BuzzNews > Viaggi > Cosa vedere in Toscana: le 7 attrazioni imperdibili

Cosa vedere in Toscana: le 7 attrazioni imperdibili

Paesaggi incontaminati, città d’arte e tanta storia: se ancora non avete visitato questa meravigliosa regione, eccovi 7 suggerimenti su cosa vedere in Toscana.

Tutto il mondo ammira e invidia la bellezza della nostra Toscana: molte star hollywoodiane vengono a trascorrere le loro vacanze tra queste colline, che hanno ispirato un sacco di fotografi regalandoci scatti da sogno; o tra le strade delle migliori città d’arte come Firenze, Siena, Pisa; persino le spiagge sono molto invidiate, anche dalle altre regioni d’Italia, come il litorale della Maremma, della Versilia o l’isola d’Elba; e alcuni di questi vip hanno anche deciso di comprare casa, come ad esempio Sting e George Clooney. Se avete bisogno di suggerimenti, ecco una breve guida su cosa vedere in Toscana.

Il David di Michelangelo: emblema della città di Firenze

Di certo se si pensa a cosa vedere in Toscana una volta giunti sul posto, si presuppone che la visita parta da Firenze. E tra le tante opere ospitate nei numerosi musei di Firenze, il David di Michelangelo è una tappa obbligata. Una statua che rappresenta l’Italia nel mondo e che è ormai diventata il simbolo della città di Firenze. Scolpita da un venticinquenne Michelangelo accettando la sfida di tirare fuori da quel blocco di marmo “male abbozatum et sculptum” l’eroe biblico in procinto di sconfiggere Golia, è l’opera più apprezzata del Rinascimento. La trovate esposta presso la Galleria dell’Accademia di Firenze, mentre una sua copia è stata posizionata in Piazza della Signoria.

Cosa vedere in Toscana: il David di Michelangelo

Cosa vedere in Toscana: il David di Michelangelo

Il salone dei Cinquecento e le sue mirabili decorazioni

Si tratta della sala più grande d’Italia dedicata alla gestione del potere civile e si trova nel Palazzo Vecchio di Firenze. Costruita per volere di Girolamo Savonarola nel 1494 per ospitare il Consiglio dei Cinquecento, un nuovo organo di governo composto da altrettanti cittadini, che avrebbero dovuto condividere il potere decisionale della Repubblica di Firenze: un antesignano del nostro attuale Parlamento, insomma (ed in effetti, quando Firenze fu proclamata capitale della Repubblica, venne ospitata qui dentro la Camera dei Deputati). Anche se in origine la decorazione era stata affidata a Leonardo e Michelangelo, entrambi non portarono a compimento il lavoro, lasciando che Giorgio Vasari coordinasse la nuova squadra di decoratori. Grazie a lui fu innalzato il soffitto e costruita la volta a cassettoni ammirabile tuttora e furono realizzati i decori, omaggio a Cosimo I de’ Medici e alla sua casata.

Cosa vedere in Toscana: il Salone dei Cinquecento

Cosa vedere in Toscana: il Salone dei Cinquecento

Il parco di Pinocchio e le origini della favola

Proseguiamo il nostro viaggio: da Firenze ci spostiamo leggermente più a nord, nella provincia di Pistoia, dove troviamo il parco costruito nel 1956 e dedicato alla favola italiana più conosciuta al mondo, Pinocchio. Ecco cosa vedere in Toscana se avete programmato una piacevole gita in compagnia della vostra famiglia: in questo parco non troverete giostre spettacolari o attrazioni in stile luna park, bensì un museo a cielo aperto dedicato al burattino di legno nato dalla fantasia di Carlo Collodi. Prendete coraggio e entrate nella bocca del pescecane facendovi strada tra i suoi denti, e salendo la scala che vi porterà sulla sommità del grosso pesce per ammirare tutto il giardino. Proseguendo a piedi fuori dal parco di Pinocchio è possibile visitare anche il giardino Garzoni, molto curato e ideale per scattare qualche bella fotografia, e la Casa delle Farfalle, che ospita circa un migliaio di farfalle tropicali. C’è la possibilità di acquistare un biglietto cumulativo per le 3 attrazioni, visitabili in una sola giornata.

Cosa vedere in Toscana: il Parco di Pinocchio

Cosa vedere in Toscana: il Parco di Pinocchio

La Torre di Pisa: un equilibrio delicato da oltre 700 anni

Il campanile della Cattedrale di Santa Maria Assunta si trova in Piazza dei Miracoli, ma tutti lo conoscono sotto il nome di “torre di Pisa”. Storta fin quasi dalle origini della sua costruzione (a causa del terreno argilloso sopra cui poggia), la torre è stata proposta come una delle sette meraviglie del mondo moderno. Alla costruzione del terzo anello il terreno cedette e la costruzione fu proseguita incurvando in senso opposto i restanti 3 piani della torre e la cella dove è contenuta la campana. Numerosi lavori di restauro e di supporto alla struttura ne hanno permesso la conservazione sino ad oggi e, secondo la stima degli esperti che ne hanno curato la manutenzione, per altri 300 anni almeno. Quindi cari amici, se non siete ancora stati a Pisa ne avete di tempo per inserire questo monumento nella vostra lista del “cosa vedere in Toscana”!

Cosa vedere in Toscana: la Torre di Pisa - fonte pixabay.com - credits: PedroMora

Cosa vedere in Toscana: la Torre di Pisa – fonte pixabay.com – credits: PedroMora

Colline e borghi del Chianti: anche il palato vuole la sua parte

Più che “cosa vedere in Toscana” qui si parla di “cosa mangiare e bere in Toscana”: tra Firenze e Siena si possono ammirare le colline del Chianti classico, verdi curve armoniose ricoperte da vigneti e oliveti che rappresentano la parte visiva del luogo, insieme ai piccoli paesi che si trovano in questa zona, patria del buon vino e dei salumi. Il vostro mini tour della zona del Chianti potrebbe toccare Greve, Panzano, Castellina, Gaiole e Radda, ma ognuno dei borghi della zona circostante sarà pronto a stupire i vostri occhi e le vostre papille. Sedendovi ad una delle enoteche o trattorie locali, immersi nella calma senza tempo delle viuzze medievali vivrete un’appagante esperienza sia per i vostri occhi che per la vostra gola. E penserete che forse quelle star hollywoodiane che hanno comprato casa in Toscana ci hanno visto lungo.

Cosa vedere in Toscana: Castellina in Chianti

Cosa vedere in Toscana: Castellina in Chianti

Il tradizionale e intramontabile Palio di Siena

Chiedete a chiunque abbia vissuto a Siena se vale la pena di partecipare a questa storica manifestazione: vi risponderanno che sicuramente se c’è una cosa vedere in Toscana, quella è il Palio di Siena. Una manifestazione che si svolge due volte l’anno d’estate (il 2 luglio e il 16 agosto) e per occasioni straordinaria anche una terza, nel periodo tra maggio e ottobre. La gara si svolge nella Piazza del Campo, la più famosa e simbolica della città, e vede coinvolte le 17 contrade secondo un regolamento per cui ogni anno, a rotazione, ne partecipano 10. Quattro giorni di manifestazione per ciascun palio: vale la pena di pensare ad un tour della Toscana in questo periodo dell’anno.

Cosa vedere in Toscana: il Palio di Siena

Cosa vedere in Toscana: il Palio di Siena

L’isola d’Elba e i luoghi di Napoleone

Chi non vorrebbe vivere per un giorno almeno nei panni di Napoleone? E chi non vorrebbe vedersi esiliato sull’isola d’Elba per 9 mesi? Su questa isola il condottiero, proclamato Sovrano dell’Isola ma in realtà esiliato dal trono di Francia in seguito alla sconfitta di Lipsia, apportò numerosi miglioramenti soprattutto al sistema viario. È per questo che i luoghi del suo soggiorno sono l’attrazione principale del posto: la Villa dei Mulini, sua residenza principale, la Villa San Martino, il santuario della Madonna del monte Giove, il Museo dei cimeli di Napoleone e il teatro dei Vigilanti, costruito su sua specifica richiesta. Se è pur vero che pensando a cosa vedere in Toscana e all’isola d’Elba vengono in mente le meravigliose spiagge, un tuffo nella storia del nostro paese e dell’Europa è sempre un buon diversivo.

Cosa vedere in Toscana: la Villa dei Mulini all'isola d'Elba

Cosa vedere in Toscana: la Villa dei Mulini all’isola d’Elba

Pubblicato il
11 mesi ago
Categorie
Viaggi
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *