo e non appaga l’occhio, ma fortunatamente abbiamo diverse soluzioni per rendere la corsa più interessante. Consiglio di uscire in aperta compagnia o ancora meglio di correre in aree attrezzate come parchi naturali, in mezzo al verde e agli animali, sarà certamente appagante alla vista ed aiuterà mente e spirito. Per chi è impossibilitato a raggiungere i parchi, in mancanza di altro sarà possibile optare per il centro, forse non sarà così divertente ma avremo la possibilità di scaricare le tensioni nervose della giornata. E’ importante fare particolare attenzione al traffico e rendersi ben visibili verso sera, i lampioni non sono sempre sufficienti. Come già ribadito in precedenza, anche chi corre in città, deve sempre avere a disposizione dell’acqua da bere. Correte, liberate la mente e divertitevi!

Published
4 mesi ago
Categories
Sport
Massimiliano Faroldi

Nato a San Secondo nella provincia di Parma il 23/03/1983, cresciuto a Fiorenzuola d’Arda. Ho un intrapreso un percorso di studi artistico. A Parma mi sono Diplomato come Maestro e Grafico pubblicitario, a Milano ho frequentato il triennio di Grafica d’Arte presso l’Accademia delle belle arti di Brera. Ho completato gli studi con un biennio in Fotografia presso la scuola Bauer. Attualmente mi occupo di Graphic Design e di Fotografia.

Le mie grandi passioni sono: natura, fotografia e sport. Amo il paesaggio e ogni genere di sport, in particolare ho una venerazione per la corsa. Da parecchi anni sono un Runner amatoriale, mi piace raccontare esperienze personali e dare consigli per arricchire il viaggio di chi vuole avvicinarsi a questa splendida disciplina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *