BuzzNews > Benessere > Conosci il paese dove fioriscono i limoni?

Conosci il paese dove fioriscono i limoni?

Storia, proprietà e come coltivare i limoni: antichi agrumi dalle mille sfaccettature

“Conosi il paese dove fioriscono i limoni”: Così recitava il canto dello scrittore, poeta e drammaturgo tedesco  Johann Wolfgang von Goethe, dopo il suo famoso “Viaggio in Italia (1786-1788)”, che volle inserire un omaggio al nostro paese nel suo romanzo di formazione “Gli anni di apprendistato di Wilhelm Meister”.

Viaggiando fino alla Sicilia deve essere rimasto impressionato dai profumati alberi di limoni, questo agrume giallo che è sia pianta da frutto, sia ornamentale per la bellezza delle sue foglie sempre verdi e lucide ed i suoi profumati frutti gialli, dopo la fioritura in primavera.

Cenni storici

La coltivazione del limone era praticata nell’Antico Egitto e il suo frutto veniva utilizzato per imbalsamare le mummie  e collocato nelle tombe. Anche gli assiri e i greci lo conoscevano come pianta medicinale e furono proprio questi ultimi a portarlo in Italia, facendolo conoscere ai romani. Fu poi la famiglia fiorentina dei Medici a farli conoscere in tutta Europa, grazie anche a meravigliosi quadri che ritraggono la loro sconfinata collezione di limoni. Ad oggi la coltivazione dei limoni abbraccia l’Italia dalla Liguria, passando per la costiera Amalfitana fino alla Calabria e alla Sicilia, dove il clima caldo e mite è ideale per la coltivazione di questo poliedrico agrume.

spicchi limoni

Spicchi di limoni

Proprietà e benefici

La scorza, il pericarpo, è rugosa e sotto ha un sottile strato giallo, detto flavedo (dal latino flavus, biondo) che racchiude il prezioso olio essenziale dei limoni. Il flavedo è rivestito da una sostanza ricca di pectine e flavonoidi, potenti antiossidanti, antiinfiammatori, antinfettivi e antitumorali.

Il succo del limone è utile in caso di digestione pesante e fa bene all’intestino, perché ha effetti regolativi e astringenti, ma va evitato in caso di acidità di stomaco. Ha proprietà diuretiche, battericide e rinfrescanti.

Ricchissimo di vitamine A e C che un tempo servivano a prevenire lo scorbuto, ad oggi trova impiego nel rafforzare le difese immunitarie contro le malattie da raffreddamento.

L’acido citrico che contiene ne fa una grande bevanda dissetante e rinfrescante, inoltre è ideale come condimento nelle pietanze, nella marinatura e in numerose ricette culinarie. In cucina viene utilizzato anche come disinfettante per i cibi crudi.

Dalla parte gialla della sua buccia si ricava l’olio essenziale che ha le stesse caratteristiche del succo ma più accentuate: dalle notevoli proprietà antisettiche ed espettoranti, viene largamente impiegato anche nella cosmesi, per il suo potere purificante e astringente.

Numerosi i prodotti di bellezza anche artigianali, come saponi, creme e shampoo, possono essere acquistati nei luoghi dove questo agrume trova la sua massima espressione: Ischia e Amalfi su tutte, ma anche diverse aziende della Sicilia e della Calabria producono prodotti biologici con il prezioso succo.

A questo punto potresti aver voglia di coltivarlo in modo autonomo, per godere appieno dei frutti spontanei di questa pianta, senza il rischio di additivi chimici. Ecco come fare:

banchetto limonata

Gustosa limonata

Come coltivarlo

La coltivazione dei limoni è l’unica soluzione se il clima della tua zona in inverno non è mite e se la temperatura scende al di sotto dei 3 gradi centigradi, è più laboriosa rispetto a quella in terra ma può dare grandi soddisfazioni. Ogni due anni la pianta andrà rinvasata, aumentando il diametro del vaso.

Scegliete innanzitutto un vaso di terracotta e non di plastica per permettere alle radici di respirare e una terra specifica per agrumi.

La posizione è molto importante perchè i limoni amano i raggi del sole, quindi il vaso andrà collocato a Sud, dove il sole lo scalderà per più ore. Quando le temperature saranno più rigide bisognerà spostare il limone in un locale areato e luminoso con una temperatura costante, prestando attenzione all’aria secca dei termosifoni e, in generale, agli sbalzi di temperatura.

I limoni vanno annaffiati abbondantemente ma occorre prestare attenzione al drenaggio, questa pianta non ama i ristagni d’acqua.

La pianta del limone ha due fioriture e due fruttificazioni durante l’anno. La prima fioritura avviene nel periodo primaverile e dà origine ai limoni invernali, mentre la seconda è a settembre e produce una qualità di limoni chiamata “verdelli” che matura nell’estate successiva.

I vasi di limoni costituiscono anche una bellissima pianta ornamentale da appartamento e se si avrà pazienza di seguire questi pochi accorgimenti, questo bellissimo agrume regalerà a lungo gli incantevoli limoni che lasciarono di stucco Goethe.

Autore
Pubblicato il
1 settimana ago
Categorie
Benessere
Marta Ricci

Dopo gli studi, lavoro nella finanza e nella mediazione creditizia per molti anni, ma è un mondo che decido di abbandonare perché ai numeri ho sempre preferito le lettere. Scrivo e straparlo delle avventure femminili in un blog con lo pseudonimo di Emme Bouclès e ho all’attivo un libro romance. Speaker radiofonica nel passato, nel presente vivo tra Milano e Roma, sono campionessa di corsa al treno. Il futuro cerco di anticiparlo interrogando le stelle! Divoratrice di libri e film, ho una smodata passione per i dolci. Raramente esco di casa sprovvista del mio sorriso, ma spesso dimentico le chiavi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *