BuzzNews > Intrattenimento > Musica > Frank Zappa: 10 curiosità su un genio della musica

Frank Zappa: 10 curiosità su un genio della musica

Il 21 Dicembre del 1940 nasceva a Baltimora Frank Zappa, chitarrista, produttore, attore, ma anche direttore d’orchestra. A 75 anni dalla sua nascita lo ricordiamo con 10 curiosità.

Molti sanno chi è Frank Zappa ma pochi conoscono la sua musica, un genere non etichettabile. Ironico, eccentrico, controcorrente, nella sua carriera ha sperimentato diversi generi, nei suoi tantissimi dischi si trova rock, blues, progressive, cabaret, musica classica, orchestrale. 75 anni fa nasceva Frank Zappa ecco 10 curiosità di un genio della musica.

1. Frank Zappa: musicista prolifico

frank zappa

credit: evening standard-getty images

Frank Zappa, oltre che geniale, fu un musicista molto prolifico: 59 album pubblicati tra il 1966 e il 1993 anno della sua morte (più altri 32 album postumi). Nel 1968, 1969 e 1970 pubblicò 3 dischi ogni anno, nel 1979 i dischi furono 4 (tra cui un doppio e un triplo album). Stessa cosa anche nel 1984.

2. Una battuta velenosa

Nel 1966, dopo l’uscita del suo primo album, Freak Out, Zappa andò come ospite in tv allo show di Joe Pyne, veterano di guerra senza una gamba. Frank si presentò trasandato e con i capelli lunghi, Pyne, noto per le sue reprimende contro i capelloni, disse “sembra una signorina”, Zappa rispose “e lei sembra un tavolino”.

3. La chitarra di Hendrix

frank zappa

credit: it.wikipedia.org

Tra le tante chitarre possedute da Frank Zappa, c’era anche la Fender Stratocaster che Jimi Hendrix bruciò alla fine del concerto al Miami Pop Festival il 18 Maggio 1968. Zappa, presente al festival, la recuperò da un tecnico, la restaurò e utilizzò solo in sala d’incisione.

4. Un’annata tragica

Nel Dicembre del 1971 durante un concerto al Casinò di Montreaux un razzo segnaletico sparato dal pubblico provocò un incendio, episodio immortalato nel brano Smoke On The Water dei Deep Purple. Una settimana dopo al Rainbow Theater di Londra un fan lo fece cadere dal palco provocandogli gravi fratture e una lesione permanente alla laringe. Tornò a esibirsi solo un anno dopo.

5. La lotta alla censura

frank zappa

credit: AP Photo/Lana Harris

Nel 1985 Zappa, con altri musicisti, parlò al Senato degli Stati Uniti in un’audizione sui contrasti con il PMRC , il comitato che censurava i testi delle canzoni. Definì il loro lavoro “un tentativo di eliminare la forfora tramite la decapitazione”. Un anno dopo, il suo album Jazz From Hell fu censurato per il titolo ambiguo di un brano: il disco era solo strumentale.

6. L’odio per le droghe

Franz Zappa odiava ogni tipo di droga, con i suoi musicisti era molto duro, dispotico e pretendeva moltissimo. Se scopriva che qualcuno del gruppo faceva uso di droghe lo allontanava immediatamente.

7. Frank Zappa e la PFM

La Premiata Forneria Marconi conobbe Zappa durante la registrazione in California del disco Jet Lag e per la versione inglese del loro album Passpartù del 1978, tentarono di coinvolgerlo per i testi. Franz Di Cioccio racconta che volò a Londra per sottoporgli i testi ma, complice anche una brutta figura, non convinse Zappa.

8. Frank Zappa e l’Italia

Il legame di Frank Zappa con l’Italia è molto forte: il padre Francis era di Partinico (Palermo) e anche la madre, casalinga degli Stati Uniti, aveva origini italiane. Inoltre una via e un’aula di una scuola elementare di Partinico sono intitolate a lui, così come una strada di Agropoli (Salerno) e un parco a Grottaminarda (Avellino).

9. Miami Vice

frank zappa

credit: youtube.com

Zappa ha partecipato come attore in un episodio di Miami Vice, la serie tv della Nbc andata in onda tra il 1984 e il 1989. Recitò nell’episodio intitolato Payback, andato in onda nel Marzo del 1986 e interpretava il ruolo di Mario Fuente.

10. Frank Zappa: una citazione

Sempre sarcastico e controcorrente, Zappa spesso colpiva con le sue affermazioni e commenti. Chiamato a commentare il Live Aid, il grande concerto benefico del 1985, disse: “Credo sia stato il più grosso piano di riciclaggio di denaro sporco di tutti i tempi”.

Autore
Pubblicato il
2 anni ago
Categorie
Musica
Tag
Fabio Banzato

fabio-banzatoFabio Banzato: classe 1962, da sempre innamorato di musica e della radio, conduce il suo primo programma a Radio Cooperativa Legnano nel 1983. Nel 1990 passa a Radio Reporter come tecnico di bassa frequenza. Qui conduce notiziari e interviste e nel 2003 diventa giornalista pubblicista. Nel 2006 il passaggio a Radio Number One come tecnico, giornalista e fonico di regia. Dal 2000 al 2013 si occupa di Radio Eurospin, radio in-store della catena di discount alimentari. Dal 2013 collabora con Parlarealmicrofono.it, sito dedicato ai professionisti della comunicazione in pubblico e radiotelevisiva. Negli ultimi anni si è dedicato con passione al mondo web e al social marketing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *