BuzzNews > Automotive > Come consumare poca benzina: 5 suggerimenti per ridurre il consumo di carburante

Come consumare poca benzina: 5 suggerimenti per ridurre il consumo di carburante

Ridurre i consumi di carburante per salvaguardare l’ambiente e il nostro portafoglio. Consigli utili per consumare meno.

E’ ormai da tantissimi anni che il costo della benzina e del gasolio è arrivato a cifre spaventose e che è per le famiglie italiane una delle voci maggiori che vanno ad incidere sulla gestione del budget economico. Chi deve utilizzare l’auto per recarsi al lavoro quotidianamente, portare i bambini a scuola, ogni volta che arriva al distributore della benzina e vede il prezzo al litro, gli viene un colpo al cuore.

Vediamo ora cosa possiamo fare per ridurre i consumi di carburante e di conseguenza le emissioni di CO2 nell’aria. Questo articolo vuole essere un tutorial con delle semplici accortezze da mettere in pratica tutti i giorni quando ci troviamo alla guida della nostra macchina.

1° Manutenzione regolare dell’auto

Manutenzione regolare filtro aria e benzina o gasolio

E’ fondamentale fare manutenzione regolare per ridurre i consumi di carburante, specialmente sui filtri dell’aria e del carburante. Sia che la nostra auto sia alimentata da benzina diesel, è molto importante che questi componenti vengano sostituiti regolarmente per far si che innanzitutto la durata del motore sia maggiore e anche la sua resa, a vantaggio del risparmio del carburante.

2° Mantenere costante la pressione degli pneumatici

Pressione corretta pneumatici - Gomme alla pressione giusta.

Con una pressione corretta degli pneumatici, non solo si riducono i consumi di benzina o gasolio, ma anche quella delle gomme stesse e si aumenta la tenuta di strada dell’auto e di conseguenza la sicurezza in strada. Un consiglio che do è quello di misurare la pressione degli pneumatici almeno una volta al mese e di guardare lo stato del battistrada. Ricordiamoci che le nostre gomme ci “parlano” alla loro maniera, mostrandoci chiaramente il loro stato di salute.

Stando ad uno studio della Federal Energy Management Program, fare i tagliandi come indicato dalle case costruttrici, avere la pressione delle gomme corretta, comporta un 20% circa di risparmio carburante.

3° Climatizzatore : mantenere una temperatura costante e non esagerata

Climatizzatore auto a temperatura costante e non ala massimo

Per ridurre gli sprechi di carburante è consigliabile mantenere una temperatura costante all’interno dell’abitacolo della vettura e non bisogna assolutamente far lavorare l’impianto del climatizzatore a temperature ne troppo alte, ne troppo basse. Quando si accende l’aria condizionata su un’auto, si sente proprio un calo delle prestazioni e ciò significa che il motore sta sforzando e di conseguenza consuma un maggior quantitativo di benzina o gasolio. Oltre a far consumare carburante, tenere delle temperature da freezer o da forno, fa male alla nostra salute e all’ambiente.

4° Guidare bene l’auto : guidare sereni e tranquilli

Un’ottima tecnica per ridurre il consumo di combustibile è quella di guidare l’auto in maniera tranquilla e non da nevrastenici.

guidare l'auto in modo tranquillo e non da nervosi

Guidare l'auto rilassati

Il consiglio è quello di guidare la macchina senza accelerare e frenare bruscamente, dosando il piede in modo regolare sui pedali e di non tirare le marce al limitatore. Insomma, bisogna avere una guida fluida e utilizzare il più possibile le marce con rapporti lunghi. So bene che nel traffico caotico delle metropoli italiane, non è sempre possibile guidare tranquilli e rilassati e che molte volte si riesce a malapena ad inserire la 3° marcia, ma almeno bisogna evitare le inutili accelerazioni modello dragster lanciati sui 400 metri e di sgasare tipo “il Milanese imbruttito”.

5° Guidare l’auto con i finestrini chiusi e limitare i portapacchi modello trasloco fai da te.

Visto che ormai quasi tutte le auto di ultima generazione sono dotate di climatizzatori automatici, che sono in grado di mantenere la temperatura costante all’interno della nostra autovettura, è sconsigliabile guidare con i finestrini aperti. Bisogna considerare che i progettisti delle varie case automobilistiche hanno fatto degli studi ben precisi sulla aerodinamicità delle automobili e i calcoli dei consumi di un determinato modello di auto vengono definiti a veicolo chiuso con un determinato numero di passeggeri e carico. Nel momento che viene aperto un finestrino quando l’auto è in movimento, entra un flusso tale di aria in direzione opposta al senso di marcia, causando un notevole sforzo da parte del motore per mantenere la stessa velocità.

Infine, l’ultimo consiglio per risparmiare carburante, è quello di limitare il più possibile, l’utilizzo del porta pacchi.

Auto troppo carica maggiori consumi di carburante

Caricando eccessivamente l’auto con i bagagli, non solo aumentano enormemente i consumi di carburante, ma si allungano pure gli spazi d’arresto e diminuisce la stabilità del veicolo.  Se proprio non se ne può fare a meno, bisogna acquistare quei box da applicare sulle specifiche barre porta tutto e cercare di caricarli il meno possibile.

Un consiglio che certamente non vi farà consumare meno carburante ma che vi farà risparmiare un po’ di soldini, è quello di prestare attenzione a dove andate a fare benzina e di scegliere il distributore con un prezzo più basso e dove c’è la possibilità di rifornirsi al self-service che generalmente fanno sconti. Un consiglio che vi do, è quello di scaricare sul proprio smartphone una delle tantissime applicazioni dove vengono indicati i distributori con i prezzi della benzina e gasolio più convenienti.  Un’altro suggerimento è quello di evitare di fare rifornimento sulla rete autostradale, in quanto generalmente i prezzi al litro sono nettamente superiori, come indicato in questo interessantissimo  articolo de La Stampa.

Seguendo questi semplici consigli, si riuscirà a consumare meno carburante con la propria auto e andando più piano si salveranno anche la vita e i punti della patente.

Un consiglio invece a chi sta per acquistare un’auto nuova, è quello di pensare di acquistare vetture a tecnologia ibrida, cioè a quelle macchine che oltre al classico motore a scoppio, abbinano un’unità elettrica. Nei vari listini della case automobilistiche, ci sono diversi modelli adatti alle esigenze di tutte le persone e a tutte le tasche. Ho avuto modo di provarne di marche differenti e vi assicuro che sono delle ottime auto e che anche quando viaggiano a trazione elettrica, non si sente minimamente la differenza tra i due motori. Anzi, se proprio la vogliamo dire tutta, a livello di rendimento, è molto meglio il motore elettrico che quello endotermico.

Come ultimissimo consiglio, vorrei sottoporre una lista di 10 auto che consumano poco. Nella tabella sottostante, a fianco dell’auto, ho indicato il consumo di litri di carburante per coprire una distanza di 100 km.

  • Renault Clio 1.5 dCi S&S (Start and stop) : 3,3 litri/100 Km
  • Toyota Yaris Hybrid 1.5 E-CVT : 3,3 litri/100 Km
  • Volvo V40 Turbodiesel D2 : 3,2 litri /100 Km
  • Opel Corsa 1.3 CDTi : 3,2 litri / 100 Km
  • Ford Fiesta 1.5 TDCi : 3,2 litri / 100 Km
  • Citroen C4 Cactus BlueHdi 1.6 : 3,1 litri / 100 Km
  • Lancia Ypsilon e Panda : 3,1 litri / 100 Km
  • Peugeot 208 Blue Hdi 1.6 : 3 litri / 100 Km
  • Toyota Prius Hybrid : 3 litri / 100 Km
  • Seat MII, Volkswagen UP e SkodaCitigo : 2,9 litri / 100 Km

Un’altra tecnologia al nostro servizio per risparmiare carburante, è lo Start&Stop, che quando si arriva ad un semaforo, l’auto si spegne da sola per poi ripartire prontamente.

Sperando di essere stato utile, auguro a tutti buon viaggio a bordo delle nostre amate auto.

 

Pubblicato il
2 mesi ago
Categorie
Automotive
Roberto Valdemburg

Appassionato di auto e di tutto ciò che le riguarda, dopo diverse esperienze lavorative in questo settore in aziende che progettano e producono componentistica specifica, ho deciso di intraprendere la carriera di Automotive Web Author e Automotive Digital Manager. Sono convinto che il digitale sia l’arma migliore per dare innovazione al settore automobilistico. Passione e competenza mi accompagnano in ogni mio articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *