Francesco Rosi film più belli: le 7 pellicole più belle del regista napoletano

Francesco Rosi film più belli. Oggi un’altra fetta del cinema italiano ci lascia: è morto Francesco Rosi. Non solo l’Italia ma tutto il mondo ricorda questo grande artista, in quanto la sua popolarità ha superato i confini del Belpaese. Trovare i film più belli di Francesco Rosi non è cosa semplice, in quanto il suo palmares è davvero molto ricco. Ci proviamo, proponendo quei film più belli di Francesco Rosi, capace di raccontare con semplicità e spesso amarezza, il malaffare italiano.

francesco-rosi-film-più-belli

Francesco Rosi film più belli: le 7 più belle pellicole del regista napoletano

Scopriamo quindi questa piccola classifica Francesco Rosi film più belli, andando a scavare anche in una Italia delle contraddizioni, dove il malaffare si mescola con la politica e la vita apparentemente libera e civile dei suoi cittadini.

Francesco Rosi film più belli: I Magliari

Apriamo l’analisi di Francesco Rosi film più belli, con quello che vede nel cast un Alberto Sordi in una delle rarissime  interpretazioni drammatiche. Nel cast insieme a lui, tra gli altri, Renato Salvatori, Aldo Giuffrè e Belinda Lee. Nel film Francesco Rosi racconta la vita disonesta degli italiani emigrati in Germania, dove esportano il sistema mafioso anche nel paese tedesco. Superbo Alberto Sordi che giova di una grande interpretazione anche di Renato Salvatori.

Francesco Rosi film più belli: Salvatore Giuliano

Il film è riconosciuto come uno dei capolavori del cinema italiano, premiato con un Orso a Berlino per la categoria “miglior regista” e ben tre nastri d’argento. Il film ripercorre la storia dell’uccisione del bandito Salvatore Giuliano, il bandito assoldato per combattere a favore dell’indipendenza della Sicilia nel secondo Dopoguerra, di cui si rinvenne il corpo senza vita, morte avvenuta in maniera misteriosa. Curiosità di questo che è uno dei film più belli di Francesco Rosi: il film venne ambientato negli stessi luoghi in cui si svolgono le vicende, e il cast di attori è formato da non professionisti, come anche l’attore che interpreta lo stesso Salvatore Giuliano, Pietro Cammarata, che era un tranviere palermitano.

 Francesco Rosi film più belli: Le mani sulla città

Con questo film Francesco Rosi dimostra gran coraggio. In quanto si tratta di un vero e proprio film denuncia, dove vengono narrati gli accordi e la corruzione dilaganti a Napoli, tra il malaffare e lo stato nel campo dell’edilizia. Il film viene ambientato nella stessa Napoli, dove la speculazione edilizia degli anni ’60, stava distruggendo il volto storico della città.

 Francesco Rosi film più belli: C’era una volta…

“C’era una volta…” è un film con il quale Francesco Rosi sorprende il cinema, in quanto si stacca dai soliti film dal contenuto politico e malavitoso, per proporre un film del filone fantastico. La pellicola fu voluta con molta insistenza dal produttore Carlo Ponti, e nel suo cast figurano Sophia Loren (non a caso visto il produttore) e Omar Sharif, che arrivava dal grandissimo successo del “Dottor Zivago”. Anche per la sua differenziazione, va annoverato tra i film più belli.

 Francesco Rosi film più belli: Il caso Mattei

Non si può pensare a Francesco Rosi film più belli, ed estromettere il film che lo ha reso “antipatico” anche verso le multinazionali del petrolio: “Il caso Mattei”. Il film è una vera e propria inchiesta sulla misteriosa morte dell’ingegnere italiano, morto a causa di un incidente aereo avvenuto in circostanze misteriose. Tanto misteriose, da portare all’uccisione del giornalista Mauro De Mauro che lo stesso Francesco Rosi ingaggiò per proseguire le indagini sul caso, utili per la stesura del film. Sublime l’interpretazione di Gian Maria Volontè nei pani di Enrico Mattei.

 Francesco Rosi film più belli: Lucky Luciano

Senza dubbio Gian Maria Volontè diventa l’attore con il quale Francesco Rosi costruisce un sodalizio importante: infatti ricompare anche in questo film, che è senza dubbio uno dei più belli di Francesco Rosi, dove Volontè interpreta Salvatore Lucania detto “Lucky Luciano”, incontrastato boss italoamericano a New York, che venne rimandato in Italia perchè “persona indesiderata” nell’immediato secondo dopo guerra, nel 1946.

 Francesco Rosi film più belli: Cristo si è fermato a Eboli

Ancora Gian Maria Volontè, al quale Francesco Rosi affianca Irene Papas e Lea Massari. Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Carlo Levi “Cristo si è fermato a Eboli”, ambientato in Lucania negli anni ’30, quando in Italia il fascismo dettava le regola di vita, dividendo la popolazione tra favorevoli e dissidenti.

Con la morte di Francesco Rosi tornano alla memoria anche quegli anni così duri dell’Italia, che sono stati solo l’anticamera di quando oggi viviamo, che sicuramente il regista ancora oggi se avesse avuto quella stessa vena giovanile, avrebbe raccontato con ancora più amarezza. Con il ricordo di Francesco Rosi film più belli, si vuole omaggiare il registra non solo bravo, ma anche molto coraggioso.

Author
Published
2 anni ago
Categories
Intrattenimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *