BuzzNews > Intrattenimento > David Donatello 2015: i vincitori e i vinti

David Donatello 2015: i vincitori e i vinti

David Donatello 2015: i vincitori e i vinti della 60 edizione degli Oscar italiani

Il premio per eccellenza in cui si premiano i film più belli sono certamente gli Oscar, ma anche in Italia abbiamo i nostri Oscar, David Donatello 2015. Con questo premio si riconoscono i film italiani migliori, dove è prevalso (vincitore di ben 9 statuette) il noir di Francesco Munzi: “Anime Nere”.

david-donatello-2015

david-donatello-2015

David Donatello 2015: I vincitori

Vincitore per eccellenza David Donatello 2015 è stato indubbiamente Anime Nere di Francesco Munzi, nonostante sia stato snobbato a Cannes, si porta a casa ben 9 statuette per miglior pellicola, regia, sceneggiatura, fotografia e colonna sonora. Trattasi di un noir (finalmente si stanno di nuovo rivalutando i generi) che racconta una storia di n’drangheta. Poi, l’altro film premiato con 5 statuette (per la scenografia, i costumi e il trucco & parrucco) è il  film “Il Giovane Favoloso” in particolar modo quella riconosciuta alla grande interpretazione di Elio Germano (nella parte di Giacomo Leopardi). Premiate con due statuette meritatissime Margherita Buy e Giulia Nazzarini per il film di Nanni Moretti:” Mia Madre”. Il più stupito vincitore David Donatello 2015 è Carlo Buccirosso, che vince la statuetta come miglior attore non protagonista per “Noi e la Giulia” di Edoardo Leo il film che vince il David Giovani. Il miglior regista esordiente è risultato Edoardo Falcone per la commedia Se Dio Vuole con il duo Gassmann-Giallini, il miglior film dell’Unione Europea è il britannico La teoria del tutto di James Marsh, il miglior film straniero è Birdman di Alejandro Iñárritu, Il ragazzo invisibile di Gabriele Salvatores si è portato a casa il David per gli effetti digitali mentre, meritatissimo  è il David di Donatello al miglior documentario assegnato a Belluscone di Franco Maresco. Un David speciale è stato consegnato nelle mani ben presenti dell’hollywoodiano Gabriele Muccino.

david-donatello-2015

David Donatello 2015: I vinti

Probabilmente lo sconfitto della serata è stato senza dubbio Nanni Moretti con a Mia Madre, già rimasto a bocca asciutta a Cannes, nessuno avrebbe pensato (a parte le premiate Margherita Buy e Giulia Nazzarini) che nonostante ben 10 nomination il film non ottenesse quanto meno la metà delle statuette David Donatello 2015. A bocca asciutta sono rimasti anche Ermanno Olmi con Torneranno i prati e Saverio Costanzo per Hungry Hearts.

david-donatello-2015

Ospite di eccezione è stato il regista statunitense Quentin Tarantino, che ha ritirato i due premi vinti nel 1995 con Pulp fiction e nel 2013 con Django unchained. Infine un tributo agli attori che sono scomparsi durante l’ultimo anno: Virna Lisi, Manuel De Sica, Monica Scattini, Giorgio Faletti, Manrico Gammarota, Anita Ekberg, Claudio Caligaris, Giacomo Furia, Callisto Cosulich e Francesco Rosi

 

Pubblicato il
2 anni ago
Categorie
IntrattenimentoNews
Giuseppe La Spada

giuseppe-la-spadaGiuseppe La Spada napoletano, ma milanista e residente a Milano. Ho fatto il classico percorso che tutti fanno (costretto in verità dai genitori) laurea in legge a Napoli e per non farci mancare niente, pratica legale (due anni!!) presso uno studio legale a Reggio Emilia (a proposito…la odio!!). Mentre sostenevo, con fatica, i vari esami universitari, mi dilettai in un corso a Milano (appoggiandomi da mia sorella) di sceneggiatura cinematografica, vincendo per un cortometraggio sia il soggetto che la sceneggiatura (“Rumors”). Mi piace scrivere possibili soggetti o libri (che non vedranno mai la luce)! Ho ultimamente, per riempire il curriculum, fatto un corso a Milano di assistente notarile…da vero masochista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *