BuzzNews > Intrattenimento > Giornate FAI 2016: I 7 importanti luoghi d’arte aperti

Giornate FAI 2016: I 7 importanti luoghi d’arte aperti

Giornate FAI 2016: 7 luoghi da visitare assolutamente

Arrivano le domeniche di primavera, e con loro tornano le Giornate Fai. Per l’edizione del 2016, precisamente la n° 1920, I luoghi FAI da visitare gratuitamente sono ben 900 sparsi per tutta la penisola Italica, la prima giornata del FAI parte proprio oggi lunedì 14 marzo 2016, continuando ininterrottamente fino a domenica 20 marzo. Il Fondo Ambiente Italiano vi farà scoprire itinerari ed ambienti inediti, alle volte nemmeno aperti ai turisti, posti che nemmeno pensavate di riuscire a visitare ma dai quali siete sempre stati attratti. In questo articolo non parliamo solo delle Giornate FAI 2016, ma vi proponiamo 7 luoghi da visitare assolutamente, 7 luoghi ricercati e piuttosto inconsueti, 7 luoghi dal fascino infinito ma che non godono di molta pubblicità, come ne godono invece, ad esempio, il Castello Sforzesco di Milano oppure il Colosseo di Roma.

1. Giornate FAI 2016 Varese: Villa della Porta Bozzolo

Giornate FAI 2016: Villa della Porta Bozzolo Foto da casalzuigno.va.it

Giornate FAI 2016: Villa della Porta Bozzolo Foto da casalzuigno.va.it

Ci troviamo a Varese, precisamente a Casalzuigno, appena fuori Milano. Quella che stiamo per visitare nelle Giornate FAI 2016, è la Villa della Porta Bozzolo, 5 secoli di storia vissuti prima come residenza di campagna, poi come Villa di Rappresentanza. Potete visitare sia l’interno di essa, realizzato in puro stile Rococò, sia il parco esterno, una meraviglia costituita da imponenti terrazze che accolgono anche uno stupendo affresco rappresentante un’antica edicola. Se vi trovate in Lombardia questa settimana, consideratela una tappa obbligatoria.

2. Giornate FAI 2016 Torino: Castello e Parco di Masino

Giornate FAI 2016: Castello e parco di Masino, Caravino. Foto da fuoritg.blog.rai.it

Giornate FAI 2016: Castello e parco di Masino, Caravino. Foto da fuoritg.blog.rai.it

Alle porte di Torino, c’è Caravino, un paese che possiede uno dei castelli più famosi per quanto riguarda le Giornate FAI, il castello di Masino ed il suo parco, nel quale si svolgono eventi e manifestazioni durante tutto l’anno e dove troviamo la Strada dei 22 giri, un mozzafiato percorso panoramico. Il castello ha una storia di 10 secoli, e per tutto questo tempo è stato di proprietà dei conti Valpenga. Al suo interno ci si immerge direttamente nell’atmosfera seicentesca, fatta di enormi sale con grandi finestre che danno sulla Serra di Ivrea, affreschi e ricchi arredi fanno da padroni, e il tutto risulta così importante ed imponente da ammutolire anche la persona più logorroica. Estremamente meritevole.

3. Giornate FAI 2016 Genova: Abbazia di San Fruttuoso

Giornate FAI 2016: Abbazia San Fruttuoso foto da urbanpost.it

Giornate FAI 2016: Abbazia San Fruttuoso foto da urbanpost.it

L’Abbazia San Fruttuoso si trova a Camogli, più precisamente a Capodimonte, in un insenatura nella zona costiera di Portofino. Per quanto riguarda le Giornate FAI 2016, questa è una tappa ricca di storia secolare, infatti la sua costruzione è datata intorno al decimo secolo d.C. e si può arrivare ad essa soltanto via mare. L’Abbazia è stata un luogo di culto fino al 1.600 circa, per poi essere abbandonata e successivamente acquisita per essere utilizzata come abitazione. Nel 1983 viene donata al FAI dai Doria Pamphili. Inutile dire che a San Fruttuoso si respira un’aria antica grazie alla chiesa ed al museo che si trova all’interno, senza parlare poi della torre e del Chiostro in stile romanico. Tutt’attorno ad essa si estende il parco, particolarmente bello e curato che regala un’indescrivibile vista sulla baia.

4. Giornate FAI 2016 Assisi: Bosco di San Francesco

Giornate FAI 2016: Bosco San Francesco, Assisi. Foto da nanopress.it

Giornate FAI 2016: Bosco San Francesco, Assisi. Foto da nanopress.it

Una lunga passeggiata porta sempre benessere interiore, perchè allora non approfittare delle Giornate FAI 2016 per scoprire boschi incantati? Il Bosco di San Francesco ad Assisi ne è un esempio perfetto, un’immersione totale nel verde della natura che circonda la Basilica di Assisi, un tripudio di alberi e sentieri, dai quali si può scorgere l’antica presenza delle monache benedettine. Oltre a questo universo color smaraldo infatti, possiamo godere della vista di un antico ospedale, una chiesa, un vecchio monastero e di un mulino, il tutto non più in uso ma tenuto sempre ottimamente e restaurato in caso di neccessità. Una passeggiata dai mille volti e dalle eccezionali sorprese.

5. Giornate FAI 2016 Tivoli: Parco Villa Gregoriana

Giornate FAI 2016: Parco Villa Gregoriana, Tivoli. Foto da turismoroma.it

Giornate FAI 2016: Parco Villa Gregoriana, Tivoli. Foto da turismoroma.it

Se le fate esistessero davvero, sicuramente vivrebbero nel Parco Villa Gregoriana di Tivoli, un luogo magico ed incantato, nel quale la Disney potrebbe benissimo ambientare un suo film. L’acropoli romana di Tivoli si trova proprio sopra il parco, mentre passeggiate infatti potete osservale le antiche rovine di questa stupefacente civiltà, ma non merita una visita durante le Giornate FAI 2016 solo per questo, anche se effettivamente potrebbe bastare come pretesto! Oltre a tutto il verde del Parco Villa Gregoriana, ci troviamo attorniati pure da una grande quantità di cascate naturali, da profonde gole rocciose che tanto hanno ispirato antichi poeti e da anfratti creati dalla natura e dall’uomo. Una meraviglia per gli occhi ma anche una consolazione per il cuore.

6. Giornate FAI 2016 Napoli: La Baia di Ieranto

Giornate FAI 2016: Baia di Ieranto. Foto da noporama.it

Giornate FAI 2016: Baia di Ieranto. Foto da naporama.it

A Napoli, più precisamente a Massa Lubrense, troviamo il Tempio delle Sirene, e no, Disney anche in questo caso non c’entra niente! Parliamo della spettacolare e mozzafiato Baia di Ieranto, una piccola insenatura circondata dalla natura e da rocce che si tuffano a strapiombo nel golfo di Salerno. La leggenda, fin dall’antichità, narra che in questo luogo incantato le sirene costruirono il loro alloggio e che con i loro canti attiravano i naviganti verso le rocciose pareti della baia. Questa credenza è arrivata fino a noi, si dice infatti che l’eco del loro canto si può ancora udire nel silenzio di Ieranto. Le parole non servono, questo luogo è indescrivibile e, se ne avete la possibilità, approfittate delle Giornate FAI 2016 per visitarlo, magari facendo il percorso pedonale che parte da Nerano Alta e si estende per 3,5 km fino al raggiungimento della Baia di Ieranto. Una lunga passeggiata ricca di uliveti e muretti a secco, il tutto impreziosito da un vento che sfiora il viso e da una vista meravigliosa e strabiliante.

7. Giornate FAI 2016 Agrigento: Giardino della Kolymbethra

Giornate FAI 2016

Giornate FAI 2016: Giardino della Kolymbethra foto da perlacitta.it

Il Paradiso si trova in realtà in Sicilia? Forse. Dopo aver visitato il Giardino della Kolymbethra ne avrete quasi la certezza. Questi 5 ettari composti da ogni tipo di albero, ad esempio noci, ulivi, mandorli, palme, allori, gelsi, peri, agrumeti di ogni tipo, carrubi e chi più ne ha più ne metta, si trova ad Agrigento, nel cuore della Valle del Templi, in concessione FAI dal 1999. Questa enorme macchia verde è uno dei siti archeologici e naturalistici più importanti a livello nazionale che però alla fine degli anni 90 si trovava in stato di abbandono. Una volta entrato il Fondo Ambiente Italiano a prendersi cura di questa meraviglia, i restauri e la manutenzione del luogo sono a scadenza periodica e, grazie a questa meticolosa attenzione, sono venuti alla luce anche alcuni Ipogei prima sotterrati dalla folta vegetazione. Se amate in modo spasmodico la natura e non vi pesa liberarvi di pensieri e comodità, il Giardino della Kolymbethra è il luogo adatto voi.

L’Italia è un Paese stupendo, un Paese unico nel suo genere, ma tendenzialmente si va a visitare solo città, luoghi famosi e molto pubblicizzati. Noi abbiamo approfittato di questo vento positivo regalato dalle domeniche di primavera e dalle Giornate FAI 2016, per farvi conoscere posti emozionanti ma dei quali si parla poco, troppo poco, sperando che vengano rivalutati nella giornata del FAI dai più. Scappate dalla città, immergetevi nel verde, nell’antichità, nell’acqua più bella d’Europa!

L’elenco di tutte le strutture aperte lo trovi qui.

 

Pubblicato il
1 anno ago
Categorie
Intrattenimento
Alice Pituello

alice-pituelloNel 1984 una ridente cittadina friulana è passata alla storia per la nascita di una splendida bimba di nome Alice, poi peggiorata con l’età.
Ossessiva compulsiva da parte di padre, apprensiva da parte di madre, complottista nell’anima e proprietaria di un carattere particolarmente pignolo ed esasperante. Lunatica il venerdì, il sabato e ogni primo del mese, il resto del tempo oscilla tra il felice ed il nevrotico.
Scrive per il proprio piacere personale e per equilibrare il suo IO bipolare. Si farà conoscere meglio tramite le sue elucubrazioni, Peggio per voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *