BuzzNews > Viaggi > Cosa vedere a Madrid : 7 luoghi da scoprire

Cosa vedere a Madrid : 7 luoghi da scoprire

Il Kilometro 0 da cui vengono calcolate tutte le distanze della Spagna si trova proprio al centro della capitale, Madrid, considerata anche la capitale europea della movida. Madrid oltre che da vedere è una città tutta da vivere, appena arriverete sentirete subito l’atmosfera festosa che si respira tra le vie di questa vivacissima città e dei suoi abitanti. I madrileni sono delle persone molto accoglienti e socievoli che vi faranno sentire subito a casa vostra. Iniziamo a conoscere questa meravigliosa città: Madrid è divisa in quartieri, o meglio, barrios, che ruotano intorno al centro Puerta del Sol, ecco per voi una piccola guida divisa in 7 punti per  decidere cosa vedere a Madrid in poco tempo e quali sono i barrios più importanti da visitare:

Cosa-vedere-a-Madrid-Km0

Cosa vedere a Madrid: il Km0

1- Cosa vedere a Madrid: Puerta del Sol e Gran Via

Il barrio di Puerta del Sol è il centro, cuore pulsante della città, da cui partono 5 strade principali che portano alle attrazioni più famose di Madrid: Plaza Mayor, il Palazzo Reale, la Gran Via, la porta di Alcalà e il Paseo del Arte.Cosa vedere a Madrid da Puerta del Sol? Puerta del Sol è sicuramente il punto ideale per iniziare la visita di Madrid anche a piedi. Nella piazza tra le cose da vedere ci sono alcuni dei punti di interesse più significativi di Madrid: il primo è senz’altro la statua dell’ Orso e del corbezzolo il simbolo della capitale, che troverete all’inizio di calle Alcalà, l’orologio del Palazzo delle Poste, conosciuto perchè è da lì che si inizia il conto alla rovescia a Capodanno. Se iniziamo il percorso prendendo Calle Major seguendo le indicazioni potrete vedere il fascino architettonico della bellissima Plaza Mayor  di Madrid larga 126×94 metri,è circondata da loggiati ed edifici alti tre piani, al centro della piazza troverete la statua di Filippo III, anche se l’atmosfera suggestiva di Plaza Major vi direbbe di sedervi a prendere una tapas in uno dei tanti baretti situati sotto i loggiati, cercate di resistere alla tentazione se non volete tornare a casa al verde. Nella zona di Puerta del Sol non potete non visitare la Gran via, che, da come si deduce dal nome, è la via più grande di Madrid con tantissimi negozi, collegata a Puerta del sol da tre strade pedonali sempre pienissime di persone. La Gran Via collega Plaza de España, vicino alla quale potrete ammirare il Tempio di Debot, tesoro nascosto di Madrid, e Calle de Alcalà che porta alla famosa Puerta de Alcalà, uno dei monumenti più significativi di Madrid.

Cosa-vedere-a-Madrid-Plaza-mayor

Cosa vedere a Madrid: Plaza Mayor

2- Cosa vedere a Madrid: Operà e Palazzo Reale

Uno dei palazzi più belli di Madrid si trova nel barrio chiamato Operà ed è la residenza ufficiale della famiglia Reale di Spagna: il Palazzo reale o anche chiamato Palazzo d’Oriente. Il palazzo è circondato da giardini: il Campo del Moro e i giardini Sabatini. Il campo del Moro può essere visitato durante il giorno. Il Palazzo Reale di Madrid può essere visitato anche all’interno e di solito tra le cose da vedere c’è la Sala dell’ Armeria, la Farmacia reale ed il salone ufficiale utilizzato per le grandi cerimonie. Da non perdere: il cambio della guardia tutti i mercoledì alle ore 11.00.

Cosa-vedere-a-Madrid-palazzo-reale

Cosa vedere a Madrid: il Palazzo Reale

3- Cosa vedere a Madrid: Paseo del Arte e Parco del Buen Retiro.

I musei più visitati di Madrid formano quello che viene chiamato il Paseo dell’arte. Iniziamo l’itinerario  dal museo Thyssen-Bornemisza, situato a metà del lunghissimo Paseo del Prado, nel quale abbiamo un’ampia esposizione di opere che spaziano dal Rinascimento italiano alla pittura moderna, con quadri di fama mondiale come L’annunciazione di Van Eyck, e il ritratto di Giovanna Tornabuoni di Domenico Ghirlandaio. A pochi passi dal Thyssen troviamo il maestoso museo del Prado, uno dei musei più grandi e visitati al mondo, in questo labirinto contenente più di 8.000 quadri troviamo pittura spagnola, italiana, fiamminga, tedesca e olandese. I quadri più importanti che si possono ammirare sono las Meninas (le damigelle d’onore) del grande Velàzques, il più importante pittore spagnolo di sempre,  e le fucilazioni del 3 maggio di Goya. Proseguendo lungo Paseo del Prando arriviamo alla stazione di Atocha e di lì a poco troviamo il vecchio ospedale generale di Madrid ovvero il museo d’arte Reina Sofia. L’attrazione senza dubbio più importante è il Guernica di Pablo Picasso situata in una stanza dedicata per la folla di visitatori che ogni giorno si recano ad ammirare questo quadro imponente. Un’altra cosa da vedere a Madrid rimanendo nei dintorni del Paseo del Arte è sicuramente  il Parco del Buen Retiro, polmone verde di Madrid, un grande parco che offre cultura, ozio e sport a madrileni e visitatori. Cosa vedere a Madrid nel Parco del Retiro? Tra i suoi elementi storici ed architettonici più importanti c’è il lago con il monumento di Alfonso XII, un lago situato al centro del parco dov’è anche possibile affittare delle piccole barche a remi, il Palazzo di Velazquez e il Palazzo di Cristallo, entrambi utilizzati come sale di esposizioni.Se volete approfittare di questo parco vi consiglio di andare la domenica dove davanti al monumento di Alfonso XII si incontrano decine di giovani del posto, percussionisti e giocolieri a fare baldoria.

Cosa-vedere-a-Madrid-parco-del-Retiro

Cosa vedere a Madrid: Parco del Retiro

4- Cosa vedere a Madrid: barrio la Latina

Tra cosa vedere a Madrid una visita merita sicuramente il barrio medioevale  la Latina, uno dei quartieri più tradizionali ed antichi della città, si trova al centro di Madrid molto vicino a Plaza Major. Non è un barrio molto conosciuto  dai turisti, ma è senz’altro uno dei più frequentati dai madrileni soprattutto nei weekend per via delle numerose taverne, bar di tapas e ristoranti che si concentrano nelle viuzze Cava Baja, Cava Alta, Calle Almendro, e nelle piazze Paja e Cebada. El domingo a la latina è un must per chi vuole scoprire una Madrid meno convenzionale fuori dagli itinerari turistici.

Cosa-vedere-a-Madrid-barrio-la-Latina

Cosa vedere a Madrid barrio la Latina

5- Cosa vedere a Madrid: barrio de las Letras

Come si può intuire dal nome, il barrio de Las Letras è un quartiere situato nel cuore della città dove molti letterati spagnoli del calibro di Lope de Vega, Quevedo e Cervantes hanno vissuto e scritto le loro opere. Oggi il quartiere è molto turistico con numerosi negozi tradizionali, bar e taverne.Cosa vedere a Madrid nel barrio Las Letras? Il cuore del barrio è Plaza Sant Ana con il Teatro spagnolo ed il maestoso Hotel Victoria, tradizionalmente edificio utilizzato dai toreri per cambiarsi prima della gara.Continuando verso Plaza del Angel troviamo il Cafè Central, tempio del jazz nella città, da qui si può incontrare Calle San Sebastian dove si può ammirare la famosa Chiesa di San Sebastian, nei libri della chiesa ci sono registrati la nascita, il matrimonio e la morte dei famosi artisti che in questo barrio hanno passato la loro vita. Per la sera non perdetevi Calle Huertas, una lunga via piena di locali frequentati principalmente da turisti.

Cosa-vedere-a-Madrid-barrio-las-letrasJPG

Cosa vedere a Madrid: barrio las Letras

6-  Cosa vedere a Madrid: i barrios Malasaña e Chueca

Gli amanti di Madrid e delle sue vivaci sfumature non possono prescidere dalla visita dei due barrios Malasaña e Chueca entrambi situati a ridosso delle Gran Via, famosi centri della movida madrileña. I due barrios sono geograficamente divisi solo da Calle Fuencarral, ma all’interno sono profondamente diversi: Chueca il quartiere gay di Madrid, è un piccolo barrio pieno di vita, uno dei più cosmopoliti e divertenti della città; il barrio gira intorno alla Plaza de Chueca, da cui deriva il nome, dalla piazza si diramano moltissime viuzze con bar,taverne e negozi. Nel barrio ci sono i locali più alla moda della città situati tra calle San Marco e Calle Libertad. Calle Fuencarral invece è una via occupata dai negozi più trendy della città per la moda giovane, ci sono anche molti negozi particolari firmati da giovani stilisti spagnoli. Superata Calle Fuencarral vi troverete nell’alternativo barrio di Malasaña, dove potrete muovervi  tra la moltitudine di  locali rock e metal, o fare un botellon in plaza Dos de Mayo, piazza storica di Madrid.

Cosa-vedere-a-Madrid-barrio-Malasana

Cosa vedere a Madrid: locale a Malasaña

Cosa-vedere-a-Madrid-barrio-Chueca

Cosa vedere a Madrid: barrio Chueca

7- Cosa vedere a Madrid: Il barrio Lavapies e il Rastro

Lavapies è il barrio più colorato di Madrid, questa zona fu nel Medioevo il quartiere arabo e tutt’oggi è  il barrio multiculturale di Madrid. Situato a ridosso del centro della città, il barrio Lavapies è stato modernizzato a partire dagl’anni 80 e 90, iniziando a diventare un quartiere di moda anche tra giovani e artisti. In questa zona bohemien-alternativa potrete trovare una moltitudine di bar, ristoranti e locali etnici molto economici che riflettono il suo carattere multiculturale. Il Barrio Lavapies è delimitato da Calle Atocha ad est, la Ronda di Valecia a sud, Calle Embajadores ad ovest e Calle de la Magdalena a Norded il suo centro nevralgico è la Plaza de Lavapies sempre piena di personaggi variopinti provenienti da paesi diversi: africani, sudamericani,indiani, pachistani, cinesi. Le caratteristiche di questo barrio lo rendono molto affascinante e curioso e rappresenta una delle mille sfaccettature della città, una passeggiata tra le sue vie  è sicuramente una delle cose da fare a Madrid. Un’altra cosa da vedere a Madrid nel barrio Lavapies è il famosissimo  mercatino delle pulci domenicale chiamato Rastro, attenzione al portafogli!

Cosa-vedere-a-Madrid-barrio-Lavapies

Cosa vedere a Madrid: barrio Lavapies

Se volete altre proposte o consigli utili su cosa vedere a Madrid lasciate un commento qui sotto e riceverete subito una risposta!

 

 

 

 

 

Pubblicato il
3 anni ago
Categorie
Viaggi
Camilla De Felice

camilla-de-feliceCamilla De Felice è una ragazza di 27 anni che vive in un paesino disperso tra le colline marchigiane chiamato Appignano. Timidamente estroversa, ama viaggiare, il suo sogno più grande sarebbe quello di guadagnarsi da vivere con le proprie passioni. Dopo gli anni spensierati del liceo si trasferisce ad Ancona prima e a Madrid poi per completare gli studi universitari. Dopo la laurea in Economia e Commercio si avvicina ad un mondo del tutto nuovo, quello del Web, specializzandosi nel Social Media Marketing. Attualmente è una web marketing specialist freelance.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *