BuzzNews > Intrattenimento > Il 25 gennaio 1964 nasceva la Nike, il noto marchio di accessori sportivi

Il 25 gennaio 1964 nasceva la Nike, il noto marchio di accessori sportivi

Il 25 gennaio 1964 nasceva la Nike, il noto marchio di accessori sportivi. La celebriamo ripercorrendo la sua storia, con l’aggiunta di alcune curiosità

La Nike, noto brand di scarpe e abbigliamento sportivo, compie oggi 53 anni. Pochissimi altri marchi sono riusciti ad elevarsi a sinonimo di cultura pop nel 20°secolo come è successo a questa società, che negli ultimi decenni, oltre a trasformarsi in un colosso del mondo sportivo, è diventata parte integrante della vita quotidiana di milioni di persone in tutto il mondo.

Le origini

Phil Knight Nike

Quando negli anni ’60 le scarpe da ginnastica tedesche Adidas e Puma dominavano il mercato globale, un uomo d’affari americano, Phil Knight, si era convinto che l’unico modo di competere con i tedeschi era di introdurre delle scarpe di qualità a basso costo dal Giappone. L’idea era valida, ma purtroppo Knight non disponeva dei fondi sufficienti per metterla in pratica. Nel 1963 però durante un tour mondiale Knight volò in Giappone, dove riuscì a farsi fissare un appuntamento con Onitsuka, la società detentrice delle scarpe da corsa Tiger. I dirigenti si mostrarono molto interessati e gli diedero dei campioni, che l’uomo d’affari inviò seduta stante per un consulto, al suo ex allenatore ai tempi dell’Università: Bill Bowerman. Dopo diverse trattazioni i due raggiunsero un accordo con Onitsuka, stringendo una partnership che il 25 gennaio del 1964, vide la nascita della Blue Ribbon Sports, con un investimento di 500 dollari ciascuno.

Da Blue Ribbon Sports a Nike

blue ribbon sports nike

Nel 1970, il rapporto tra la Blue Ribbon Sports e la Onitsuka cominciava a vacillare. Knight infatti, riteneva che l’accordo stipulato con la società giapponese stesse irrimediabilmente soffocando ogni sua possibilità di espansione finanziaria, ragion per cui decise di scioglierla immediatamente. L’anno successivo la Blue Ribbon Sports lanciò la sua prima linea di calzature, che prese il nome di Nike, come la dea greca della vittoria. Il nome “Nike“, che sei anni dopo divenne ufficialmente il nome della società, venne scelto tra le tante proposte fatte dagli stessi collaboratori allo stesso Knight. L’iconico logo scelto per rappresentare il marchio, detto Swoosh, venne utilizzato per la prima volta il 18 giugno 1971 e successivamente registrato presso l’Ufficio Brevetti e Marchi degli Stati Uniti il ​​22 gennaio 1974.

La Storia Del Logo (Swoosh)

nike logo progetto

Era il 1969 quando Carolyn Davidson, una giovane studentessa di grafica alla Portland State University, incontrò fortuitamente Phil Knight che ascoltando per caso le sue lamentele per la mancanza di denaro, decise di offrirle un lavoro. La ragazza realizzò molti loghi ispirandosi dalle ali della dea della vittoria e influenzata dal fatto che Knight avesse un debole per il logo Adidas e volesse qualcosa di simile ad esso, arrivò poi al risultato finale. Nonostante il lavoro le fosse costato ben 18 ore, Carolyn venne pagata appena 35 dollari. La ragazza gli anni successivi continuò a lavorare con Nike, almeno fino al 1983 quando fu congedata oltre che con un anello con il logo in diamanti, con la cessione di 500 azioni da 150 dollari ciascuna, facendole guadagnare in totale 1286 dollari per azione. Oggi, il logo Swoosh, è uno dei simboli più grandi e più riconoscibili al mondo.

I modelli che hanno fatto la storia

nike cortez

Le Nike Cortez

Nike, oltre ad essere il più grande produttore di abbigliamento sportivo, produce anche orologi, occhiali, abbigliamento casual, per il mare, e tantissimi altri prodotti. È bene però ricordare i modelli cosiddetti “storici” o “classici” di scarpe da ginnastica che ancora oggi sono ricercatissimi dai giovani, visto l’improvviso revival che riguarda soprattutto gli anni ’90. Citiamo tra le tante, le Nike Classic, le Nike Internationalist, le Nike Air Force II,  le Nike Cortez, le Nike All Court Low e le Nike Air Mag (viste in Ritorno al Futuro II e poi effettivamente realizzate anche se solo per pochi fortunati)

La società oggi

Attualmente Nike, domina incontrastata il mercato globale delle calzature sportive con una quota di mercato del 38%. La società impiega oltre 40.000 persone in tutto il mondo e genera più di 21 miliardi di dollari l’anno nelle vendite. Il marchio, nato “solo” 54 anni fa con un investimento di  1000 dollari e una stretta di mano, oggi ne vale più di 10 miliardi.

Autore
Pubblicato il
10 mesi ago
Categorie
Intrattenimento
Donata Bellan

Donata- l’età non si dice. Peter Pan al femminile. Laureata in scienze dei beni culturali prima e in visual cultures e pratiche curatoriali poi. Scrivo cose, faccio dolci, vado a concerti (troppi) e penso che i sabato sera più belli siano quelli passati con un buon vinile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *