BuzzNews > Benessere > 5 erbe naturali per il benessere e cura dei capelli

5 erbe naturali per il benessere e cura dei capelli

Le 5 erbe naturali e curative più importanti che ci aiutano nel benessere di cute e capelli

Le erbe naturali, costituiscono un prezioso e valido alleato per la cura della nostra cute e dei capelli. Possono essere erbe tintorie e quindi colorare le nostre chiome, oppure curative, da utilizzare in aggiunta all’Henné o da sole. Il loro potere ci aiuta ad avere capelli sani, folti, morbidi e lucenti, ma anche a contrastarne l’eccessiva caduta o le problematiche dermatologiche, come l’eccessiva produzione di sebo e forfora. Sono utili sia nei capelli secchi e ricci, sia in quelli fini e lisci.

Abbiamo già visto in precedenza qui (Come prendersi cura dei capelli con le erbe tintorie ) le differenze e come adoperarle. I tempi di posa variano: alcune erbe sono condizionanti e vanno impiegate esclusivamente dopo lo shampoo per non annullarne l’effetto. Altre possono essere stese sulla chioma prima dello shampoo, facendo un impacco benefico. Conosciamo insieme le 5 erbe curative più importanti e il loro utilizzo:

erbe ragazza capelli

Le erbe curative per i capelli

Altea

L’Altea comune (Althaea officinalis) è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Malvaceae e al genere Althaea. Quest’erba medicinale è anche conosciuta col nome di malva bianca, grazie al colore dei suoi fiori, molto delicato. Altro nome è marshmallow: in passato la polvere ottenuta dalla radice veniva utilizzata per produrre i primi Mashmallows, ossia delle caramelle medicinali.

Grazie alla sua alta percentuale di flavonoidi, pectine, amidi, polifenoli e mucillagini, rende i capelli più morbidi, setosi, nutriti e idratati. Ideale per le chiome più secche, porose e sui capelli ricci e crespi. La sua polvere è utile anche come coadiuvante in caso di arrossamento cutaneo. Ha un effetto districante e volumizzante. Può essere utilizzata da sola o aggiunta a qualsiasi altra erba tintoria, per mantenere il capello soffice e rendere cremosa la miscela. L’alta presenza di mucillagini rende il composto estramemente morbido. Applicatela dopo lo shampoo, con un tempo di posa di circa un’ora.

Amla

L’Amla (Phyllanthus Emblica L. officinalis) è una pianta arborea appartenente alla famiglia delle erbe Euforbiacee, comunemente conosciuta come Alma o uva spina indiana, grazie alla sua origine indiana e delle zone tropicali e sub-tropicali del Sud-Est asiatico. Questa pianta officinale è ricca di bioflavonoidi, vitamina C e saponine, tanto che i suoi frutti vengono utilizzati da millenni nella medicina cinese e tibetana.

Il suo alto potere antiossidante la rende consigliata anche nella medicina ayurvedica per stimolare la crescita dei capelli, inibire i capelli bianchi precoci e proteggere la cute dalla forfora. La polvere di Amla è utile nei trattamenti atti a rinforzare e lucidare i capelli, prevenendo le doppie punte. La pastella ha un effetto nutritivo e ricostituente sui capelli e il cuoio capelluto, favorisce inoltre la crescita. La sua pigmentazione a lungo andare non la rende adatta ai capelli biondi, ha un potente effetto anticrespo e tende a lisciare i capelli. Si applica anche prima dello shampoo con un tempo di posa di circa mezz’ora.

Fieno greco

Il Fieno greco (Trigonella foenum graecum), è una pianta erbacea annuale che fa parte della famiglia delle leguminose (fabaceae). Il nome trigonella deriva dalla forma triangolare dei suoi semi, divenuto poi Fieno greco per il suo utilizzo, in antichità, nell’alimentazione del bestiame, mentre nella tradizione ayurvedica prende il nome di Methi. Originario del Medio Oriente e del Nord Africa, il fieno greco è una delle più antiche piante medicinali tra le erbe, con effetti salutari riconosciuti da millenni. I suoi semi contengono trigonellina, saponine, ferro, fitoestrogeni, mucillagini, flavonoidi, olio essenziale, proteine, vitamine del gruppo B, lipidi e sali minerali (silicio, calcio e fosforo).

Il fieno greco viene utilizzato nell’alimentazione e in diversi ambiti cosmetici: per i trattamenti tricologici il suo plus è contro la caduta eccessiva dei capelli e per donare morbidezza, setosità, volume, idratazione ed è un ottimo lucidante, nutriente e anti-sebo. Deve essere utilizzato dopo lo shampoo, massaggiandolo su cute e stendendo sulle lunghezze e tenuto in posa un’ora per poi procedere al risciacquo.

giuggiole e erbe

Giuggiole

Neem

Il Neem è un albero (Azadirachta indica) della famiglia delle Meliacee, originario dell’India e della Birmania. La polvere pura si ottiene dall’essicazione delle foglie poi polverizzate. Conosciuto fin dall’antichità per le sue proprietà medicamentose, per curare febbre, dolore e infezioni, per pulire i denti e curare le affezioni della pelle, è chiamato in India la “farmacia del villaggio” e ne bevono l’infuso.

Il Neem è un antiparassitario naturale, sia per la persona che per l’ambiente, contro gli acari, afidi e pidocchi. La sua polvere è adatta alla cura dei capelli nell’eccessiva secrezione sebacea del cuoio capelluto e contro la forfora. Aiuta a rinforzare il fusto del capello e dona volume e corposità alla chioma. Va applicato sul cuoio capelluto e sulle lunghezze lasciando in posa per massimo 40 minuti, ottenendo un migliore effetto miscelato ad un’altra delle erbe, l’Amla. Ottimo anche sotto forma di olio per pelle e capelli.

Ziziphus

Lo Ziziphus (Ziziphus jujuba) o Ziziphus Spina Christi (Giuggiola di Cristo) è un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rhamnaceae. Conosciuto anche come dattero cinese, il suo frutto è detto giuggiola. La polvere pura di ottiene dalla polverizzazione della foglia. Il giuggiolo ha origine in Africa settentrionale e in Siria, poi esportato in Cina e India e diffuso in Italia dai venenziani che lo importarono dall’oriente, fino ai Colli Euganei.

Le erbe di Ziziphus, o giuggiole hanno un potere altamente purificante per il capello, donandogli corpo e morbidezza senza alterare il colore di base e dandogli un effetto lucidante. Trova impiego anche per il corpo, grazie alla sua polvere ricca di minerali (ferro, calcio e magnesio). Il suo impacco è ottimo per i capelli sottili, senza volume o sfibrati ed ha la proprietà di fissare le altre erbe tintorie come l’henné nero (Indigofera) o per diminuire il riflesso.  Si applica sui capelli umidi dopo lo shampoo, lasciandolo in posa circa 30 minuti.

Le erbe curative naturali, come quelle tintorie, possono dare origine a fenomeni individuali di allergia, è quindi sempre consigliabile fare una piccola prova su una zona nascosta, ma nel caso le possiate utilizzare senza problemi, ne scoprirete l’effetto benefico su cute e capelli e la vostra chioma non potrà più farne a meno, ringraziandovi per le coccole che gli donate.

Autore
Pubblicato il
3 settimane ago
Categorie
Benessere
Marta Ricci

Dopo gli studi, lavoro nella finanza e nella mediazione creditizia per molti anni, ma è un mondo che decido di abbandonare perché ai numeri ho sempre preferito le lettere. Scrivo e straparlo delle avventure femminili in un blog con lo pseudonimo di Emme Bouclès e ho all’attivo un libro romance. Speaker radiofonica nel passato, nel presente vivo tra Milano e Roma, sono campionessa di corsa al treno. Il futuro cerco di anticiparlo interrogando le stelle! Divoratrice di libri e film, ho una smodata passione per i dolci. Raramente esco di casa sprovvista del mio sorriso, ma spesso dimentico le chiavi.

One comment on “5 erbe naturali per il benessere e cura dei capelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *