BuzzNews > Benessere > Come prendersi cura dei capelli con le erbe tintorie

Come prendersi cura dei capelli con le erbe tintorie

Erbe tintorie, henné ed erbe curative per i capelli: cosa sono, come utilizzarle e alcuni miti da sfatare

Henné, erbe tintorie, erbe che curano, spesso sentiamo questi termini e ci ritroviamo ad avere una grande confusione in testa. Spesso leggiamo sulle etichette di tinture chimiche la parola “naturale“, termine che va a cozzare con le colorazioni chimiche che di naturale non hanno nulla. Solo le erbe tintorie sono naturali, a patto che siano pure; ed è per questo che bisogna conoscerle e avere consapevolezza di ciò che stiamo utilizzando sui nostri capelli.

Si tratta di polveri ottenute da piante e arbusti officinali, nella fattispecie dall’essicazione di foglie e radici, conosciute sin dall’antichità e provenienti per la maggior parte dall’India e dalle zone tropicali e sub-tropicali del sud est asiatico.

Comunemente le erbe vengono chiamate Henné, ma l’henné è solo una delle tante erbe tintorie, nello specifico si tratta di un’erba che ci permette di colorare di rosso in modo permamente ed ha un alto potere di pigmentazione. Le erbe sono tante, diverse fra loro, possono pigmentare i nostri capelli o avere un effetto benefico e curativo sui capelli e il cuio capelluto.

polveri erbe tintorie

Henné e polveri naturali

Differenza tra erbe tintorie ed erbe curative

Le erbe sui nostri capelli possono avere un effetto tintorio, aiutandoci a coprire i tanto temuti capelli bianchi, oppure donando piacevoli riflessi alle chiome. Ovviamente non essendo prodotti chimici non sarà possibile ottenere effetti di schiaritura maggiori del proprio colore, ma si potranno ottenere delle coperture con una vibrazione di colore molto bella e particolare.

Allo stesso tempo, molte di queste erbe possono avere un effetto benefico e curativo sui capelli. Quindi, oltre alla colorazione desiderata, potremo apportare numerosi benefici al capello e al cuio capelluto, andando a donare lucentezza, ispessimento, morbidezza e in molti casi, un aiuto nelle situazioni di forfora, cute grassa e nelle dermatiti.

Differenza tra tinte chimiche ed erbe tintorie

Per agire, le tinte sintetiche penetrano nel capello, grazie ad un processo chimico, che avviene tra i coloranti chimici e gli agenti ossidanti (nel caso di colorazioni permanenti). Permettono un ampio raggio di colorazioni e sfumature, costano poco, hanno tempi di posa brevi, ma non sono curative e possono causare fenomeni di allergia e irritazioni. Per questo motivo andrebbe sempre effettuato il “tocco di prova” prima dell’applicazione, ossia un test cutaneo con il colore scelto per valutare eventuali reazioni allergiche.

Le erbe tintorie, oltre ad essere curative, non penetrano nel capello, ma lo rivestono, pigmentando il fusto e proteggendolo anche dagli agenti atmosferici, permettendo di non rovinarlo, ma anzi nutrendolo ad ogni applicazione. Il colore non andrà via con i lavaggi, anzi, si fisserà sempre di più nei giorni successivi all’applicazione.

capelli fiore erbe tintorie

Prendersi cura dei capelli con le erbe tintorie

Come utilizzare le erbe tintorie

Le erbe e l’Henné vanno applicati miscelandoli con la sola acqua tiepida o calda, non occorre aggiungere oli o altre sostanze, che impedirebbero il contatto tra capelli e erbe, formando una barriera tra i due. Basterà una ciotola di legno o vetro e un pettine di legno, l’importante sarà non utilizzare metalli arrugginiti. Possono essere applicate sia sui capelli umidi che asciutti, con buona pace dei dolori cervicali; stese sui capelli puliti, o perlomeno non grassi con gel, lacca e spuma.

Utilizzate dei guanti e abiti vecchi, le macchie possono essere tolte in lavatrice, ma per non rischiare, questo accorgimento garantirà maggiore sicurezza. La testa deve essere avvolta con una pellicola trasparente, o una cuffia di plastica e tenuta al caldo. Il vapore sarebbe ideale, ma anche il calore del phon sarà sufficiente, oppure un asciugamano ben caldo intorno alla testa.

I tempi di posa sono minori per le erbe curative, per l’effetto tintorio possono essere più lunghi o richiedere due passaggi, questo naturalmente dipende dalla bravura del parrucchiere o dalla vostra conoscenza delle erbe e di come miscelarle. Riuscire ad ottenere un determinato colore potrebbe non essere facile e richiedere diversi tentativi se siete alle prime armi. Fate sempre uno shampoo delicato dopo il risciacquo, per essere sicure di togliere ogni residuo, il colore non andrà via.

Miti da sfatare sulle erbe tintorie

Le erbe non coprono i capelli bianchi: non è assolutamente vero, ma anche qui bisogna affidarsi alle mani di chi ha più competenza ed ha studiato a fondo le erbe e l’Henné, un bravo parrucchiere saprà anche dimezzare i tempi di posa, che non devono tassativamente essere lunghi una notte, pena la secchezza della chioma.

Come già detto il colore non andrà via con lo shampoo o dopo una settimana, anzi le erbe tendono a fissarsi nei giorni seguenti la colorazione. Non bisogna attendere tra un’applicazione e l’altra, ma sarà sufficiente farne una ogni 30 giorni.  I capelli non diventeranno verdi o arancioni, ma bisogna studiare bene le erbe e l’effetto che possono dare, specialmente dopo una tinta chimica o una decolorazione; è pertanto consigliabile fare una prova in una zona nascosta e rivolgersi ad un salone di fiducia per la colorazione, mentre per le erbe curative potete procedere in autonomia.

Le erbe tintorie sono ideali per chi ha allergie al nickel, alla parafenilendiammina (PPD o PFD) e a numerosi altri componenti chimici, tuttavia raramente possono dare allergia proprio come il fieno, i pollini e altri elementi naturali. Fate il test di prova. Lo stesso vale per la gravidanza: non avendo elementi chimici possono essere tranquillamente utilizzate, previo consulto col proprio medico.

In conclusione, le erbe tintorie sono un mondo magico, complesso, ampio e singolare. Sono un modo per vivere green e aiutare il benessere di capelli e cute. Il loro essere del tutto naturali può spingerci a conoscerle, amarle, apprezzarle e sarà un regalo che farete alla vostra bellezza e alla vostra salute.

Autore
Pubblicato il
4 settimane ago
Categorie
Benessere
Marta Ricci

Dopo gli studi, lavoro nella finanza e nella mediazione creditizia per molti anni, ma è un mondo che decido di abbandonare perché ai numeri ho sempre preferito le lettere. Scrivo e straparlo delle avventure femminili in un blog con lo pseudonimo di Emme Bouclès e ho all’attivo un libro romance. Speaker radiofonica nel passato, nel presente vivo tra Milano e Roma, sono campionessa di corsa al treno. Il futuro cerco di anticiparlo interrogando le stelle! Divoratrice di libri e film, ho una smodata passione per i dolci. Raramente esco di casa sprovvista del mio sorriso, ma spesso dimentico le chiavi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *