BuzzNews > Benessere > Fitness & Running > Correre in inverno, scopriamo come fare con 9 semplici consigli!

Correre in inverno, scopriamo come fare con 9 semplici consigli!

Non c’è motivo di smettere di correre nella stagione invernale, basta organizzarsi e potremmo scoprirne tutti i vantaggi.

Correre in inverno ha indubbi effetti positivi, uno fra tutti: tiene lontane le malattie di stagione e rinforza il nostro sistema immunitario. L’aspetto più importante è saper scegliere un abbigliamento adeguato.

Correre in inverno scopriamo come fare

1. Correre in inverno: Vestiti tecnici e aderenti

A chi corre in inverno si consigliano capi di abbigliamento in materiale sintetico che uniscono comodità e qualità, permettendo di allontanare il sudore dalla pelle e mantenere un comfort termico notevole. Per questo è importante scegliere un capo tecnico che rimanga aderente al corpo, in modo da diminuire la quantità di aria tra la pelle ed il tessuto.materiali traspiranti sono i migliori, da evitare assolutamente il cotone che assorbe il sudore e si raffredda rapidamente, dando la sensazione di essere bagnati.

2. Correre in inverno: Non coprirti troppo!

Per correre nella stagione fredda, non bisogna esagerare con il vestiario, va bene coprirsi, ma non troppo! Consiglio di vestirsi come se la temperatura esterna fosse di 5 – 6 °C superiore a quelle effettiva. E’ normale avere freddo all’inizio della corsa, ma bastano pochi minuti per sprigionare calore dal corpo e scaldarsi velocemente. In genere mentre si corre, la temperatura corporea aumenta di circa 5 – 6 °C è dunque consigliabile vestirsi a strati per la sola fase di riscaldamento, per poi svestirsi man mano che la temperatura aumenta.

3. Correre in inverno: Proteggi mani piedi e testa

Le estremità sono un punto debole della corsa invernale, in particolar modo le mani. Per sopperire a questo spiacevole inconveniente, esistono guanti da corsa invernali di diversi spessori che aiutano a mantenere le mani a una temperatura ideale. Per i piedi esistono molti tipi di calzini tecnici per il freddo, l’importante è che siano traspiranti a compressione graduata, le calze devono essere ben salde e aderenti per evitare le vesciche. Infine, non bisogna dimenticare di coprire la testa, poiché buona parte del calore viene disperso proprio attraverso il capo. Per proteggersi, può risultare utile indossare un copricapo, esistono diversi tipi di fasce specifiche per il running e alcune possono essere utilizzate anche per coprire la gola.Correre in inverno scopriamo come fare

4. Correre in inverno: Il riscaldamento

La maggior parte dei runner è sempre di fretta e inizia a correre quando la temperatura corporea non è ancora ottimale. In inverno è fondamentale scaldarsi, partendo con una corsa leggera di almeno 12/15 minuti. Quando fa freddo, il riscaldamento diventa ancora più importante, deve essere breve e piacevole: bastano 10 minuti di stretching dinamico per innalzare la temperatura del corpo e incrementare il battito cardiaco che a sua volta pomperà più ossigeno alle gambe, preparando l’intero fisico alla corsa. A fine allenamento è di vitale importanza dedicare una decina di minuti allo streching, soprattutto con temperature molto rigide, aiuterà a prevenire gli infortuni.

5. Correre in inverno: L’alimentazione 

Per affrontare al meglio la corsa invernale è bene nutrirsi nel modo giusto tutti i giorni, bisogna sempre curare l’alimentazione. In una giornata fredda, dopo la corsa, è consigliata l’assimilazione di alimenti caldi, ottime sono le zuppe liquide e le vellutate. Un’ora prima di cominciare l’allenamento fai uno spuntino con una banana o con una fetta biscottata con del miele che tiene stabile la glicemia. Ricordo, inoltre, di non iniziare l’attività se la digestione non è completata, non si deve iniziare un allenamento al freddo col cibo ancora sullo stomaco, può risultare pericolo. Molti non lo ritengono importante, ma è giusto dire che in inverno è buona cosa tenersi ben idratati. Chiaramente, le perdite dei liquidi saranno inferiori rispetto ai mesi più caldituttavia il corpo va sempre mantenuto idratato, in particolare quando si svolge un’attività fisica.Correre in inverno

6. Correre in inverno: Freddo e vento

Il vento può farci percepire la temperatura esterna più bassa di quanto sia realmente. Per questo, nelle giornate ventose, conviene indossare una giacca tecnica antivento. Inoltre, sarà utile cercare di correre contro vento per poi finire la sessione di allenamento lasciandolo alle spalle. Come già ribadito, bisogna sempre mantenere ben coperte la fronte e le mani, ma senza esagerare. E’ meglio partire sentendo un po’ di freddo, poiché in pochi minuti la sensazione svani.

7. Correre in inverno: Non rimanere bagnato

Correre sotto la pioggia può risultare divertente e rilassante. In caso di cattivo tempo, indossate capi impermeabili, caldi e traspiranti e non fermatevi per non far raffreddare il sudore. Immediatamente dopo l’attività fisica la temperatura corporea si abbassa rapidamente, specie se si è bagnati, quindi cambiatevi subito, quando ancora non avvertite la sensazione di freddo ed indossate velocemente abiti asciutti. Una volta a casa, buttatevi subito sotto una bella doccia calda e vedrete che tutto passerà.

8. Correre in inverno: Attenzione al ghiaccio

Anche correre sulla neve può essere molto divertente. Un manto ancora fresco, non troppo alto e poco battuto, può offrire una buona alternativa al solito allenamento. Attenzione, bisogna cercare di non esagerare per non incorrere in cadute dovute al cambiamento di superficie. Evitate invece di correre sul ghiaccio o su superfici ghiacciate, in particolare sull’asfalto, è davvero pericoloso e il rischio di scivolare aumenta notevolmente ad ogni minimo cambiamento di direzione. Non vale la pena di rischiare una brutta caduta o un infortunio.

9. Correre in inverno: Le ore migliori

Se ne avete la possibilità, scegliete di correre in tarda mattinata o nel primissimo pomeriggio, oltre ad una temperatura più dolce potrete beneficiare della luce del giorno. La temperatura, nell’arco della giornata, può subire notevoli variazioni, durante l’ora di pranzo le temperature saranno molto più abbordabili rispetto a quelle serali. In inverno le giornate sono più corte, il buio cala presto, quindi se per esigenze lavorative potete correre solo di sera, fatelo in zone ben illuminate. In ogni caso è sempre buona cosa rendersi visibili indossando abiti catarifrangenti o luci frontali.

Pubblicato il
8 mesi ago
Categorie
Fitness & Running
Massimiliano Faroldi

Nato a San Secondo nella provincia di Parma il 23/03/1983, cresciuto a Fiorenzuola d’Arda. Ho un intrapreso un percorso di studi artistico. A Parma mi sono Diplomato come Maestro e Grafico pubblicitario, a Milano ho frequentato il triennio di Grafica d’Arte presso l’Accademia delle belle arti di Brera. Ho completato gli studi con un biennio in Fotografia presso la scuola Bauer. Attualmente mi occupo di Graphic Design e di Fotografia.

Le mie grandi passioni sono: natura, fotografia e sport. Amo il paesaggio e ogni genere di sport, in particolare ho una venerazione per la corsa. Da parecchi anni sono un Runner amatoriale, mi piace raccontare esperienze personali e dare consigli per arricchire il viaggio di chi vuole avvicinarsi a questa splendida disciplina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *