Android, app gratis e app a pagamento

Nonostante per molte persone sia iPhone lo smartphone per eccellenza, nel mondo sono i dispositivi Android i più diffusi, grazie alla loro grande varietà per caratteristiche e, soprattutto, per prezzo. Android punta infatti – oltre che agli utenti di fascia alta, ovviamente – alla sua diversificazione, ovvero al fatto di essere un sistema operativo personalizzabile ed utilizzabile con molta libertà dalle varie aziende produttrici di smartphone.

Gran parte delle entrate economiche sia di iPhone che di Android arrivano però dai relativi store: iTunes e Google Play. Ci dedicheremo un’altra volta ad App Store, oggi invece parliamo nel dettaglio di Google Play Store, il negozio di app di Android, dove sono presenti diverse app con prezzi molto alti e in alcuni casi incredibili. Andremo a scoprire proprio le 4 app più costose per Android, nonostante alcune di queste non siano disponibili nella versione italiana dello store Google, dove il prezzo massimo per un’app è di 350 euro. Ti chiedi quale sia il guadagno di Big G dalla vendita delle app: il 30 percento del prezzo di vendita, per cui se un’app costa 100 euro, il produttore riceve 70 ed il restante 30 percento andrà a Google. Scopriamo quindi dopo l’immagine le 4 giochi a pagamento androidmigliori applicazioni android a pagamento le 6 migliori applicazioni Android a pagamento.

App più costose per Android

Fonte immagine: USA-Reiseblogger https://pixabay.com/it/users/USA-Reiseblogger-328188/

App Android a pagamento: inutili e costosissimi gioielli

La prima delle applicazioni a pagamento dal prezzo maggiore che andiamo a scoprire è in realtà una serie di diverse app create dallo stesso sviluppatore. Stiamo parlando di Abu Moo, che ha creato 5 applicazioni corrispondenti a 5 diamanti, dal prezzo di soli 350 euro ognuna, per un totale di 1750 euro. Una montagna di soldi, soprattutto se consideriamo che queste applicazioni non servono veramente a niente: non hanno un’utilità concreta ma neppure immaginaria, servono solo per vantarsi di avere il denaro per acquistare 1750 euro di applicazioni che non servono a nulla. I gioielli delle app in questione (tra cui smeraldo, zaffiro e rubino) possono essere posizionati come widget nella schermata home. Niente di più. Solo pensandoci un attimo mi vengono in mente almeno mille modi per spendere quasi 2000 euro in maniera più intelligente.

Migliori app Android a pagamento: ricordate la vuvuzela?

Se avete visto o sentito anche solo parlare dei mondiali 2010 in Sud Africa ricorderete con ogni probabilità in suono fastidiosissimo delle vuvuzelas. Ebbene, la seconda app Android a pagamento di cui parliamo è proprio una vuvuzela. Anche in questo caso l’utilità del software è vicina al nulla, soprattutto considerando che l’app costa 100 euro. Si chiama Vuvuzela World Cup Hornet e l’unica cosa che consente di fare è infastidire chiunque sia nelle nostra vicinanze con il suono della vuvuzela. Diciamo che se proprio si dare fastidio al prossimo, non c’è bisogno di spendere 100 euro per un’app.

App a pagamento: l’app più costosa (e non lo è nemmeno)

Un’altra applicazione dalla dubbia utilità. Si chiama Most Expensive App, e non serve a nulla. Se non – come anche le altre app – a dimostrare che si hanno i soldi per acquistare un’applicazione che costa 100 euro e non serve a niente. Creata in realtà solo “per far ridere” lo sviluppatore. Immaginate la sua faccia se l’app venisse scaricata anche solo poche volte da qualche miliardario per farsi due risate, vedere entrare 70 euro nel proprio account per un’app che non serve assolutamente a nulla.

Un gioco dal dubbio gusto

Chiudiamo questa particolare classifica con un gioco. Si chiama Super Color Runner e anche questa app Android a pagamento costa la bellezza di 100 euro. Forse però è la meno peggio tra quelle che sino a questo momento abbiamo analizzato. Almeno serve a qualcosa: è un gioco a scorrimento orizzontale dove lo scopo è riempire i quattro settori con energia, stando attenti nello stesso tempo a non terminare la propria vita, sotto forma di autonomia e quindi ancora energia. Meccaniche e grafica datate, sicuramente non vale 100 euro, per la stessa cifra potete comprare almeno una decina di titoli di ottima qualità per il vostro smartphone Android.

Published
3 mesi ago
Categories
Applicazioni
Andrea Careddu

Andrea CaredduSono nato nel 1994 in una piccola città del centro Sardegna. Dopo il Diploma sono fuggito dall’Isola e ora, dopo la laurea in Informazione, Media e Pubblicità all’Università di Urbino, studio sempre ad Urbino Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Appassionato originariamente solo di videogames e console, mi occupo da ormai diversi anni di tecnologia, con particolare attenzione a smartphone e computer. Mi piace esprimermi però anche su tematiche più impegnate e vicine a cultura e società, con la speranza un giorno di scrivere per professione. Mi puoi leggere su ACareddu.it e News and Coffee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *