BuzzNews > Viaggi > 10 paesi dove non si festeggia il Natale: quali sono e perché

10 paesi dove non si festeggia il Natale: quali sono e perché

Quali sono i 10 paesi dove non si festeggia il Natale?

Mentre le lucine e la frenetica corsa ai regali di Natale sta per invadere quasi tutto il Mondo in attesa di celebrare le festività nel miglior modo possibile, ci sono alcuni paesi che per alcuni motivi non celebrano questo evento per motivi perlopiù legati alle differenze culturali o religiose.

Per coloro che cercano di sfuggire al Natale, queste 10 destinazioni sono la soluzione migliore!

1- Giappone

Il Giappone essendo un paese non cristiano, non festeggia ufficialmente il Natale. Le scuole e gli uffici restano aperti. Questo però non significa che i Giapponesi passino l’ultimo periodo dell’anno senza festeggiare e anche se non è una festa nazionale, l’atmosfera natalizia è abbastanza sentita.

2- Pakistan

10 paesi dove non si festeggia il natale Pakistan

Il Pakistan è un paese musulmano, perciò il Natale non è contemplato. Nonostante ciò, tutti i musulmani pakistani lo rispettano.

3- Arabia Saudita

10 paesi dove non si festeggia il natale Arabia Saudita

In Arabia Saudita sono molto meno liberali. Il paese, infatti, proibisce severamente la celebrazione di questa festività ed è molto conservatore. Le persone non possono né comprare oggetti, né scambiarsi doni. I centri commerciali e i mercatini non sono autorizzati a conservare materiale legato al Natale, altrimenti sono obbligati a rispondere alle autorità della propria attività.

4- Thailandia

10 paesi dove non si festeggia il natale thailandia

La popolazione della Thailandia è buddista e anche se un gran numero di cristiani vive nella capitale Bangkok, il 25 dicembre è un giorno come un altro. Le caldi temperature della Thailandia in questo periodo dell’anno rendono però facile trascorrere il giorno di Natale sulla spiaggia.

5- Marocco

10 paesi dove non si festeggia il natale marocco

Il Marocco è un altro paese musulmano nel quale il Natale non viene festeggiato. In alcune zone è possibile trovare le luci e le decorazioni, ma non essendo festa ufficiale diventa un compito impegnativo godersi appieno la celebrazioni.

6- Turchia

10 paesi dove non si festeggia il natale Turchia

La popolazione della Turchia è prevalentemente musulmana, quindi il Natale non è una festa importante. Anche se sul territorio sono presenti un certo numero di comunità cristiane, il 25 dicembre è un giorno come un altro. Ma non preoccupatevi: le viste mozzafiato di Istanbul e i suoi vivaci quartieri dovrebbero distrarvi sufficientemente dalla mancanza dello spirito natalizio.

7- Algeria

10 paesi dove non si festeggia il natale algeria

In Algeria il 99% della popolazione è musulmana. Essere completamente indifferenti a questa festività cristiana è il loro modo di esprimere la loro devozione all’Islam. Questo però non impedisce alle minoranze cristiane di celebrarlo.

8- Cina

10 paesi dove non si festeggia il natale Cina

La Cina come il Giappone non festeggia il Natale come festa nazionale, ma negli ultimi anni è diventato una vera e propria festa consumistica.

9- Maldive

Il 99% della popolazione delle Maldive è musulmana, ma non è vietato o proibito festeggiare il Natale e la minoranza cristiana viene rispettata. Ovviamente non è un modo niente male per trascorrere le vacanze! Distese di spiagge di sabbia bianca e acque cristalline vi aspettano.

10- Nepal

10 paesi dove non si festeggia il natale Nepal

In Nepal il Natale non è altro che un giorno dell’anno qualunque. Le persone vivono tranquillamente la loro vita e molti di loro non sono nemmeno a conoscenza del fatto che da qualche parte nel mondo la gente sta festeggiando in un turbinio di luci e fuochi d’artificio.

Autore
Pubblicato il
1 settimana ago
Categorie
Viaggi
Donata Bellan

Donata- l’età non si dice. Peter Pan al femminile. Laureata in scienze dei beni culturali prima e in visual cultures e pratiche curatoriali poi. Scrivo cose, faccio dolci, vado a concerti (troppi) e penso che i sabato sera più belli siano quelli passati con un buon vinile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *