BuzzNews > Lifestyle > Moda > 15 luglio 1997: addio allo stilista italiano Gianni Versace

15 luglio 1997: addio allo stilista italiano Gianni Versace

Gianni Versace è uno stilista che ha saputo trasformare un sogno in un impero

Gianni Versace ha lasciato un profondo segno nel mondo della moda e nell’immaginario collettivo. Il talento di questo grande stilista ha, infatti, influito molto sul made in Italy. Ha saputo unire arte e originalità, seguendo sempre nuove tendenze, creando così un’importante Maison. Versace è anche ricordato per la sua morte, ucciso a Miami da Andrew Cunanan. Vediamo di analizzare più da vicino la storia di questo importante stilista.

Il 15 Luglio 1997 a Miami ci ha lasciati Gianni Versace un grande stilista italiano

Il 15 Luglio 1997 a Miami ci ha lasciati Gianni Versace un grande stilista italiano – fonte immagine pixabay.com credit: Free-Photos

Gli inizi di Gianni Versace

La passione di Versace per la moda iniziò nell’atelier della madre. Nel 1972, quando aveva venticinque anni, si trasferisce a Milano e comincia a lavorare come disegnatore d’abiti. Presenta nel 1975, per Complice, la sua prima collezione di abiti in pelle. Nel 1978 Gianni Versace presenta, a Milano, la prima collezione a suo nome. Inizia una scalata verso il successo e avvia anche una serie di collaborazioni con il teatro. Disegna, per la stagione di balletto 1981-1982, del Teatro alla Scala di Milano, i costumi per Josephslegende di Richard Strauss. Nel 1983 realizza i costumi per il Lieb und Leid di Gustav Mahler. La fama di Versace aumenta, grazie anche a delle ottime campagne pubblicitarie. Gianni Versace è diventato un importante nome nel campo della moda.

La prematura dipartita ed il cordoglio

La carriera di Versace è in piena ascesa, ma, all’improvviso, subisce un arresto. Lo stilista viene ucciso il 15 luglio 1997 a Miami, per mano di Andrew Cunanan. La polizia, dopo il crimine, inizia una serrata caccia all’uomo, che si conclude con il ritrovamento del corpo dell’omicida su una piattaforma galleggiante. La cerimonia funebre di Gianni Versace si svolse nel Duomo di Milano e molte personalità dello spettacolo e della moda vi presero parte.

L’eredità di Gianni Versace

Gianni Versace ha contribuito a portare il made in Italy a livello mondiale e ha saputo dare creatività alla moda. La Maison, da lui creata e portata avanti dal fratello Santo Versace e dalla sorella Donatella Versace, è divenuta l’importante icona del fashion che noi tutti conosciamo.

Pubblicato il
5 mesi ago
Categorie
Moda
Viviana Tintori

Viviana Tintori filosofa digitale

Una filosofa specializzata in comunicazione informatica ( eh si…avete letto bene, anche i pensatori amano i computer ) e un’appassionata di tecnologia sin dall’età di undici anni. Classe 1979 e milanese di estrazione, vive immersa nel mondo di Internet e cerca sempre di unire le possibilità date dalla rete con la sua seconda passione: la cultura. È una lettrice accanita, incuriosita da qualsiasi argomento. Adora anche il teatro e il cinema. Abita in una casa piena di libri e uno dei sui desideri è poter guidare una Volkswagen Maggiolino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *