La vita in un quartiere di Rimini negli anni Trenta raccontata attraverso i suoi curiosi abitanti. Federico Fellini rievoca la sua infanzia con Amarcord stasera su Iris.

Amarcord: la trama

La trama di Amarcord stasera su Iris si svolge tra il 1932 e il 1933 e ha come protagonisti l’adolescente Titta (Bruno Zanin) e i componenti della sua famiglia: la madre Miranda (Pupella Maggio) il padre Aurelio (Armando Brancia), il fratello Oliva, il nonno, gli zii. Tutti insieme vivono nel quartiere di San Giuliano a Rimini, popolato da stravaganti personaggi.

Amarcord-stasera-su-Iris

credit: echeion.it

In Amarcord stasera su Iris, attraverso il racconto di Titta, conosceremo Gradisca (Magali Noël), la bella del paese, la provocante tabaccaia (Maria Antonietta Beluzzi), il fisarmonicista cieco (Domenico Pertica), Volpina (Josiane Tanzilli), tutti appartenenti ad un’epoca in cui il regista riminese ha vissuto la sua infanzia.

Amarcord stasera su Iris: la critica

Amarcord-stasera-su-Iris

credit: scirocco.blog.tiscali.it

Uscito nel Dicembre del 1973, Amarcord stasera su Iris è l’ideale sequel de I Vitelloni diretto nel 1953 sempre da Federico Fellini che ancora una volta, dimostra di essere un maestro nel realizzare capolavori quasi con nulla. Con la collaborazione di Tonino Guerra, Amarcord è un ritratto nostalgico e sanguigno di un quartiere di Rimini, interamente ricostruito a Cinecittà, negli anni del fascismo, con i suoi pittoreschi personaggi. Un viaggio nostalgico accompagnato dall’inconfondibile colonna sonora di Nino Rota.

Amarcord stasera su Iris: 7 curiosità sul film

1. Il titolo

Il titolo del film stasera su Iris deriva da un’espressione del dialetto romagnolo “a m’arcord” che significa “io mi ricordo”. Il successo del film fu talmente grande che Amarcord entrò nella lingua italiana come termine per descrivere in modo nostalgico dei ricordi lontani.

2. La pagina in dialetto

Forse perchè ispirato da un’espressione dialettale, il film Amarcord stasera su Iris, su Wikipedia, oltre alla pagina in italiano e nelle altre lingue straniere, ha anche una pagina in dialetto emiliano-romagnolo.

3. Il ruolo di Gradisca

Federico Fellini pensava inizialmente di affidare il ruolo della provocante Gradisca a Edwige Fenech, che allora aveva 25 anni, ma poi cambiò idea giudicandola non sufficientemente procace e scegliendo Magali Noël, più vecchia di 16 anni.

4. Il giovane Eros

In una scena di Amarcord stasera su Iris, quella in cui un gruppo di ragazzi gioca a palle di neve, c’è anche un giovanissimo Eros Ramazzotti, come lui stesso ha confermato in una intervista televisiva. Fu reclutato con altri coetanei a Cinecittà, dove la scena è stata girata.

5. Il cast

Come spesso accade, i film di Federico Fellini hanno un cast ricco di attori e comparse e Amarcord non fa eccezione. Tra i tanti citiamo Ciccio Ingrassia, Alvaro Vitali, il cantante del Banco del Mutuo Soccorso Francesco Di Giacomo e Nando Orfei nel ruolo di Pataca.

6. I premi ricevuti

Amarcord è stato premiato con l’Oscar come migliore film straniero nel 1975, ottenendo anche due nomination come miglior regista e migliore sceneggiatura originale. Il film stasera su Iris ha inoltrato conquistato una nomination ai Golden Glode, due David di Donatello e quattro Nastri D’Argento.

7. Il restauro

Una versione restaurata in 4K di Amarcord è stata presentata alla 72a Mostra del Cinema di Venezia, accompagnata da una clip composta dai tagli, i ciak e le scene doppie, scelti e montati dal regista premio Oscar Giuseppe Tornatore.

Author
Published
2 anni ago
Categories
IntrattenimentoNews
Fabio Banzato

fabio-banzatoFabio Banzato: classe 1962, da sempre innamorato di musica e della radio, conduce il suo primo programma a Radio Cooperativa Legnano nel 1983. Nel 1990 passa a Radio Reporter come tecnico di bassa frequenza. Qui conduce notiziari e interviste e nel 2003 diventa giornalista pubblicista. Nel 2006 il passaggio a Radio Number One come tecnico, giornalista e fonico di regia. Dal 2000 al 2013 si occupa di Radio Eurospin, radio in-store della catena di discount alimentari. Dal 2013 collabora con Parlarealmicrofono.it, sito dedicato ai professionisti della comunicazione in pubblico e radiotelevisiva. Negli ultimi anni si è dedicato con passione al mondo web e al social marketing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *