BuzzNews > Benessere > Fieno greco: proprietà, utilizzi, controindicazioni

Fieno greco: proprietà, utilizzi, controindicazioni

A cosa serve il fieno greco?

Il fieno greco (Trigonella foenum graecum), è una pianta erbacea annuale che fa parte della famiglia delle leguminose (fabaceae). Il nome trigonella deriva dalla forma triangolare dei suoi semi, divenuto poi fieno greco per il suo utilizzo, in antichità, nell’alimentazione del bestiame. Nella tradizione ayurvedica prende il nome di Methi. Originario del Medio Oriente e del Nord Africa, il fieno greco è una delle più antiche piante medicinali tra le erbe, con effetti salutari riconosciuti da millenni.

fieno greco fresco

Fieno greco fresco

Proprietà

I suoi semi contengono trigonellina, saponine (diosgenina), proteine e vitamine del gruppo A, B, C e PP, triptofano, sali minerali (silicio, calcio e fosforo), ferro, mucillagini, fitoestrogeni, flavonoidi.

Le saponine hanno un’azione ipocolesterolemizzante, ossia riducono il colesterolo nel sangue e il suo assorbimento intestinale. Le mucillagini sono potenti antinfiammatori e quindi utili in caso di irritazioni gastrointestinali e polmonari: riescono a diminuire l’infiammazione dell’intestino in caso di colite e stitichezza, grazie alla naturale azione lassativa, mentre decongestionano i polmoni in caso di tosse o bronchite.

Le sue fibre ricche di vitamine, minerali e lipidi, rendono il fieno greco utile in caso di astenia e convalescenze, nonché come antianemico e nell’ambito di una cura ricostituente. Il souo contenuto altamente calorico lo rende utilizzabile anche in caso di eccessiva magrezza e per bilanciare una dieta povera di carne e grassi. Il fieno greco quindi fa ingrassare!

I fitoestrogeni di cui è ricco stimolano l’azione ormonale e quindi la crescita del seno e la produzione di latte (il cui sapore però non è generalmente amato dai neonati). Stimola inoltre il testosterore e l’ormone della crescita nell’uomo.

Per i trattamenti tricologici il suo plus è contro la caduta eccessiva dei capelli e per donare morbidezza, setosità, volume, idratazione ed è un ottimo lucidante, nutriente e anti-sebo, come alcune altre erbe che abbiamo già visto (qui).

fiori di fieno greco

Fiori di fieno greco

Utilizzi

È possibile trovarlo in polvere (che è l’ideale), in semi, come estratto secco, in foglie essiccate (ma più difficile da preparare) o già preparato per infuso. Spesso gli vengono affiancati altri estretti per migliorne il sapore e l’odore un po’ acre.

Sia la polvere che i semi vanno reidratati per permettere il rilascio delle mucillagini e godere delle proprietà benefiche. L’acqua deve essere calda e il tempo di idratazione non deve superare le 12 ore a temperatura ambiente. L’ideale è che non faccia troppo caldo nell’ambiente. In caso di infuso in acqua bollente, la polvere giallo senape dovrà essere lasciata a macerare per massimo 3 ore e consumata a più riprese nell’arco della giornata.

L’utilizzo più comodo per l’assunzione orale, resta sicuramente quello di capsule già pronte all’utilizzo, che potrete reperire facilmente in erboristeria, farmacia e parafarmacia.

Controindicazioni

Il fieno greco, come tutte le erbe officinali, può presentare alcune controindicazioni. Durante la gravidanza (può stimolare le contrazioni uterine) e l’allattamento è sconsigliabile l’uso, se non dopo aver consultato il medico. Allo stesso modo in contemporanea con i farmaci, poichè il fieno greco ne diminuisce l’assorbimento.

Non deve essere assunto anche in caso di sovrappeso, soggetti allergici, fibrillazione atriale, diabete (è un’erba ipoglicemica) e se si stanno assumendo lassativi, diuretici o cure ormonali. In ultimo in caso di cisti al seno.

Autore
Pubblicato il
4 mesi ago
Categorie
Benessere
Marta Ricci

Dopo gli studi, lavoro nella finanza e nella mediazione creditizia per molti anni, ma è un mondo che decido di abbandonare perché ai numeri ho sempre preferito le lettere. Scrivo e straparlo delle avventure femminili in un blog con lo pseudonimo di Emme Bouclès e ho all’attivo un libro romance. Speaker radiofonica nel passato, nel presente vivo tra Milano e Roma, sono campionessa di corsa al treno. Il futuro cerco di anticiparlo interrogando le stelle! Divoratrice di libri e film, ho una smodata passione per i dolci. Raramente esco di casa sprovvista del mio sorriso, ma spesso dimentico le chiavi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *