BuzzNews > Lifestyle > Alta Moda a Parigi: Valentino dramatic e Jean Paul revival

Alta Moda a Parigi: Valentino dramatic e Jean Paul revival

Alta Moda a Parigi: Valentino incanta e Jean Paul Gaultier omaggia il suo mentore

Quattro giorni per vedere tutta l’Alta Moda a Parigi. Quattro giorni intensi, pieni di luci, paillette, cristalli, ori e tessuti preziosi. Quattro giorni che si ricorderanno (fino a luglio) per il ritorno della couture di Givenchy, per l’assenza di Atelier Versace (che ha presentato la collezione privatamente), per lo scandalo “niggas in Paris” che ha colpito la stilista russa Ulyana Sergeenko, per tante cose belle e tanti must have.

Ma l’Alta Moda a Parigi di questo gennaio 2018 sarà ricordata anche per due show che hanno emozionato: Valentino e Jean Paul Gaultier.

alta moda a parigi

foto Instagram dal desflié di Jean Paul Gaultier

Alta Moda a Parigi 24-01-2018: Jean Paul & Pierre

Where are you, Polly Moagoo. Un film degli anni ’60, forse introvabile ormai, che raccontava il mondo della moda ai tempi di Rabanne, della space era, ai tempi di Pierre Cardin e Courreges. Quell’epoca di psichedelie e sperimentazioni, di optical e minigonne, viene rivisitata da Jean Paul Gaultier, che nel pomeriggio di ieri ha sfilato con il suo personale omaggio a Pierre Cardin, suo mentore.

alta moda a parigi

Pierre Cardin in prima fila allo show di Jean Paul Gaultier

Bravo Pietro Cardini” dice Jean Paul, che proprio dalla maison dello stilista vicentino ha cominciato la sua strada nella moda.

Il black&white è il maestro di cerimonie, l’accostamento dei due colori che è sinonimo di eleganza (vedi Chanel) diventa brioso e futuristico. Con la sua solita ironia e il suo solito piglio, l’enfant terrible della moda francese rende tridimensionale uno dei simboli degli anni ’60: la spirale optical.

Come non amare la robe de tagliatelle, l’uscita di Anna Cleveland con gioielli rimbalzanti o la stampa della spirale 3D che sembra un slavaschermo di Windows 98?

Uscito dal mondo del prét â porter ormai dal 2014, Jean Paul si dedica all’Alta Moda e ogni volta porta in passerella un mix di sensazioni, culture, epoche, ispirazioni che mescola con il suo stile ormai riconosciuto e riconoscibile, quel connubio di anni ’80, mood parisienne e follia che tante signore amano e ancora vogliono. Jean Paul est terminé? Non credo proprio.

Alta Moda a Parigi 24-01-2018: Valentino dramatic show

Drama, big drama, proprio un’opera lirica. La collezione di Valentino è da lagrime. Di gioia.

Pierpaolo Piccioli dedica la collezione Couture SS18 al lavoro dell’atelier, alla manualità delle sarte e dei sarti che si muovono nel laboratorio, la dedica all’artigianalità che sta scomparendo e che anche grazie alla Haute Couture, vive e lotta in un mondo di confezioni all’ingrosso, outlet, produzione di massa e Zara.

alta moda a parigi

outfit “Giada” Valentino Haute Couture SS18

Dramatic headpieces di Philip Treacy, il cappellaio matto che veste teste coronate e vip da red carpet. Esagerazione nei volumi anche per la prima uscita, l’outfit Oriana. Sì, perché ad ogni pezzo della della collezione, Pierpaolo ha voluto dare il nome della persona che l’ha creato.

Perché un abito è come un figlio per chi lo cuce, è motivo di vanto e anche se non si prendono gli applausi in faccia passeggiando fra i corridoi, è bene pensare che quel battimani che facciamo alla fine delle sfilate è anche (e soprattutto) per loro, gli artigiani che ci permettono di vedere e vivere un’esperienza magica, l’esperienza della bella moda.

Un piacere per gli occhi, un piacere per il cuore.

Pubblicato il
4 settimane ago
Categorie
Lifestyle
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *