BuzzNews > Lifestyle > Moda > Gianni Versace: a 20 dalla scomparsa, il ricordo è immutato

Gianni Versace: a 20 dalla scomparsa, il ricordo è immutato

A 20 anni dalla sua scomparsa, il mito di Gianni Versace è ancora forte nella memoria e nei cuori

Erano le 9.03 del mattino del 15 luglio 1997 quando una telefonata avvisò il mondo che Gianni Versace era morto a Miami.

Nessuno ci voleva credere inizialmente. Poi la cruda verità: Gianni era stato assassinato da Andrew Cunanan, tossicodipendente pluriomicida, che gli sparò alle spalle sulle scale di Villa Casaurina, la residenza Versace di Miami.

gianni versace tribute

il saluto a Gianni (foto Instagram @versace)

Ancora oggi, il dolore per quella perdita improvvisa ed ingiusta, pervade i cuori del fashion system, di chi ha amato Gianni come uomo, come amico, parente, artista della moda.

Lo stile di Gianni Versace nella cultura mondiale

Opulente, dorato, eccessivo sul filo del rasoio. Lo stile di Gianni Versace era, ed è, teatrale, borderline, sul confine fra chic e too much.

Nato a Reggio Calabria nel 1946, Gianni si approccia alla moda grazie alla madre sarta. Il suo stile è la trasposizione di quella Calabria che è Magna Grecia, mare, commistione di stili, arte e storia.

gianni versace

Gianni al termine di una sua sfilata

“Reggio è il regno dove è cominciata la favola della mia vita: la sartoria di mia madre, la boutique d’Alta Moda. Il luogo dove, da piccolo, cominciai ad apprezzare l’Illiade, l’Odissea, l’Eneide, dove ho cominciato a respirare l’arte della Magna Grecia”.  Così raccontava la sua città nel 1992.

Lo stile Versace è inconfondibile: colori, stampe, ricercatezza di tessuti e tagli. Se Giorgio Armani è l’icona dello stile sobrio, anni ’80, della donna in carriera e dell’uomo perfetto, Versace crea una donna potente, femminile, una pantera fiera di essere donna e che non ha paura di osare con tagli, colori, tessuti. L’uomo è una trasposizione moderna di Apollo, di Ares, degli dèi greci scolpiti su pietra. Lo stile Versace è Ars et Eros.

La leggenda vuole che in una chiacchierata con Armani, Gianni defì così le loro due visioni di donna: “Giorgio, tu vesti le mogli, io vesto le prostitute”. Vera o no, questa frase famosa esprime in pieno i due fronti della moda: Gianni Versace è la donna sensuale e sessuale, Armani è la donna composta, impegnata, la donna in carriera degli anni ’80.

gianni versace

Christy Turlington in una campagna pubblicitaria Versace

Versace nella cultura moderna

Gianni Versace non è soltanto uno stilista, un artista, un personaggio noto la cui tragedia ha cambiato la moda. Lo stile Versace è parte della cultura italiana e internazionale. Le sue stampe iconiche, i suoi vestiti passati alla storia, le citazioni e i tributi, i personaggi consacrati dai suoi abiti, Gianni Versace è tutto questo. Ecco alcune curiosità:

  • Al funerale di Gianni, in Duomo a Milano, era presente Lady Diana, che 40 giorni dopo scompare nell’incidente in macchina nel tunnel dell’Alma. Elton John e Sting hanno cantato The Lord is my Sheperd durante la celebrazione in chiesa.
  • Un abito blu di Gianni Versace trasforma la “principessa triste” Lady Diana Spencer in Lady D., icona di stile degli anni ’90.gianni versace lady d
  • Lo storico abito nero con spille da balia indossato alla prima di Quattro matrimoni e un funerale (1994), rende famosa una sconosciuta Elizabeth Hurley, che era presente come fidanzata di Hugh Grant.

    hurley in gianni versace

    Elizabeth Hurley con l’abito Versace che l’ha resa famosa

  • Gianni Versace trasforma le modelle in top model e consacra quelle che ora sono fra le donne più belle e pagate della moda. Naomi (la sua pupilla), Linda Evangelista, Claudia Schiffer, Carla Bruni e Cindy Crawford sono alcune fra le supermodelle “inventate” da Gianni Versace.

    gianni versace

    Gianni e le sue modelle (1991)

  • La medusa del logo Versace viene dai mosaici delle terme di Reggio Calabria.
  • Il 10 ottobre 1986, Gianni Versace viene insignito del titolo di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, su iniziativa del Presidente della Repubblica.
  • Patty Pravo ha indossato un abito in metal mesh (il tessuto di maglia metallica inventato da Gianni) a Sanremo nel 1984.
  • Nel 2004, Elton John dedica a Gianni il suo concerto allo stadio di Reggio Calabria.
  • Lady Gaga, durante l’era Born this way, ha vestito capi d’archivio di Gianni Versace. Nella sua apparizione all’Euro Pride di Roma nel 2011, indossò un abito vintage Versace.

  • Bruno Mars nel suo nuovo album canta una canzone dal titolo Versace on the floor, dove invita una ragazza a lasciar cadere a terra il suo abito Versace. Anche altri hanno dedicato canzoni al brand Versace, come i Migos e i Plastic.
  • Donatella Versace ha celebrato il fratello nella sua ultima collezione uomo-donna, che ha sfilato il 17 giugno 2017 a Palazzo Versace, in via Gesù, storica casa di Gianni a Milano.
Pubblicato il
1 mese ago
Categorie
LifestyleModa
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *