BuzzNews > Intrattenimento > Curiosità > fiori di bach a cosa servono: scopriamone l’uso

fiori di bach a cosa servono: scopriamone l’uso

Cosa sono i fiori di bach e come possiamo usarli

I fiori di bach sono un rimedio che è entrato, ormai, nell’immaginario collettivo. Infatti essi sono diventati quasi il simbolo delle cure alternative omeopatiche e della floriterapia. Che cosa sono, però, esattamente, questi fiori e quali proprietà possiedono? Vediamo di dare una risposta a tutte queste domande.

I fiori di bach sono un rimedio naturale molto conosciuto

I fiori di bach sono un rimedio naturale molto conosciuto – fonte immagine pixabay.com Credit: WolfBlur CC0

Quando è nata questa cura

Questo tipo di cura è stata messa a punto da Edward Bac, un medico britannico, il quale teorizzò che le malattie fisiche erano influenzate, in gran parte, da una componente emotiva, e quindi, quando si guariva il disagio emotivo, anche i problemi corporei si sarebbero risolti.

Studiò a fondo un metodo naturale che fosse in grado di mantenere il giusto equilibrio tra anima e corpo, eliminando le vibrazioni negative. Lo studio di Bac ha avuto delle reazione piuttosto controverse a livello medico, c’è chi non la considerava un vera e propria cura.

Questo metodo è composto da 38 fiori, i quali consentono di curare ogni malessere dell’animo e anche altro. Infatti è possibile anche usare i fiori di bach per dimagrire e possono essere somministrati pure a cani e gatti.

Come usare i fiori

I fiori sono classificati in i 12 guaritori, i 7 aiuti e i 19 assistenti, ognuna di queste categorie possiede dei fiori particolari, i quali, secondo Edward Bac, hanno le capacità di guarire determinati mali dell’anima.

Che cosa possono curare questi fiori? Il walnut fiori di bach, per esempio, è indicato per chi deve affrontare dei cambiamenti e ha bisogno di influenze esterne. Il mimulus fiore di bach, invece, è indicato per chi ha paura o ansia di qualcosa di sconosciuto.

Gli attacchi di panico creano, spesso, anche episodi di tachicardia. Le gocce di bach, assunte, generalmente, in forma orale, possono essere anche usate come gocce per ansia e curare stati d’animo simili. La depressione fiore di bach e la fiori di bach ansia sono delle situazioni che questa cura affronta, e fa in modo che il giusto dosaggio allontani i pensieri negativi.

L’animo umano, tuttavia, è molto complesso da gestire, quindi come è possibile trovare il rimedio giusto per guarire un malessere psico-fisico? Ecco che entra in gioco il Rescue Remedy.

L’uso del Rescue Remedy

Il fiori possono essere uniti in alcune miscele per combattere un particolare malessere. La combinazione può essere personalizzata, ma lo stesso Bac ha stabilito una composizione generale, la quale si chiama Rescue Remedy.

Il Rescue Remedy è una miscela base nell'uso dei fiori di bach

Il Rescue Remedy è una miscela base nell’uso dei fiori di bach – fonte immagine pixabay.com Credit: cenczi CC0

Essa serve a combattere stati d’animo come stress molto forte, attacchi di panico o, addirittura, svenimenti. Questa miscela è composta da cinque fiori, il Star of Bethlehem, la Rock Rose, l’Impatiens, il Clematis e lo Cherry Plum.

Questo composto può essere anche preparato sotto forma di pomata e può essere applicato sui polsi, sulle tempie o in una parte dolente. Quando si crea una pomata, la miscela viene chiamata Rescue Cream e contiene anche il Crab Apple, il quale ha lo scopo di purificare e depurare.

Chiedere sempre consiglio

Quando si desidera utilizzare questo rimedio, è sempre meglio chiedere ad un esperto in ambito di medicina naturale, in modo che possa darvi i consigli più appropriati. Sebbene questo genere di cura possa non essere accettato da tutti, è in grado d’essere d’aiuto, in alcuni casi, a migliorare l’equilibrio personale.

Pubblicato il
9 mesi ago
Categorie
Curiosità
Viviana Tintori

Viviana Tintori filosofa digitale

Una filosofa specializzata in comunicazione informatica ( eh si…avete letto bene, anche i pensatori amano i computer ) e un’appassionata di tecnologia sin dall’età di undici anni. Classe 1979 e milanese di estrazione, vive immersa nel mondo di Internet e cerca sempre di unire le possibilità date dalla rete con la sua seconda passione: la cultura. È una lettrice accanita, incuriosita da qualsiasi argomento. Adora anche il teatro e il cinema. Abita in una casa piena di libri e uno dei sui desideri è poter guidare una Volkswagen Maggiolino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *