BuzzNews > Intrattenimento > Musica > Concerti Carroponte 2017: gli artisti e le band confermate

Concerti Carroponte 2017: gli artisti e le band confermate

Come ogni anno si apre la stagione estiva del Carroponte 2017, giunto ormai alla sua ottava edizione

Uno degli appuntamenti fissi e più attesi dell’estate, nonché che uno dei principali e più interessanti luoghi di aggregazione e buona musica di Milano è sicuramente il Carroponte. Spente le sue prime otto candeline, il magico luogo situato in via Granelli 1 di Sesto San Giovanni è pronto anche questa volta a stupirci con quattro mesi di musica no-stop, sia italiana che internazionale. Il ricco programma di concerti si spalmerà lungo i mesi di giugno, luglio, agosto e settembre e renderà più sopportabile la torrida estate di chi è costretto a rimanere in città.

La storia

locomotiva FS 830 carroponte 2017

La gigantesca struttura in acciaio caratteristica del Carroponte (lungo circa 200 m, largo 60 e alto circa 20), un tempo delimitava il parco rottami della Breda, il cui stabilimento di Sesto San Giovanni venne aperto nel 1903 e adibito all’iniziale produzione di locomotive a vapore, estendendo poi la sua attività alla fabbricazione di treni elettrici, materiale bellico, aerei e componenti per l’industria nucleare. Nel 2006 dopo la riqualifica dell’area, venne inaugurato il Parco archeologico industriale ex-Breda. Attualmente, passata l’amministrazione dal 2010 dal Comune di Sesto all’Arci Milano, il Carroponte si è trasformato rapidamente in un luogo suggestivo e affascinante, teatro di concerti di fama internazionale e non solo: il programma ospita, infatti, anche una rassegna cinematografica d’autore, attività e laboratori per famiglie e bambini e ottimo cibo.

Carroponte 2017 : il programma

Ad inaugurare la prima serata del Carroponte prevista per l’8 giugno sarà il cantautore fidentino Dente che regalerà al pubblico uno spettacolo gratuito sulle note del suo ultimo album Canzoni Per Metà con la partecipazione di alcuni ospiti d’eccezione: lo scrittore e amico Guido Catalano e il rapper Coez.

Il mese di giugno continuerà poi con lo storico gruppo punk californiano dei Descendents (11 giugno), il giovane rapper americano Machine Gun Kelly (20 giugno), gli Avion Travel accompagnati dai Musica Nuda (21 giugno), il trionfatore di Sanremo 2017 Francesco Gabbani (29 giugno), per concludere con il cantautore calabrese Dario Brunori, in arte Brunori Sas che presenterà il suo ultimo e ottimo album A casa tutto bene.

Con il mese di luglio il Carroponte entrerà nel vivo della sua programmazione con alcuni nomi italiani e internazionali di tutto rispetto: la cantautrice americana Ani Di Franco (05 luglio), il nostro Niccolò Fabi (06 luglio), Paolo Benvegnù (9 luglio), i padri dell’indie americano Dinosaur Jr. (10 luglio), il celtic punk degli irlandesi Floggin Molly (11 luglio), il rapper Dargen D’amico (12 luglio), il gruppo indie-rock americano tutto al femminile delle Warpaint (13 luglio), Ermal Meta (15 luglio), e il folk-rock dei Nobraino (20 luglio) e dei Pan Del Diavolo (26 luglio).

Agosto si infiamma subito con il metal dei Megadeth (8 agosto), poi con il rock degli Interpol che per l’occasione suoneranno il loro disco d’esordio del 2002 Turn on the Bright Lights (23 agosto). Seguiranno i pisani Zen Circus accompagnati da Edda (30 agosto),  per chiudere poi con i leggendari The Wailers (31 agosto).

Il conclusivo mese di settembre è ancora in fase di aggiornamento, ma per il momento sono stati confermati Fabrizio Moro (6 settembre) e gli attesissimi Baustelle che porteranno il loro ultimo disco, L’Amore E La Violenza, anche nella bellissima cornice del Carroponte di Sesto San Giovanni mercoledì 9 settembre.

Per il programma completo consulta il sito ufficiale del Carroponte.

Autore
Pubblicato il
4 mesi ago
Categorie
Musica
Donata Bellan

Donata- l’età non si dice. Peter Pan al femminile. Laureata in scienze dei beni culturali prima e in visual cultures e pratiche curatoriali poi. Scrivo cose, faccio dolci, vado a concerti (troppi) e penso che i sabato sera più belli siano quelli passati con un buon vinile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *