BuzzNews > Intrattenimento > Cinema e Serie TV > Auguri Pulp a Quentin Tarantino!

Auguri Pulp a Quentin Tarantino!

Tanti auguri Quentin Tarantino! Il grande regista autore di film indimenticabili e inventore del genere “pulp”, oggi compie gli anni. Per celebrarlo abbiamo ripercorso la sua carriera e selezionato le 8 migliori scene musicali del suo cinema

quentin tarantino young

Infanzia e adolescenza

Quentin Jerome Tarantino nasce il 27 marzo 1963 a Knoxville in Tennessee, da Tony Tarantino, attore, e Connie McHugh, un’infermiera. Studia prima presso la Fleming Junior High School, dove prende lezioni di recitazione, poi alla Narbonne High School, che però abbandona all’età di 15 anni. Dopo aver lasciato la scuola, ha frequenta la James Best Theatre Company, ma anche qui abbandona dopo due anni. Subito dopo inizia a lavorare come dipendente in un negozio di video noleggio, dove inizia a discutere di film con i suoi colleghi e altri clienti. Si ritiene che durante questo periodo Quentin comincia ad interessarsi al genere blaxploitation e prestando anche attenzione al tipo di film che i clienti preferiscono noleggiare e acquistare.

quentin tarantino 90

Gli Inizi e la sfolgorante carriera

Quentin Tarantino incontra il produttore cinematografico Lawrence Bender ad una festa. Quest’ultimo lo incoraggia a scrivere la sua prima sceneggiatura, My Best Friend’s Birthday. Tuttavia, la bobina del film viene distrutta in un incendio, ma la sceneggiatura costituisce poi la base per alcuni suoi film successivi. Esordisce come regista con Le Iene (prodotto da Bender), che esce al cinema nel 1992. Il film ha un successo immediato e viene presentato al Sundance Film Festival dello stesso anno. Nel 1994 scrive anche la sceneggiatura di Natural Born Killers (Assassini Nati) di Oliver Stone. Raggiunta la fama, molti sceneggiatori gli si avvicinano per film come Speed e Men in Black, ma egli rifiuta gli script, ritirandosi ad Amsterdam dove inizia a lavorare al suo prossimo film: Pulp Fiction. Nel 1994, Pulp Fiction riceve numerosi riconoscimenti per la sua direzione geniale e la narrazione non lineare e viene nominato nella categoria ‘Miglior Regia’ agli Academy Awards. Nel 1996, scrive la sceneggiatura e interpreta la parte di uno dei fratelli criminali Gecko per il film dell’amico Robert Rodriguez, Dal tramonto all’alba. Il 1997 è l’anno di Jackie Brown, adattamento del romanzo, Rum Punch di Elmore Leonard. Dopo una lunga pausa, torna nel 2003, con il successo di Kill Bill: Vol.1 con Uma Thurman a cui succede il sequel Kill Bill: Vol.2, l’anno successivo. Nel 2005 collabora ancora una volta con Robert Rodriguez per il film neo-noir, Sin City dirigendo l’episodio Un’abbuffata di morte (The Big Fat Kill). Il sodalizio tra i due si ripete ancora una volta nel 2007 per Grindhouse (Death Proof) che però non ha un grande successo di pubblico. A riportarlo nuovamente sulla cresta dell’onda è Bastardi Senza Gloria (Inglourious Basterds), considerato uno dei suoi film di maggior successo. Due anni più tardi, inizia la realizzazione dello spaghetti-western Django Unchained, che uscirà poi nel 2012. Sempre di ambientazione western è la sua ultima fatica The Hateful Eight musicata egregiamente dal grandissimo Ennio Morricone premiato poi con l’Oscar.

quentin tarantino Pulp-Fiction-Dance-Scene

L’importanza della colonna sonora nei film di Quentin Tarantino

Per Tarantino la musica è indispensabile al momento della creazione di un film: mentre la maggior parte dei registi e dei loro supervisori musicali iniziano con lo script e ci riempiono gli spazi vuoti,  per lui l’ispirazione arriva proprio dalla colonna sonora. In proposito ha dichiarato:

“Una delle cose che faccio quando sto iniziando un film è ascoltare la mia collezione di dischi, cercando di trovare la personalità e lo spirito del film.”

Alla fine abbiamo scelto per voi otto dei migliori momenti musicali dei suoi vent’anni di cinema:

George Baker – Little Green Bag (da Le Iene)

Chuck Berry – You Never Can Tell (da Pulp Fiction)

Bobby Womack – Across 110th Street (da Jackie Brown)

Tito and Tarantula – After Dark (da Dal Tramonto All’Alba)

Bernard Herrmann- Twisted Nerve ( da Kill Bill Vol.1)

David Bowie- Cat People (da Bastardi Senza Gloria)

Rick Ross- 100 Black Coffins (da Django Unchained)

Ennio Morricone- L’Ultima Diligenza di Red Rock (da The Eightful Eight)

Autore
Pubblicato il
7 mesi ago
Donata Bellan

Donata- l’età non si dice. Peter Pan al femminile. Laureata in scienze dei beni culturali prima e in visual cultures e pratiche curatoriali poi. Scrivo cose, faccio dolci, vado a concerti (troppi) e penso che i sabato sera più belli siano quelli passati con un buon vinile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *